Fit for 55: i deputati europei sostengono standard di emissioni per auto e furgoni

CONDIVIDI

giovedì 12 maggio 2022

I deputati della Commissione europea per l’Ambiente sono favorevoli a un percorso verso una mobilità stradale a emissioni zero nel 2035 per le nuove autovetture e i veicoli commerciali leggeri.

La Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI) ha approvato mercoledì, con 46 voti favorevoli, 40 contrari e due astensioni, la posizione sulle norme proposte per rivedere gli standard di prestazione in materia di emissioni di CO2 per auto e furgoni nuovi in linea con la maggiore ambizione climatica dell'UE.

Nella relazione, i deputati hanno espresso il loro sostegno alla proposta della Commissione di raggiungere una mobilità stradale a emissioni zero entro il 2035.

Le misure proposte includono:

- la rimozione del meccanismo di incentivi per i veicoli a zero e basse emissioni ("ZLEV"), in quanto non risponde più alla sua funzione originaria;

- una relazione della Commissione sui progressi verso una mobilità stradale a emissioni zero entro la fine del 2025 e successivamente su base annuale, che contenga anche informazioni sull'impatto sui consumatori e l'occupazione, il livello di utilizzo delle energie rinnovabili e sul mercato dei veicoli di seconda mano;

- riduzione graduale del tetto all'eco-innovazione, in linea con gli obiettivi più severi proposti (l'attuale limite di 7g di CO2/km dovrebbe rimanere fino al 2024, seguito da 5 g dal 2025, 4g dal 2027 e 2g fino alla fine del 2034);

- una relazione della Commissione, entro la fine del 2023, che specifichi in dettaglio la necessità di finanziamenti mirati per garantire una transizione giusta nel settore automobilistico, per mitigare l'occupazione negativa e altri impatti economici;

- entro il 2023 adozione da parte della Commissione di una metodologia comune dell'Ue per valutare l'intero ciclo di vita delle emissioni di CO2 di automobili e furgoni immessi sul mercato dell'UE, nonché per i carburanti e l'energia consumati da questi veicoli.

“Questo regolamento incoraggia la produzione di veicoli a zero e basse emissioni – ha sottolineato il relatore Jan Huitema (Renew, NL) –. Con gli standard di CO2 creiamo chiarezza per l'industria automobilistica e stimoliamo l'innovazione e gli investimenti per le case automobilistiche. Inoltre, l'acquisto e la guida di auto a emissioni zero diventeranno meno costosi per i consumatori. Ciò è particolarmente importante ora che i prezzi del diesel e della benzina continuano a salire. Questo regolamento rende la guida sostenibile accessibile a tutti!”

 

Prossimi passi e contesto di riferimento

Il provvedimento dovrebbe essere adottato durante la seduta plenaria di giugno e costituirà la posizione negoziale del Parlamento con i governi dell'Ue sulla forma definitiva della legislazione.

Il 14 luglio 2021, nell'ambito del pacchetto "Fit for 55", la Commissione ha presentato una proposta legislativa di revisione degli standard di prestazione in materia di emissioni di CO2 delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri. La proposta mira a contribuire agli obiettivi climatici dell'UE 2030 e 2050, a fornire vantaggi ai cittadini utilizzando veicoli a emissioni zero in modo più ampio (migliore qualità dell'aria, risparmio energetico e costi inferiori per il possesso di un veicolo), nonché a stimolare l'innovazione in tecnologie a emissioni zero.

 

Tag: trasporti sostenibili

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Gruppo FS: 1,6 miliardi per autoproduzione di energia pulita ed efficientamento di treni e stazioni

Un’accelerata decisa verso la decarbonizzazione dei trasporti attraverso la produzione di energia rinnovabile grazie a pannelli fotovoltaici installati sui tetti delle stazioni, delle officin...

Rete Gnl: DKV Mobility raggiunge quota 300 stazioni di distribuzione in Europa

L’industria dei trasporti prosegue nell’impegno di una progressiva riduzione delle emissioni di gas, in linea con gli obiettivi fissati dall’Onu e dalla Commissione Europea. In...

Crisi del trasporto pubblico, crescono biciclette e monopattini: il rapporto MobilitAria 2022

Continua a crescere la ciclabilità e il monopattino in sharing è protagonista di un vero e proprio boom, mentre prosegue la crisi del trasporto collettivo; l’auto privata resta...

Iveco ed Eni uniscono le forze per la decarbonizzazione dell'autotrasporto

Esplorare una potenziale cooperazione in iniziative di mobilità sostenibile nel settore dei veicoli commerciali in Europa e accelerare il processo di decarbonizzazione del trasporto. Con...

Dall’Agenzia internazionale per l’energia 10 regole per ridurre il consumo di petrolio

Di fronte all'emergente crisi energetica globale innescata dall'invasione russa dell'Ucraina, le azioni pratiche dei governi e dei cittadini possono ottenere riduzioni significative nel consumo di...

ENEA-Eni: accordo triennale per promuovere la transizione energetica

Sviluppare prototipi, tecnologie e processi innovativi, studi di fattibilità e analisi di scenario; scambiare competenze e conoscenze e promuovere iniziative congiunte per un valore di oltre 8...

Gruppo Grimaldi: le navi diventano aspirapolvere del mare

Da anni il Gruppo Grimaldi è impegnato nella tutela dell’ambiente e per una sostenibilità sempre maggiore delle proprie attività. Per combattere il problema della crescente...

Affidabilità, nuovi treni e transizione sostenibile: la strategia Trenord per il 2022

Recuperare affidabilità e regolarità, due obiettivi prioritari che l’azienda si era posta all’inizio del 2019. Dopo il rallentamento della pandemia che ha ridotto...