Giornata del Mare: Giovannini, risorsa preziosa per un futuro all'insegna della sostenibilità e della prosperità

CONDIVIDI

lunedì 11 aprile 2022

​L’11 aprile ricorre la Giornata del Mare e della cultura marinara, un’iniziativa nata nel 2017 con l’obiettivo di accrescere l’amore e il rispetto per la risorsa mare.
Nell'occasione, il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha sottolineato il ruolo che tale comparto riveste per il Paese: "Il mare è volano economico e sociale del Paese, risorsa preziosa per un futuro all'insegna della sostenibilità e della prosperità. Per l’Italia, che vanta 8.000 chilometri di costa, è sinonimo di sviluppo, integrazione, coesione sociale. Per questo, più che mai, va difeso e tutelato"

Giovannini ha ricordato che nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono previste previsto ingenti risorse per lo sviluppo dei porti e dei trasporti marittimi, all’insegna della sostenibilità ambientale.

L'intermodalità strada-mare, soprattutto nel trasporto delle merci, e insieme l’impiego di navi ecologiche di ultima generazione, possono dare un contributo importante alla riduzione delle emissioni inquinanti garantendo gli approvvigionamenti.

Parole di grande apprezzamento sono state poi rivolte dal ministro alla Guardia Costiera che “ogni giorno è in prima linea per garantire la sicurezza e il salvataggio di vite umane, la corretta fruizione del mare e il regolare svolgimento delle attività di prevenzione dei rischi e di difesa dell’ecosistema marino”.

Le risorse del PNRR per il comparto mare

Il Pnrr prevede importi determinanti per lo sviluppo del settore: 700 milioni di euro per il rinnovo della flotta, 100 milioni per le navi del trasporto pubblico locale nello Stretto di Messina, 700 milioni per l’elettrificazione delle banchine, 300 milioni per l’efficientamento energetico dei porti, oltre alle risorse per aumentare l’accessibilità dei porti

Risorse economiche ma non solo. Lo sviluppo delle attività marittime dovrà contare anche su interventi regolatori e normativi che tengano conto delle nuove e accresciute esigenze legate mobilità sostenibile.

In attuazione delle riforme previste dal Pnrr, gli uffici del Mims stanno lavorando al nuovo regolamento per le concessioni nelle aree portuali e la relativa bozza è al momento sottoposta al confronto con gli stakeholder, mentre la semplificazione delle procedure per il processo di pianificazione strategica in ambito portuale è già legge.

Presso il Mims, infine, è stato recentemente istiuito il ‘Tavolo del mare’ per approfondire il confronto su tematiche generali e specifiche sui porti e la loro sostenibilità economica, sociale e ambientale, attraverso un costante dialogo con le associazioni di categoria e sindacali.

Tag: trasporto marittimo, Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porto di Civitavecchia: partite 120 Maserati verso l’Oriente

Partito dal porto di Civitavecchia il primo viaggio con 120 auto Maserati trasportate su bisarche provevienti dallo stabilimento di Cassino e dirette in Oriente (Cina, Giappone e Australia le...

MIMS: nel 2021 diminuiscono le opere incompiute, 64 in meno rispetto al 2020 (-14,4%)

Al 31 dicembre 2021 le opere infrastrutturali incompiute in Italia erano pari a 379, in calo rispetto alle 443 (-14,4%) della fine del 2020, anno in cui si era già registrata una diminuzione...

Ddl Concorrenza: lunedì 4 luglio nuovo incontro al MIMS con tassisti e ncc

Nuovo confronto in programma al MIMS sul Ddl concorrenza con le rappresentanze taxi e ncc (qui l'ultimo aggiornamento). Domani, lunedì 4 luglio, si svolgeranno due nuovi incontri al Mims...

Sperimentare l’idrogeno nel trasporto stradale e ferroviario: 530 milioni di investimenti dal PNRR

Sperimentare l’uso dell'idrogeno nel trasporto ferroviario, in ambito locale e regionale, e nel trasporto stradale, con particolare riferimento al trasporto pesante. Firmati dal ministro delle...

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Vettori ucraini: il Mims estende l'esenzione da autorizzazione per il trasporto internazionale di merci

Estesa l'esenzione da autorizzazione al trasporto internazionale di merci su strada per i vettori di nazionalità ucraina.  Il provvedimento è in atto dallo scorso marzo e consente...

Incontro al MIMS con tassisti e Ncc: Bellanova, avviata fase di ascolto

Sul Ddl Concorrenza, il MIMS si apre a una fase di ampio confronto col settore taxi e ncc, ma chiede di "andare oltre la richiesta di stralcio per una riflessione nel merito, con l’impegno ad...

Porti: in arrivo 220 milioni di euro di contributi per impianti di liquefazione gas e trasporto Gnl

Arrivano contributi per 220 milioni di euro, finanziati dal Fondo Nazionale Complementare (Pnc), per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale, di punti di rifornimento nei porti...