MIMS: la Direttiva amministrativa per il 2021 fissa i nuovi obiettivi

CONDIVIDI

venerdì 2 aprile 2021

Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili si è riorganizzato, a partire dal nome, e ha fissato le sue priorità politiche nella Direttiva per l’attività amministrativa e la gestione per il 2021 firmata da Giovannini.

Le quattro priorità politiche del MIMS

  • Sviluppo di infrastrutture sostenibili e resilienti, anche per tenere conto degli effetti dei cambiamenti climatici;
  • aumento dell’efficienza e della sostenibilità del sistema dei trasporti;
  • aumento della sicurezza delle infrastrutture, della mobilità e delle persone;
  • miglioramento dell’efficacia dell’azione del Ministero e avvio di una gestione sostenibile delle sue strutture

MIMS: obiettivi strategici e operativi

Dalle priorità politiche derivano 17 obiettivi strategici e 58 obiettivi operativi, con particolare attenzione rivolta:

  • all'accelerazione degli iter di realizzazione delle opere pubbliche (anche nell’ottica di una pronta attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), attraverso la reingegnerizzazione e la semplificazione dei processi amministrativi; 
  • al rafforzamento della capacità del Ministero di monitorare i programmi di intervento sulle infrastrutture e sui sistemi di trasporto, e di intervenire tempestivamente ove necessario;
  • alla rapidità di predisposizione dei decreti attuativi previsti dalla normativa vigente.

I nuovi obiettivi del MIMS

I nuovi obiettivi contribuiscono alla realizzazione di uno sviluppo sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale, economico e istituzionale, come proposto dall’Agenda 2030 sottoscritta all’ONU nel settembre del 2015 e dagli indirizzi dell’Unione europea (in particolare, il Green Deal e le linee guida per l’utilizzo del Next Generation EU).

Le nuove priorità politiche sono tradotte in obiettivi specifici finalizzati, tra l’altro, a:

• accelerare l’attuazione degli investimenti già programmati. Sono stati introdotti sistemi per migliorare i processi amministrativi al fine di ridurre i tempi di realizzazione delle opere e per intensificare l’uso di sistemi di monitoraggio al fine di attuare misure correttive in caso di ritardi e criticità;
• orientare la programmazione delle nuove opere infrastrutturali per ridurre i divari territoriali tra Nord e Sud, aree urbane e aree interne e rurali del Paese, e per conseguire obiettivi di sostenibilità e resilienza, considerando anche gli effetti della crisi climatica;
• rafforzare l’attività di vigilanza sulla realizzazione degli investimenti da parte delle società concessionarie, con particolare attenzione a quelli volti ad assicurare la sicurezza, valorizzando le soluzioni fornite dall’innovazione tecnologica e digitale.

Particolare attenzione verrà posta allo sviluppo di sistemi informativi integrati a supporto dell’azione delle diverse strutture del Ministero, mentre per garantire l’adozione dei principi di sostenibilità nella gestione del MIMS, nel 2021 verranno elaborati due Piani di azione dedicati in particolare alla riduzione degli impatti ambientali e al superamento delle disuguaglianze di genere all’interno del Ministero.

Tag: ministero dei trasporti, infrastrutture, sostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Meccanismo per collegare l'Europa: via libera dalle commissioni Ue all'accordo provvisiorio

Modernizzare le infrastrutture di trasporto o promuovere i collegamenti transfrontalieri in Europa. Ecco l'obiettivo del “Meccanismo per collegare l'Europa” (MCE) frutto dell'accordo...

Terzo Valico: completata la galleria Serravalle, 22 km di linea ferroviaria senza interruzioni

Un nuovo tassello per la nuova grande opera sotterranea della tratta ferroviaria piemontese del Terzo Valico. Con l'abbattimento dell'ultimo "pezzo di roccia" di oggi si sono completate le...

Auto sostenibili, e se la scelta fosse metano e Gpl?

In campo automotive, negli ultimi anni, non si fa che parlare di elettrificazione. Lo chiede l'Europa, con gli standard per le emissioni sempre più stringenti, e lo sostengono le case...

Porti Adriatico: due progetti da 27mln di euro per favorire digitalizzazione e sostenibilità

Due progetti presentati dall'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale hanno ottenuto finanziamenti per oltre 27 milioni di euro. Il MIMS ha ritenuto i progetti...

Camion e autobus a emissioni zero: l'industria chiede di ampliare la rete di ricarica elettrica

Più stazioni di ricarica elettrica per i veicoli pesanti. I produttori di autocarri e le associazioni ambientaliste chiedono all'Ue di implementare 11.000 punti di ricarica per camion...

Assarmatori chiede incentivi per sviluppare tecnologie per flotte più sostenibili

Un trasporto marittimo più sostenibile e rispettoso dell’ambiente e delle comunità può essere considerato onere esclusivo degli operatori privati?Secondo Assarmatori...

Toscana Carbon Neutral: 5 milioni di euro per 20 progetti destinati a verde urbano e piste ciclabili

Un nuovo bando green per la Toscana. Dal verde urbano alle piste ciclabili: la Regione punta alla sostenibilità grazie al finanziamento di 20 nuovi progetti. Grazie ai 5 mln di euro messi a...

Camion: pubblicati i costi di esercizio di marzo 2021

Il Mims ha diffuso l’aggiornamento del costo del gasolio per autotrazione, al netto dell’Iva e/o dello sconto del maggior onere delle accise, utile per le fatturazioni di questo mese.Il...