Nuovo partner internazione per il porto di Trieste: è British American Tobacco

CONDIVIDI

martedì 28 settembre 2021

Il porto di Trieste ha un nuovo partner internazionale. Nella nuova zona franca di Bagnoli della Rosandra (FREEeste), è infatti nata la collaborazione pluriennale tra Interporto di Trieste, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e British American Tobacco (BAT).

A Better Tomorrow Hub: di che si tratta?

BAT ha annunciato oggi alla presenza dei Ministri Patuanelli e Giorgetti, del governatore del FVG Massimiliano Fedriga e di altre Autorità, l'apertura a Trieste del centro di innovazione e sostenibilità di livello mondiale "A Better Tomorrow Innovation Hub" con un investimento di 500 milioni di euro e oltre 2.700 posti di lavoro per la realizzazione diretta o indiretta delle attività del futuro polo. Su un’area di 20.000 mq a Bagnoli della Rosandra di pertinenza dell’interporto di Trieste, in regime di punto franco, nascerà appunto l’hub che ospiterà uno stabilimento di produzione per il mercato italiano e l'esportazione globale e la digital boutique di BAT: un laboratorio di innovazione e centro di eccellenza per la trasformazione digitale e il marketing digitale, dedicato alla  ricerca, allo sviluppo e alla produzione di linee di prodotto a rischio potenzialmente ridotto come le sigarette elettroniche e i prodotti medicinali per la terapia sostitutiva della nicotina.

La collaborazione prevede il coinvolgimento dell’Interporto di Trieste sia per la costruzione delle nuove strutture, sia per la gestione dei servizi di logistica inbound e outbound dell’intero complesso. I lavori per la costruzione del complesso inizieranno a breve: il primo modulo sarà completato e attivato nel 2022, il secondo nei successivi due anni.

La crescita dell'interporto di Trieste

Questo nuovo insediamento è un tassello fondamentale del più ampio progetto di sviluppo, iniziato nel 2017 dall’Interporto di Trieste con l’acquisizione dell’area di Bagnoli della Rosandra (FREEeste), e finalizzato all’ammodernamento e ampliamento delle proprie infrastrutture logistiche a supporto dell’incremento dei traffici e dell’intermodalità del sistema regionale. Nell’arco temporale 2018-2021 l’interporto ha già investito oltre 30 milioni di  euro nella riqualificazione dell’area di Bagnoli e nello sviluppo  della sede di Fernetti, supportato dai principali soci industriali e finanziari (Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Friulia Finanziaria Regionale, Camera di Commercio della Venezia  Giulia e la tedesca Duisburger Hafen).

Nuovo hub a Trieste: una scelta di sostenibilità

Ricerca e innovazione saranno 2 dei pilastri principali di questo progetto, ma non solo. L'hub sarà la sintesi della più ampia filosofia di BAT volta a creare A Better TomorrowTM, che  l'azienda persegue in modo trasversale per arrivare a un futuro più verde, più  equo, più inclusivo riducendo il suo impatto su ambiente e salute.
L'edificio, infatti, sarà realizzato seguendo elevati standard di sostenibilità al fine di ridurre il suo impatto ambientale e avrà l'obiettivo di essere carbon neutral. Ci sarà una particolare  attenzione all'efficienza energetica, all'utilizzo di fonti rinnovabili e alla tutela dell'ambiente e sarà realizzato un impianto fotovoltaico per produrre energia. BAT ha da tempo adottato un approccio olistico al tema della sostenibilità, misurando l'impatto  sociale delle proprie attività con il modello "ESG" ("Environmental, Social, Governance"), allineandole agli obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dall'ONU.

Tag: porto trieste

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Protesta Green pass: nel porto di Trieste l'operatività torna a regime

L'operatività del porto di Trieste sta tornando a regime. Lo scrive in una nota l'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico orientale precisando che il traffico stradale recupera...

Green Pass autotrasporto: la situazione al 18 ottobre

La protesta contro il Green pass in alcuni scali italiani (qui il nostro ultimo aggiornamento) ha avuto a Trieste un primo epilogo, oggi, con lo sgombero da parte delle forze dell'ordine dei...

Obbligo Green pass: a Trieste presidio dei lavoratori. Fedriga: il porto funziona

I primi riscontri parlano di oltre duemila persone radunate davanti al Varco 4 del Porto di Trieste, luogo di ritrovo della manifestazione annunciata dal Coordinamento dei lavoratori portuali di...

Porti: Trieste e Monfalcone insieme per ridurre le emissioni delle navi

Un sistema portuale sempre più green. L’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e le Capitanerie di Trieste e Monfalcone, hanno promosso un accordo per ridurre...

Porto di Trieste: riattivato collegamento ferroviario con le stazioni di Servola e Aquilinia

“Sette milioni e mezzo di investimento, e due anni per completare uno dei tasselli più importanti dello sviluppo ferroviario del porto. Grazie alla collaborazione con RFI, oggi siamo in...

Porto di Trieste: il traffico ferroviario torna ai livelli pre-Covid

  Arrivano segnali postivi dal sistema portuale italiano dopo le battute d'arresto legate allo stop pandemia. La crescita del traffico ferroviario nel porto di Trieste, ad esempio, torna ai...

Intermodalità: il porto di Trieste potenzia l'infrastruttura ferroviaria

Incremento della capacità dinamica del porto di Trieste in termini di treni movimentati al giorno: sarà questo il risutato del nuovo intervento di potenziamento delle infrastrutture a...

Porto Trieste: aumentano i traffici di container, ro-ro e movimentazione ferroviaria

  Nonostante il recente incidente del Canale di Suez e la pandemia in corso, sono poche le ripercussioni negative sui traffici container del porto di Trieste nel primo quadrimestre del 2021.La...