Assarmatori-Confitarma: pochi medici sulle navi italiane, si rischia l'emergenza

CONDIVIDI

giovedì 29 luglio 2021

Un appello per avere più medici a bordo delle navi battenti bandiera italiana: è quello rivolto al ministro della Salute Roberto Speranza da Mario Mattioli, Presidente di Confitarma, e Stefano Messina, Presidente di Assarmatori.

Nella lettera, pubblicata nei siti delle due associazioni viene espressa preoccupazione per la situazione del personale medico a bordo, già da tempo segnalata come problematica e ulteriormente aggravatasi con l’attuale emergenza Covid-19.

Il rischio è chiaro: con pochi medici, in piena stagione estiva, migliaia di viaggiatori possono rimanere bloccati sulle banchine e impossibilitati a muoversi da e per le isole.

Pochi medici a bordo: l'appello di Confitarma e Assarmatori

Confitarma e Assarmatori chiedono, quindi, l’urgente intervento del Ministro Speranza affinché venga adottata con urgenza un’opportuna deroga all’applicazione del Decreto Ministeriale del 13 giugno 1986, fermo restando il pieno rispetto delle disposizioni in materia stabilite dalla Maritime Labour Convention 2006 e della possibilità di ricorrere all’utilizzo del servizio di assistenza medica H24 fornito dal CIRM – Centro Internazionale Radio Medico, legato da una storica collaborazione con l’armamento italiano.

Medici sulle navi: la lettera di Confitarma e Assarmatori

Ancora una volta - si afferma nella lettera - nel nostro Paese ci ostiniamo ad applicare una fonte di rango secondario, il Decreto Ministeriale del 13 giugno 1986, molto meno flessibile rispetto agli obblighi previsti dalla normativa internazionale, la Maritime Labour Convention (MLC) del 2006. Confitarma e Assarmatori rilevano con piacere che la Lettera pubblicata questa mattina sta producendo i primi effetti. Infatti, la Direzione Generale competente del Ministero della Salute ha emanato una Circolare in materia che estende a 30 giorni l’autorizzazione ad imbarcare medici abilitati all’esercizio della professione, in mancanza di medici di bordo abilitati grazie ad un concorso quinquennale previsto
da un Regio decreto del 1897. Purtroppo, pur apprezzando la pronta risposta delle Istituzioni, le Associazioni armatoriali ritengono non risolutiva l’iniziativa attivata dal Ministero dato che, attualmente, è totalmente irreperibile personale medico disponibile all’imbarco in quanto già dedicato ad altre attività sanitarie di vitale importanza per fronteggiare la pandemia: la carenza di medici sull’intero territorio nazionale è peraltro già stata riscontrata dal Governo nella predisposizione e attuazione della campagna vaccinale.

Tag: coronavirus, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Trasporto pubblico locale e Covid19: Bonavitacola, previste risorse per il 2021

La gestione del trasporto pubblico locale durante la pandemia da Covid-19 è stata al centro di un'audizione parlamentare convocata dalla Commissione Trasporti della Camera. "L'impegno costante...

Trasporti: l'agenda delle commissioni di Camera e Senato per la settimana dal 13 al 17 settembre 2021

Pubblichiamo l'agenda dei lavori delle Commissioni Trasporti e Lavori pubblici di Camera e Senato per la settimana in corso. Gli appuntamenti alla Camera Convocazione della IX...

Agenzia Dogane, Libro Blu 2020: calano le merci scambiate ma aumentano le dichiarazioni doganali

Il 2020 si è chiuso con una riduzione delle quantità e del valore delle merci scambiate in import (-17,50%) e in export (-12,12%). Tuttavia si è registrato un netto aumento del...

Agosto, mese bollente per le esportazioni turche: raggiunto massimo storico del 52%

Come annunciato dal ministro del commercio Mehmet Muş, agosto è stato un mese importante per le esportazioni turche, un mese di conferme e di crescita, dove sono state raggiunte le migliori...

La carenza di autisti in Gran Bretagna rallenta il programma di vaccinazioni

  Le consegne di vaccini antinfluenzali nel Regno Unito stanno subendo rallentamenti a causa della mancanza di autotrasportatori.  Lo rende noto Sequirus, il maggiore fornitore di vaccini...

Covid: prorogate le misure per l'ingresso in Italia e le deroghe per il personale viaggiante

Prorogate le misure per gli ingressi in Italia dall'estero e le deroghe previste per il personale viaggiante. Ne ha dato notizia l'associazione Anita. Un'ordinanza del Ministero della Salute del 28...

Collegamenti marittimi tra Malta e il Porto di Augusta: si allungano i tempi per l’attivazione

Si arricchisce di un ulteriore colpo di scena la vicenda dell’avvio dei nuovi collegamenti marittimi tra Malta e il Porto di Augusta, in Sicilia. La nuova rotta non potrà di fatto essere...

Pnrr e fondo complementare: 143 milioni per i porti toscani

Saranno più di 140 i milioni per i porti toscani. È quanto è stato deciso a seguito della Conferenza Stato-Regioni che si è occupata della ripartizione del fondo...