Confitarma: ottenuta la proroga per l'impiego di guardie giurate a bordo contro la pirateria

CONDIVIDI

mercoledì 28 luglio 2021

Prorogato al 31 marzo 2022 il regime di deroga che autorizza l’impiego a bordo delle navi italiane di guardie giurate per servizi antipirateria. Lo ha annunciato Confitarma che aveva richiesto la misura.

La norma - inserita dal Governo tra le misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 - si è resa necessaria per permettere l’impiego delle guardie particolari giurate non ancora in possesso dell’abilitazione ottenuta a seguito del superamento delle prove d’esame, la cui organizzazione è stata di fatto resa impossibile dal perdurare della pandemia. Ciò, a condizione che tali guardie giurate abbiano partecipato per un periodo di almeno sei mesi, quali appartenenti alle Forze armate, alle missioni internazionali in incarichi operativi con relativo attestato rilasciato dal Ministero della difesa.

Confitarma: un vuoto normativo finalmente sanato

“A nome degli armatori italiani, ringrazio il Governo che, a seguito dell’intensa attività di sensibilizzazione svolta da Confitarma presso i vertici delle Amministrazioni competenti, ha disposto ancora una volta questa importante proroga – afferma Mario Mattioli, Presidente di Confitarma - indispensabile per garantire la protezione degli equipaggi e delle navi italiane operanti nelle aree a rischio pirateria e che, purtroppo, dal 30 giugno scorso non potevano usufruire dei servizi di protezione attiva a bordo a causa della grave situazione di vuoto normativo che, finalmente, è stata sanata. Conto che prima della scadenza di marzo possa finalmente essere trovata una soluzione strutturale per garantire la protezione dei nostri equipaggi”.

Tag: confitarma

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Nuove misure per l’ottenimento e la durata del Green Pass: Confitarma evidenzia criticità per i lavoratori marittimi

“Nel confermare che Confitarma è sempre stata assolutamente favorevole alle misure che il Governo ha adottato per fronteggiare la pandemia, anche quelle prese in questi giorn...

Le nuove sfide della portualità italiana tra servizi, digitalizzazione e transizione ecologica: la Tavola Rotonda di AIDIM e Confitarma

“L’Italia è un Paese Marittimo: crescita, benessere e sviluppo sono legati al mare in modo indissolubile. Inoltre, la tutela dei nostri interessi strategici passa attraverso il...

Confitarma: mancano Ufficiali e Direttori di macchina italiani qualificati

Mancano Ufficiali e Direttori di macchina italiani in possesso delle competenze richieste dalle più moderne tecnologie presenti a bordo.L'allarme è stato lanciato nel corso della prima...

Confitarma: nella transizione ecologica il Governo non lasci indietro comparti importanti dello shipping

Nell’ultima riunione del Gruppo di lavoro sulla logistica svoltasi presso il Cnel, presieduta dal consigliere Nereo Marcucci e alla presenza del presidente Tiziano Treu, sono stati auditi i...

Confitarma: supportare la flotta italiana nella transizione ecologica

Alle audizioni presso le Commissioni riunite della Camera dei Deputati IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e VIII (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) del 27 settembre (ne avevamo...

Sicurezza marittima, Confitarma: parti civili e militari devono cooperare in sinergia

"Garantire la libertà dei mari e la libera circolazione del traffico marittimo, soprattutto a tutela degli equipaggi delle nostre navi, è possibile solo se tutte le parti interessat...

Emanuele Grimaldi presidente dell'Ics-International Chamber of Shipping

Il board dell'Ics-International Chamber of Shipping ha nominato Emanuele Grimaldi presidente designato dell'organizzazione: verrà formalmente eletto dall’assemblea generale del prossimo...

Recovery Plan, Confitarma chiede azioni concrete per il trasporto marittimo nel suo complesso

Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo, transizione ecologica, infrastrutture e mobilità, istruzione e formazione, ricerca e cultura.Sono queste le...