Assiterminal celebra 21 anni, Giovannini: fornire al settore competitività e digitalizzazione

CONDIVIDI

mercoledì 1 giugno 2022

ASSITERMINAL, Associazione Italiana Port&Terminal Operators, ha compiuto 21 anni. Ieri sera i festeggiamenti presso la sede della Federazione del Mare, palazzo Colonna a Roma, alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini.

Alla cerimonia hanno partecipato oltre settanta invitati, tra i quali i rappresentanti dei ministeri: MIMS, MISE, esponenti politici e rappresentanti delle aziende aderenti all’Associazione, rappresentanti di Confindustria, Confetra, Federazione del Mare, Confitarma Assoporti, insieme ai Segretari di FILT-CGL, FIT-CISL, e Uiltrasporti e i molti presidenti di Autorità di Sistema Portuale.

21 anni di ASSITERMINAL, che il presidente Luca Becce ha definito "anni davvero importanti e particolari", soffermandosi sul percorso che ha portato dalla nascita, in seguito alla frattura dell'allora mondo terminalistico, al consolidamento e alla crescita iniziata nel 2008 ad oggi.
Una crescita "non senza le difficoltà soprattutto negli ultimi anni, pensiamo alla diaspora del 2019, fase, tuttavia, che ha visto il "rafforzamento dell’identità inclusiva, rappreesentativa di tutte le modalità terminalistiche – a prescindere dall’azionariato - e di categoria industriale".

Una funzione fondamentale nella filiera della logistica

"Siamo nati alla fine di gennaio del 2001, da una frattura del mondo terminalistico portuale. La frattura ha comportato che l'associazione che ci conteneva si è scissa in due tronconi: da una parte i Terminal Operator, che ha costituito Assiterminal, dall'altra parte alcuni Terminal Operator che poi ha dato vita all'associazione Assologistica", ha detto Becce. Dalla frattura, un po' per volta, l'affermarsi della consapevolezza identitaria, di essere una categoria industriale e di svolgere una funzione fondamentale nella filiera della logistica".

Il salto di qualità è avvenuto nel 2008 con il processo di crescita che ha portato dai circa 30 associati, del 2008, agli attuali 81 associati. Nonostante gli ultimi anni siano stati difficili, ha precisato, nel 2019 la diaspora che ha ampliato il processo, già parzialmente in atto anche nella logistica, di trasformazione dell'associazionismo economico, sviluppando modelli aperti e trasversali accanto a altri modelli un associazionismo maggiormente caratterizzati dagli interessi di business branding.

Giovannini: necessarie le riforme per recuperare competitività

Il ministro Enrico Giovannini rivolgendo ad Assiterminal i propri auguri per i 21 anni trascorsi, ma anche per gli anni futuri è intervenuto sul tema della "drammatica e insensata" guerra in Ucraina e dei cambiamenti commerciali che questa potrà portare: "aprendo per il nostro Paese opportunità aggiuntive - ha detto - perché l'Europa guarderà più a Sud, quindi, ai Balcani, all'Africa, ai Paesi arabi, al continente subsahariano.

Qui il ruolo della politica nell'affrontare le emergenze ma anche nella pianificazione del futuro: "L'idea di futuro contenuta nel PNRR, nel Piano complementare, nello scostamento di Bilancio per la Salerno-Reggio Calabria ferroviaria e per tutto quello che abbiamo messo nella legge di Bilancio per i porti, le interconnessioni ferroviarie, la messa in sicurezza del sistema autostradale e, soprattutto, gli investimenti sui retroporti e sulle ZES".

In conclusione il ministro ha annunciato nell'allegato al DEF (Documento di Economia e Finanza) un documento articolato per "pianificazione, investimenti e riforme" - è questa - "la mappa di dove vogliamo andare, dove sono i finanziamenti e per quali piani e riforme".
Sul piano degli investimenti: "la legge di Bilancio ha portato da 61 miliardi a 104 miliardi di investimenti - ha detto Giovannini - ma sono necessarie anche le riforme, senza le quali non recuperiamo competitività e non acceleriamo la digitalizzazione e quello di cui voi operatori avete bisogno".

Tag: logistica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto, La Spezia: da luglio maggiorazioni di 150 euro a viaggio a causa dei disagi

I disagi che vivono gli autotrasportatori che operano presso il porto La Spezia sono al centro di una nota diffusa da Fai Liguria (la Federazione degli Autotrasportatori Italiani aderente a...

Milano: distribuzione urbana più sostenibile con l'iniziativa Foody City Logistics

Sogemi e ATM hanno dato vita all'iniziativa Foody City Logistics. Si tratta di un modello di sostenibilità ambientale per la distribuzione urbana alimentare. Le due realtà partecipate...

La figura della logistica entra per la prima volta nel Codice civile

Per la prima volta nella storia della Repubblica viene introdotta la figura della logistica all’interno del Codice civile. La Camera ha approvato in via definitiva il D.L 36/2022 sul PNRR (A.C....

Intermodalità e flessibilità: le strategie della logistica per affrontare la crisi internazionale

Covid, aumento del costo dei noli, difficoltà di approvvigionamento, guerra in Ucraina: negli ultimi due anni il settore trasporti e logistica ha dovuto fronteggiare difficoltà...

Porto di Trieste: via al nuovo collegamento ferroviario con la Slovenia

“Il porto di Trieste si caratterizza per essere una piattaforma ferroviaria totale. Ormai non esiste nessun terminal nel nostro scalo che non sviluppi treni sia di tipo tradizionale sia...

Assiterminal: incentivare l'intermodalità ferroviaria nei porti

Un’accelerazione concreta sull’incentivazione all’intermodalità ferroviaria da e verso i porti, ampliando la vision attraverso tutti i nodi di collegamento tra Reti Ten...

Sfide e opportunità dell’autotrasporto 4.0: il 7 e l’8 luglio il IV Congresso Nazionale di Assotir

Innescare un cambio di passo significativo per il settore della logistica e puntare finalmente a un autotrasporto 4.0 aprendo un confronto tra politica, associazioni e imprese sulle principali sfid...

Al via l'Intermodal Academy Golia, la business school dedicata all'intermodalità

Entro il 2030, secondo quanto stabilito dall’Unione europea, il 30% della quota modale di trasporto merci su percorrenze superiori a 300 km dovrà essere trasferito su rotaie o sul mare....