Natanti da diporto e moto d’acqua: novità per operatori e utenti di locazione e noleggio

CONDIVIDI

venerdì 11 febbraio 2022

Normativa unica nazionale, procedure amministrative semplificate, obblighi per operatori e clienti in caso di locazione o noleggio, anche in appoggio a escursioni subacquee, istruzioni di navigazione per i non patentati.

Questi gli ambiti interessati dalle novità introdotte dal decreto con i requisiti, le formalità e gli obblighi da ottemperare per i natanti da diporto e le moto d’acqua utilizzati ai fini di locazione e noleggio e i natanti utilizzati in appoggio alle immersioni subacquee da centri di immersione subacquea, circoli e associazioni.

Il decreto costituisce uno dei provvedimenti attuativi della riforma del Codice della Nautica da diporto, che ha stabilito l’introduzione di una normativa unica nazionale dedicata all’uso commerciale dei natanti.


Semplificazioni amministrative, sicurezza e trasparenza

Innanzitutto vengono semplificate le procedure amministrative con l’Autorità marittima o della navigazione interna, che ora richiedono una semplice comunicazione – che non deve più essere ripresentata annualmente, salvo il caso di variazioni all’elenco delle unità o cessazione – dalla cui data può avere inizio l’attività imprenditoriale.

Viene uniformato il titolo richiesto per la conduzione professionale delle unità adibite a noleggio e quelle in appoggio alle immersioni subacquee, per le quali è necessaria la maggiore età e la patente nautica (cat. A).

Per i non patentati che prendono in locazione un natante “esente”, è prevista la somministrazione al cliente di istruzioni essenziali per la navigazione, con indicazioni per immagini sul governo della barca, l’entrata e l’uscita dai porti, i limiti di velocità, le precedenze.

Per la trasparenza, i contratti di locazione o di noleggio sono redatti per iscritto e conservati a bordo, salvo che per i piccoli natanti a remi, derive a vela e moto d’acqua, che possono essere locati da un’ora dopo l’alba a un’ora prima del tramonto ed esclusivamente con condizioni meteomarine favorevoli.

“Si tratta di un altro tassello attuativo della riforma del Codice della nautica per snellire e ammodernare il nostro settore, obiettivo al quale continuiamo a lavorare senza sosta in collaborazione con il MIMS – commenta il presidente di Confindustria Nautica, Saverio Cecchi –. Fra le tante novità ottenute, considero l’introduzione delle istruzioni minime di navigazione per i non patentati una grande iniziativa culturale e a favore della sicurezza”.


Regole per operatore e cliente in caso di locazione

L’operatore commerciale ha l’obbligo di consegnare il natante in perfetta efficienza, dotato di tutti i mezzi di salvataggio e delle dotazioni di sicurezza previsti, e di illustrare al locatario le modalità di funzionamento del motore, il corretto uso delle dotazioni di sicurezza di bordo e del sistema di ancoraggio.

Previsti anche obblighi per il cliente, che non può cedere il natante in sublocazione o impiegarlo per lo sci nautico. È inoltre tenuto a utilizzare l’unità con la massima diligenza e “ad assumere comportamenti atti a non arrecare danni e offese a terzi ovvero a beni pubblici e ambientali né a provocare emissioni o rumori molesti”.

Regole per operatore e cliente in caso di noleggio

L’operatore commerciale del noleggio è tenuto a mantenere l’unità in perfetta efficienza, completa di tutti i mezzi di salvataggio e delle dotazioni di sicurezza previsti.

In linea con la riforma del Codice, anche per i natanti è ora possibile sottoscrivere un contratto con uno o più clienti noleggiatori, “per un periodo di tempo determinato, anche giornaliero o orario o di frazione di ora, da trascorrere a scopo ricreativo e turistico in zone marine o acque interne”.


Per gli operatori della subacquea

Novità anche per gli operatori della subacquea, che sono tenuti a provvedersi di un registro vidimato sul quale riportano l’identificativo del natante impiegato in appoggio alle immersioni, l’indicazione del conduttore, dell’istruttore e del soggetto abilitato al primo soccorso subacqueo, oltre al piano di immersione e al numero dei partecipanti.

Tag: nautica, trasporto marittimo

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Appuntamento a Napoli con la settimana internazionale dello shipping e della cultura del mare

Decarbonizzazione ed efficienza energetica; innovazione e digitalizzazione delle navi e dei porti; le risorse marine, la situazione geopolitica e geoeconomica nel Mediterraneo allargato; le sfide che...

62° Salone Nautico di Genova: al via la prevendita dei biglietti

Al via la prevendita online dei biglietti del 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, in programma dal 22 al 27 settembre 2022. Organizzata da Confindustria Nautica, la manifestazione...

Porto di Civitavecchia: partite 120 Maserati verso l’Oriente

Partito dal porto di Civitavecchia il primo viaggio con 120 auto Maserati trasportate su bisarche provevienti dallo stabilimento di Cassino e dirette in Oriente (Cina, Giappone e Australia le...

Norme IMO e Fit for 55: allarme per le conseguenze sui traghetti italiani in due studi di Assarmatori

Nel 2025 il 73% delle navi ro-ro e traghetti italiani risulteranno non ottemperanti alle nuove norme IMO sulle emissioni e quindi potenzialmente non più in grado di navigare. Un vero e proprio...

Porti: in arrivo 220 milioni di euro di contributi per impianti di liquefazione gas e trasporto Gnl

Arrivano contributi per 220 milioni di euro, finanziati dal Fondo Nazionale Complementare (Pnc), per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale, di punti di rifornimento nei porti...

Utili in crescita e bilanci positivi: i risultati delle compagnie di navigazione nell'indagine Fedespedi

Il 2021 è stato l’anno della ripresa dopo il difficile 2020 segnato dal Covid; il 2022 avrebbe dovuto essere l’anno della conferma della ripresa, ma lo scoppio del conflitto...

International Chamber of Shipping: Emanuele Grimaldi eletto presidente

L’Assemblea dell'International Chamber of Shipping (ICS) ha eletto Emanuele Grimaldi presidente dell'organizzazione che rappresenta a livello globale le associazioni armatoriali nazionali e...

Porto di Civitavecchia primo in Italia a consentire lo scarico del bitume ship to truck

Arrivata al porto di Civitavecchia la prima nave che scaricherà bitume direttamente sui camion, senza passare da depositi dedicati. Si tratta della Iver Ambassador, proveniente dalla Turchi...