Nuova tappa per il progetto Yep Med, incontro ufficiale con gli stakeholder

CONDIVIDI

lunedì 2 agosto 2021

Il progetto YEP MED - Youth Employment in Ports of MEDiterranean, dopo la firma del Memorandum of Understanding (MoU) che ha sancito la nascita della Comunità logistica portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta (PLC), è al suo terzo incontro ufficiale con gli stakeholder.

L'obiettivo principale è lo sviluppo e della crescita economica di settori in continua evoluzione, quali la logistica e l’intermodalità, da attuarsi attraverso percorsi di formazione professionale altamente specialistici che vedono coinvolti Paesi delle sponde Nord e Sud del Mediterraneo, rappresentati dalle Autorità Portuali di Barcellona, Marsiglia, Valencia, Tunisi, Damietta, Aqaba oltre che dalla Camera di Commercio di Beirut e dalla Escola Europea – Intermodal Transport, protagonisti, insieme all’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, del progetto europeo.

Il calendario dei lavori

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i vari step progettuali che attendono la community portuale nei prossimi mesi, come spiega il Presidente dell’AdSP, Pino Musolino: “Grazie all’impegno di tutti i partner del progetto e al coinvolgimento e alla partecipazione della community portuale stiamo procedendo con entusiasmo nella giusta direzione. Per lo sviluppo del porto, delle sue imprese e del territorio tutto, la parola chiave oggi è innovare, e lo si può fare contribuendo a sviluppare, attraverso la formazione, la professionalità e le competenze di ogni singolo operatore del porto. Oggi più che mai è fondamentale stare al passo con l’evoluzione imposta dallo shipping e dalla logistica e dai processi sempre più informatizzati e digitalizzati".

Musolino ha spiegato che anche a causa del Covid è stato necessario reindirizzare il progetto verso metodi innovativi e quindi verso una modalità chiamata “impresa simulata”, grazie alla quale nei prossimi mesi i ragazzi coinvolti, con l’ausilio di un tool chiamato click&cargo, saranno catapultati nell’esperienza in azienda, sperimentando, in un’accezione moderna, le varie pratiche d’impresa.

Subito dopo l’estate sarà presentato il nuovo calendario dei corsi di “occupational training” e sarà definito il project work, della durata di 200 ore, cui i corsisti parteciperanno in collaborazione con le imprese del settore logistico-portuale.

Tag: porto di civitavecchia, logistica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Nel 2021 crescita record per Turkish Cargo: intervista esclusiva con Turhan Özen, chief cargo officer

Nonostante la grave crisi sanitaria ed economica che ha attanagliato il mondo intero, Turkish Cargo - brand della compagnia di bandiera nazionale Turkish Airlines - ha continuato a operare senza...

Green pass sui luoghi di lavoro anche in Austria, camionisti esentati

In arrivo Green pass sui luoghi di lavoro anche in Austria, ma probabilmente i camionisti non saranno sottoposti alla misura. Mentre tornano a salire i contagi di covid-19, le autorità...

Formati al Porto: prosegue il progetto formativo per le professioni logistico-portuali

Si è svolta per la seconda volta in videoconferenza la riunione annuale del Comitato Accademico del progetto “Formati al Porto”, convocata dal presidente, Andrea Campagna, e dal...

Ecco cosa offre Amazon Relay ai trasportatori in cerca di opportunità

Una cosa è certa: negli ultimi anni Amazon è cresciuta e oggi, a maggior ragione dopo aver gestito in modo impegnativo l’emergenza sanitaria, è pronta ad effettuare...

Green pass e autotrasporto: chiarimenti dal Governo

Arrivano nuovi chiarimenti da parte del Governo sull'applicazione del Green Pass per l'accesso nei luoghi di lavoro, in particolare per l'autotrasporto. Il Green pass può scadere durante...

Una logistica più funzionale, condizioni fiscali migliori e minore burocrazia: la Regione Lombardia punta a istituire Zone Logistiche Semplificate

Creare condizioni economiche e fiscali migliori, favorire lo sviluppo produttivo e occupazionale e snellire i processi burocratici. Questi gli obiettivi alla base della proposta di legge approvata...

Autotrasporto: carenza autisti anche in Germania, mancano 60mila professionisti

La carenza di conducenti di mezzi pesanti che sta affrontando tutto il settore autotrasporto e logistica avrà riflessi anche in Germania entro due o tre anni. L'allarme è stato...

Green pass, autotrasporto: la situazione alle 16

Per ora nessun blocco delle attività, solo qualche rallentamento dovuto a presidi di protesta. Il caos tanto temuto per i possibili blocchi collegati alle proteste dei lavoratori contrari...