Qatar: tornano i dohw, le imbarcazioni tradizionali arabe

CONDIVIDI

giovedì 15 aprile 2021

Il Qatar ha pensato bene di dare una scintilla in più alla sua offerta turistica e di investire nel restauro di una flotta storica e ricca di fascino.

Il Qatar National Tourism Council (QNTC, Consiglio Nazionale del Turismo del Qatar) ha avviato un progetto su larga scala per il restauro di una flotta di oltre 40 imbarcazioni dhow, tradizionali barche a vela arabe.

Imbarcazioni tradizionali arabe per l'offerta turistica del Qatar

Il progetto, articolato in tre fasi, comprenderà il restauro dei dhow, la modernizzazione dei porti turistici e dei pontili e la formazione in materia di salute e sicurezza per i membri degli equipaggi e i timonieri.

La prima fase consisterà nel restauro di 40 dhow titolari di licenza, usati in passato per la raccolta delle perle, la pesca e il trasporto delle merci. I lavori di ristrutturazione saranno volti a migliorare l’esperienza a bordo degli ospiti preservando l’autenticità degli esterni tradizionali. Una volta completato, ogni dhow avrà un impatto ambientale ridotto, con energia solare al posto del carburante diesel e l’installazione di luci a LED; saranno inoltre attrezzati per ottimizzare sicurezza e comfort dei passeggeri.

Una volta eseguiti i lavori di restauro, i dhow saranno pronti a condurre i visitatori lungo viaggi rilassanti e panoramici che, oltre a regalare viste mozzafiato dell’emblematico skyline di Doha dall’acqua, consentiranno di sperimentare un aspetto chiave della storia e della cultura qatariota.

Le due fasi successive del progetto di restauro consisteranno nel miglioramento delle strutture e della formazione. La seconda fase vedrà la modernizzazione dei porti turistici e dei pontili per migliorare l’esperienza di imbarco, con comode sale d’attesa e nuove biglietterie. La terza e ultima fase prevederà la formazione e la certificazione completa degli equipaggi che portano i dhow e che supervisionano la manutenzione quotidiana dell’area e dei chioschi della marina.

La storia dei dhow nei mari qatarioti

I dhow hanno navigato nelle acque del Mare Arabico per secoli. Essendo il Qatar uno Stato peninsulare con un confine terrestre, i dhow originariamente fornivano agli abitanti una linea di comunicazione d’importanza vitale per il commercio di acqua dolce, frutta e mercanzia, per la pesca e per la raccolta delle perle. Vero e proprio atto d’amore, per la costruzione di un dhow può essere necessario anche un anno. Nel Qatar la devozione per queste imbarcazioni è tale che la gente del posto le celebra con una serie di festival ogni anno, tra cui ilKatara Traditional Dhow Festival presentato da The Cultural Village Foundation - Katara.

Tag: trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Collegamenti marittimi tra Malta e il Porto di Augusta: si allungano i tempi per l’attivazione

Si arricchisce di un ulteriore colpo di scena la vicenda dell’avvio dei nuovi collegamenti marittimi tra Malta e il Porto di Augusta, in Sicilia. La nuova rotta non potrà di fatto essere...

Pnrr e fondo complementare: 143 milioni per i porti toscani

Saranno più di 140 i milioni per i porti toscani. È quanto è stato deciso a seguito della Conferenza Stato-Regioni che si è occupata della ripartizione del fondo...

Virtu Ferries: all’AD Henri Saliba conferito l’Ordine della Stella d’Italia

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ha conferito una prestigiosa onorificenza a Henri Saliba, Amministratore Delegato della Virtu Ferries, nominandolo Cavaliere di...

Presentata West Sicily Gate: la società gestirà i terminal crocieristici della Sicilia Occidentale

Gestirà i terminal crocieristici dei porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle: si tratta dello spin off delle società Msc Cruise S.A e Costa Crociere s.p.a, West...

Assarmatori-Confitarma: pochi medici sulle navi italiane, si rischia l'emergenza

Un appello per avere più medici a bordo delle navi battenti bandiera italiana: è quello rivolto al ministro della Salute Roberto Speranza da Mario Mattioli, Presidente di Confitarma, e...

Porti: entrano in vigore a Brindisi i nuovi limiti di altezza delle navi

Il porto di Brindisi saluta con soddisfazione l’entrata in vigore dei nuovi limiti di altezza delle navi. Durante una conferenza stampa congiunta, il presidente dell’AdSP del Mar...

Trasporto marittimo: presentato oggi il nuovo rapporto di SRM

È stato presentato oggi a Napoli l’ottavo Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy” di SRM (Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo). Il Rapporto 2021 ha...

Porti: in Sicilia -10% di container e -41% di passeggeri a causa del Covid

Il 2020 non è stato un buon anno per il trasporto marittimo in Sicilia. Ad avere un grande impatto sulla mobilitazione sia delle merci che dei passeggeri è stata, ovviamente, la...