Banca d'Italia: rincari nel trasporto marittimo a causa della pandemia

CONDIVIDI

martedì 15 giugno 2021

Quali sono stati i costi relativi alle principali modalità di trasporto nel 2020? La risposta arriva dall'indagine della Banca d'Italia sui trasporti internazionali di merci relativa all'anno scorso.

Tale studio, che l'istituto conduce dal 1998, si è bastato su interviste condotte presso 212 tra i principali operatori del comparto.

L'impatto della pandemia sui costi unitari del settore trasporti

Tra i fattori principali emersi, la Banca d'Italia ha messo in evidenza l'impatto della pandemia da Covid-19 sui costi unitari del settore, rimasto pienamente operativo anche nelle fasi di maggiore emergenza sanitaria. L’incidenza dei costi di trasporto sul valore delle merci esportate e importate dall’Italia è nel complesso salita, rispettivamente al 3,1 e al 4,3% (da 2,9 e 3,9 nel 2019), interrompendo la tendenza alla diminuzione degli anni precedenti.

Ma non è andata alla stessa maniera per tutte le modalità. L'anno scorso ha fatto registrare un forte aumento dei noli nel settore marittimo e in quello aereo, un incremento di minore entità nel settore ferroviario e , dall'altra parte, una leggera diminuzione dei costi medi nel settore del trasporto merci su strada.

Costi: i dettagli per singola modalità

Il settore aereo ha risentito in misura molto marcata del drastico calo dei voli di linea, le cui stive sono ampiamente utilizzate per il trasporto mercantile; il restringimento dell’offerta di carico si è riflesso in un forte aumento dei noli. Nei trasporti marittimi rincari di entità significativa si sono osservati nel comparto container (in particolare nelle tratte provenienti dalla Cina e dagli altri paesi asiatici), in quello Ro-Ro e nel bulk liquido; sono invece diminuiti i noli nel bulk solido a causa della minore domanda di materie prime.
Nei trasporti terrestri i costi medi a tonnellata sono lievemente aumentati nel comparto ferroviario, mentre sono leggermente diminuiti in quello stradale, nonostante l’aggravio di costi per gli operatori dovuto alle maggiori difficoltà nelle spedizioni (come la dilatazione dei tempi di consegna).

Tag: trasporto marittimo, trasporti internazionali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Abruzzo: con il progetto Mimosa nuove strategie per il trasporto marittimo

Soluzioni di trasporto marittimo passeggeri multimodali e sostenibili a favore delle regioni costiere di Italia e Croazia. E' questo il focus del progetto strategico MIMOSA - MarItime and MultimOdal...

Carenza di autisti nel Regno Unito: situazione in miglioramento in base agli ultimi dati delle associazioni di categoria

Nel Regno Unito è in atto un’inversione di tendenza del problema rappresentato dalla carenza di autisti di mezzi pesanti e di altri lavoratori della logistica venutosi a creare nei mesi...

Dal 1° gennaio l’Ue lancia il nuovo sistema di gestione del rischio doganale

Rafforzare i controlli doganali dell'Ue e proteggere i cittadini e le imprese dell'Unione, nonché gli interessi finanziari europei. Questi gli obiettivi del nuovo sistema di gestione del...

Antonella Straulino (Fedespedi) nominata Segretario generale del CLECAT

Antonella Straulino, responsabile delle Relazioni internazionali di Fedespedi, è stata nominata Segretario generale del CLECAT - European Association for Forwarding, Transpor...

Ignazio Messina compagnia ufficiale di trasporti per il Rally Dakar Saudi Arabia

La Ignazio Messina & C. Spa è l’official carrier del Rally Dakar 2022 Saudi Arabia. Lo ha comunicato in una breve nota il Gruppo armatoriale genovese, precisando che già a...

Brexit: facilitare le operazioni di sdoganamento e agevolare l’e-commerce

Cosa comporta il nuovo obbligo di dichiarazione, è necessario dotarsi di un centro logistico proprio in loco e in che modo si possono organizzare con affidabilità spedizione, trasporto...

Trasporti internazionali: l’Austria modifica i divieti di transito in Tirolo per carichi e scarichi locali

Con Regolamento austriaco entrato in vigore il 29 ottobre scorso sono state apportate modifiche a 3 diversi provvedimenti di divieto di transito dei veicoli di oltre 7,5 ton per il trasporto di merci...

Ics: un piano per emissioni zero del trasporto marittimo entro il 2050

Per raggiungere zero emissioni di carbonio entro il 2050 è essenziale un massiccio aumento dei finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo: questo il punto centrale del rapporto “A Zero...