Blocco nave Suez: Federlogistica, porti italiani impreparati ad affrontare le emergenze

CONDIVIDI

venerdì 26 marzo 2021

Federlogistica lancia l’allarme dopo il blocco di Suez. Secondo l'associazione i porti italiani sono impreparati ad affrontare le emergenze.

Una delle più grandi navi del mondo dopo aver ruotato su se stessa si è incagliata nelle sponde sabbiose del canale,forse una tempesta di sabbia e quindi il forte vento alla base dell'incidente. Alla luce dei fatti, secondo l'associazione, è urgente porsi interrogativi anche relativi alla fragilità dei porti italiani, "oggi del tutto impreparati e non attrezzati ad affrontare episodi che saranno generati da condizioni meteo sempre più estreme”.

Federlogistica in stretta collaborazione con Enea sta combattendo da tempo una battaglia solitaria su questo tema, dimostrando con studi e proposte l’esistenza di una vera emergenza.

L’importanza strategica del trasporto marittimo e della Blue Economy

"La vicenda della Ever Given, la nave portacontainer che si è incagliata e sta bloccando il Canale di Suez fa scattare due allarmi che anche un Paese come l’Italia che cronicamente sottovaluta il mare in quanto fattore primario anche del nostro sistema economico, non può permettersi di non ascoltare: da un lato, l’importanza strategica del trasporto marittimo e della Blue Economy nel suo complesso; dall’altro – come sottolinea il Presidente di Federlogistica, Luigi Merlo – l’estrema fragilità e vulnerabilità del sistema dei trasporti marittimi e in particolare di infrastrutture strategiche come il Canale di Suez, ma anche i grandi porti (quelli italiani in primis) di fronte ai rischi posti in essere dai cambiamenti climatici e da eventi meteo che ormai non possono più essere qualificati come straordinari.

Attenzione alle mutazioni degli scenari geopolitici

“Sappiamo di poter contare nei ministri Cingolani e Giovannini – prosegue il Presidente di Federlogistica – su interlocutori attenti e competenti per poter predisporre adeguati action plans, ma occorre un impegno consapevole di tutto il Governo anche per affrontare brusche mutazioni nei possibili scenari geopolitici, facilmente ipotizzando che quanto accaduto nel Canale di Suez sarà utilizzato in particolare da Cina e Russia per promuovere la Rotta Artica”.

Una scelta molto pericolosa dal punto di vista della sostenibilità ambientale, conclude Merlo, ma altrettanto pericolosa perché da un lato tenderebbe a isolare il Mediterraneo, dall’altro favorirebbe ulteriormente le ambizioni della Cina di controllo monopolista sui traffici e quindi sull’interscambio mondiale via mare.

Tag: federlogistica, blue economy

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Msc: illustrato il protocollo di sicurezza alla presenza della viceministra Bellanova

Oggi la viceministra alle Infrastrutture e alla Mobilità Sostenibili Teresa Bellanova è stata a bordo della Msc Grandiosa per un confronto sulla rilevanza economica del comparto...

Federlogistica-Conftrasporto: immediati ristori per il settore aeroportuale, imprese a rischio fallimento

Immediati ristori per le categorie che operano negli aeroporti. Lo chiede Federlogistica-Conftrasporto Le associazioni lanciano l'allarme per il rischio crack delle società che forniscono...

Federlogistica chiede una politica per il comparto marittimo e auspica una delega a un vice ministro

  I porti italiani continuano a perdere competitività. Secondo Luigi Merlo, Presidente di Federlogistica-Conftrasporto, la ragione è nella situazione di “degrado&rdquo...

Blue District Genova: siglata nuova intesa per lo sviluppo dell'economia del mare

Promuovere progetti e programmi nel Blue District di Genova - il polo realizzato dal Comune all'interno dei Magazzini dell'Abbondanza nel Porto Antico - per lo sviluppo di idee, start up e...

Genova: Federlogistica, diga foranea del porto occasione di sviluppo per il Paese

Federlogistica appoggia il progetto per la Diga foranea del porto di Genova definendola "una formidabile occasione di sviluppo, volano per la ripartenza”. La posizione è stata espressa...

Grandi opere: Federlogistica, presidenti AdSP come commissari potrebbe essere segnale di svolta

Secondo Federlogistica sarebbe possibile sbloccare le grandi infrastrutture riconoscendo le Autorità di Sistema Portuale - come accaduto a Genova, Palermo e Livorno - nel ruolo...

Economia del mare: Confitarma chiede una cabina di regia e sinergia tra tutti gli attori

“Occorre prendere coscienza del fatto che il mare per noi è fondamentale. Purtroppo  abbiamo perso terreno nei confronti dell'estero". Lo ha detto Mario Mattioli, presidente di...

Naples Shipping Week: cultura ed economia del mare al centro della quarta edizione

Dal 28 settembre al 3 ottobre Napoli ospiterà la quarta edizione della Naples Shipping Week, la settimana dedicata alla cultura e all’economia del mare organizzata dal Propeller Club...