Turchia, pronta la Road Map del Green Deal

CONDIVIDI

mercoledì 21 luglio 2021

Pubblicato  il 16 luglio  dal Ministero del Commercio Turco, il piano dettagliato per adeguarsi agli standard del Green Deal europeo,  in particolare nei settori esportatori. “Il piano d'azione per il Green Deal, che comprende 32 obiettivi e 81 azioni sotto nove titoli, mira a sostenere la transizione della Turchia verso un'economia più sostenibile ed efficiente in linea con i suoi obiettivi di sviluppo”, ha affermato il Ministero in un comunicato.

Un piano per proteggere la competitività e rafforzare l’economia

“Il piano mira a proteggere e aumentare la competitività nel commercio internazionale, nonché a rafforzare l'integrazione dell'economia turca con l' Unione Europea, attraverso l'accordo di un’unione doganale”, aggiunge il Ministero. Attrarre investimenti verdi nel Paese è infatti tra i principali obiettivi del piano. Gli incentivi saranno incanalati verso impianti con sistemi avanzati di gestione dei rifiuti e piani di efficienza energetica, mentre il ministero del Tesoro e delle Finanze preparerà il documento quadro sulle obbligazioni sostenibili e le guide per i green bond e i Sukuk  (contratti tipici della finanza islamica) verdi. 

L’importanza della cooperazione con la UE

Il ministro del Commercio Mehmet Muş ha sottolineato l'importanza di una stretta cooperazione con i paesi dell'UE sul Green Deal. Oltre il 40% delle esportazioni turche viene infatti  inviato nei paesi dell' Unione Europea. "L'aggiornamento dell'unione doganale andrà a vantaggio di entrambe le parti in una relazione vantaggiosa per tutti", ha affermato Muş, aggiungendo che la decisione dell'UE di prorogare di tre anni le misure di protezione relative alle importazioni di acciaio dalla Turchia è stata deludente.

I piani di  taglio del carbonio dell’UE

Il 14 luglio l’UE ha presentato un piano nel  tentativo di ridurre entro il 2030 le emissioni nette di gas a effetto serra del 55 per cento rispetto ai livelli del 1990. Una proposta di tassa sulle frontiere  imporrebbe ai partner commerciali un prezzo del carbonio che riflette il livello fissato dal mercato dell'UE delle emissioni di carbonio.
Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’economia, ha detto che una transizione di 10 anni dal 2026 per la tassa sul carbonio su beni come acciaio, fertilizzanti e cemento, darebbe ad altri il tempo di adeguarsi.

Tag: Turchia, ecosostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Turchia: il marchio automobilistico TOGG lancia un nuovo programma di accelerazione della mobilità

Automobile Joint Venture Group (Togg), il consorzio che sviluppa l'auto indigena della Turchia, ha annunciato una cooperazione con Plug and Play, la più grande piattaforma di innovazione...

Porti senza barriere: parte da Civitavecchia il progetto dedicato all'accessibilità

Porti senza Barriere è il nuovo portale dedicato all’accessibilità per le persone più fragili, quali anziani, persone con difficoltà motoria temporanea e portatori...

Turchia: le esportazioni di automobili toccano i 4,6 miliardi di dollari

In base a dati recenti  dell'Associazione degli Esportatori dell'Industria Automobilistica di Uludağ, le esportazioni di automobili della Turchia si sono avvicinate a 4,6 miliardi di dollari...

Turchia: ll boom delle start-up globalizzate e l’importanza degli IPA

Il Presidente dell'Ufficio Investimenti della Presidenza della Repubblica di Turchia, A.  Burak Dağlıoğlu, ha  condiviso il punto di vista su startup e investimenti diretti esteri (IDE)...

Le startup turche attirano investimenti per 1,4 miliardi di dollari

Secondo un recente rapporto di Startups.watch, nella prima metà del 2022 sono stati investiti 1,39 miliardi di dollari  in startup turche nelle fasi iniziali e successive di Venture...

Turchia: il rapporto  UNCTAD conferma la crescita degli investimenti diretti esteri

E’ stato pubblicato lo scorso giugno da  UNCTAD (United Nations Conference on Trade and Development) il rapporto annuale sui flussi mondiali degli investimenti diretti esteri (IDE). Sotto...

La Turchia registra  le esportazioni più alte di sempre nel  primo semestre 2022

Le esportazioni turche chiudono la prima metà del 2022 battendo ogni record nonostante l’aumento dei costi energetici causato dalla guerra in Ucraina. Nello specifico, le esportazioni di...

Sostenibilità: nel 2021 Michelin Italia azzera le emissioni CO2 per 4.445 ton

Grazie all'efficientamento energetico dei siti produttivi in Italia e all'approvvigionamento di energia da fonti rinnovabili certificate, Michelin Italiana ha ottenuto nel 2021 di ridurre le...