PNRR: via a procedure semplificate per l'elettrificazione delle banchine dei porti

CONDIVIDI

giovedì 14 aprile 2022

Grazie al decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri che contiene misure urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sarà sufficiente un'autorizzazione unica, rilasciata dalla Regione, per la realizzazione di opere e infrastrutture per l’elettrificazione delle banchine dei porti (cold ironing).

La disposizione attua la riforma prevista dal PNRR sulla semplificazione delle procedure di autorizzazione per gli impianti di cold ironing e consente al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) di raggiungere anticipatamente un altro dei tre traguardi delle riforme previste nel Piano per il quarto trimestre del 2022.

È stata infatti già approvata lo scorso anno anche la riforma relativa alla semplificazione delle procedure per la pianificazione strategica in ambito portuale, prevista come traguardo nel quarto trimestre del 2022. Gli investimenti previsti per l'elettrificazione delle banchine, pari a 700 milioni di euro, sono finanziati dal Piano Nazionale Complementare (Pnc).

Autorizzazione unica rilasciata dalla Regione

L’autorizzazione unica viene rilasciata dalla Regione nel rispetto delle normative di tutela dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio storico-artistico, all’esito della Conferenza di servizi, promossa dall’Autorità di sistema portuale o dalla stessa Regione competente e alla quale partecipano tutte le amministrazioni interessate.

Il termine massimo per la conclusione del procedimento è di 120 giorni, o di 180 giorni nel caso in cui sia necessario procedere alla valutazione di impatto ambientale, valutazione quest’ultima che spetta alla Regione che è chiamata ad effettuarla con modalità accelerate (riduzione della metà dei termini attualmente previsti).

Tag: Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porto di Civitavecchia: partite 120 Maserati verso l’Oriente

Partito dal porto di Civitavecchia il primo viaggio con 120 auto Maserati trasportate su bisarche provevienti dallo stabilimento di Cassino e dirette in Oriente (Cina, Giappone e Australia le...

MIMS: nel 2021 diminuiscono le opere incompiute, 64 in meno rispetto al 2020 (-14,4%)

Al 31 dicembre 2021 le opere infrastrutturali incompiute in Italia erano pari a 379, in calo rispetto alle 443 (-14,4%) della fine del 2020, anno in cui si era già registrata una diminuzione...

Ddl Concorrenza: lunedì 4 luglio nuovo incontro al MIMS con tassisti e ncc

Nuovo confronto in programma al MIMS sul Ddl concorrenza con le rappresentanze taxi e ncc (qui l'ultimo aggiornamento). Domani, lunedì 4 luglio, si svolgeranno due nuovi incontri al Mims...

Sperimentare l’idrogeno nel trasporto stradale e ferroviario: 530 milioni di investimenti dal PNRR

Sperimentare l’uso dell'idrogeno nel trasporto ferroviario, in ambito locale e regionale, e nel trasporto stradale, con particolare riferimento al trasporto pesante. Firmati dal ministro delle...

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Vettori ucraini: il Mims estende l'esenzione da autorizzazione per il trasporto internazionale di merci

Estesa l'esenzione da autorizzazione al trasporto internazionale di merci su strada per i vettori di nazionalità ucraina.  Il provvedimento è in atto dallo scorso marzo e consente...

Incontro al MIMS con tassisti e Ncc: Bellanova, avviata fase di ascolto

Sul Ddl Concorrenza, il MIMS si apre a una fase di ampio confronto col settore taxi e ncc, ma chiede di "andare oltre la richiesta di stralcio per una riflessione nel merito, con l’impegno ad...

Porti: in arrivo 220 milioni di euro di contributi per impianti di liquefazione gas e trasporto Gnl

Arrivano contributi per 220 milioni di euro, finanziati dal Fondo Nazionale Complementare (Pnc), per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale, di punti di rifornimento nei porti...