Turchia, pronta la Road Map del Green Deal

CONDIVIDI

mercoledì 21 luglio 2021

Pubblicato  il 16 luglio  dal Ministero del Commercio Turco, il piano dettagliato per adeguarsi agli standard del Green Deal europeo,  in particolare nei settori esportatori. “Il piano d'azione per il Green Deal, che comprende 32 obiettivi e 81 azioni sotto nove titoli, mira a sostenere la transizione della Turchia verso un'economia più sostenibile ed efficiente in linea con i suoi obiettivi di sviluppo”, ha affermato il Ministero in un comunicato.

Un piano per proteggere la competitività e rafforzare l’economia

“Il piano mira a proteggere e aumentare la competitività nel commercio internazionale, nonché a rafforzare l'integrazione dell'economia turca con l' Unione Europea, attraverso l'accordo di un’unione doganale”, aggiunge il Ministero. Attrarre investimenti verdi nel Paese è infatti tra i principali obiettivi del piano. Gli incentivi saranno incanalati verso impianti con sistemi avanzati di gestione dei rifiuti e piani di efficienza energetica, mentre il ministero del Tesoro e delle Finanze preparerà il documento quadro sulle obbligazioni sostenibili e le guide per i green bond e i Sukuk  (contratti tipici della finanza islamica) verdi. 

L’importanza della cooperazione con la UE

Il ministro del Commercio Mehmet Muş ha sottolineato l'importanza di una stretta cooperazione con i paesi dell'UE sul Green Deal. Oltre il 40% delle esportazioni turche viene infatti  inviato nei paesi dell' Unione Europea. "L'aggiornamento dell'unione doganale andrà a vantaggio di entrambe le parti in una relazione vantaggiosa per tutti", ha affermato Muş, aggiungendo che la decisione dell'UE di prorogare di tre anni le misure di protezione relative alle importazioni di acciaio dalla Turchia è stata deludente.

I piani di  taglio del carbonio dell’UE

Il 14 luglio l’UE ha presentato un piano nel  tentativo di ridurre entro il 2030 le emissioni nette di gas a effetto serra del 55 per cento rispetto ai livelli del 1990. Una proposta di tassa sulle frontiere  imporrebbe ai partner commerciali un prezzo del carbonio che riflette il livello fissato dal mercato dell'UE delle emissioni di carbonio.
Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’economia, ha detto che una transizione di 10 anni dal 2026 per la tassa sul carbonio su beni come acciaio, fertilizzanti e cemento, darebbe ad altri il tempo di adeguarsi.

Tag: Turchia, ecosostenibilità

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Emirates: da ottobre A380 operativo sulla rotta per Istanbul

Dal 1° ottobre Emirates introdurrà il primo volo commerciale di linea operato con Airbus 380 per Istanbul. Il jumbo jet a due piani, il più grande aereo commerciale al mondo in...

Turchia: la produzione automobilistica cresce del 40% nonostante la carenza dei chip

Secondo un rapporto dell’Automotive Manufacturers Association (OSD) la produzione automobilistica turca è aumentata del 41,7% durante lo scorso mese, con una percentuale del 14,4%...

L'economia turca in costante ripresa: PIL in crescita del 21,7%

Continua a mantenere un ritmo sostenuto la ripresa dell'economia turca: il PIL è in crescita del 21,7% su base annua nel secondo trimestre 2021, segnando così l'espansione più...

Auto ibride ed elettriche: aumento delle vendite in Turchia

Aumentano a passo elevato le vendite delle auto ibride ed elettriche in Turchia, superando i dati del 2020. Gli alti tassi di aumento (il 218,8% per le auto ibride e il 436,3% per le auto elettriche)...

Boeing e Turkish Aerospace: firmato un contratto per la produzione di coperture per motori dei velivoli 737

Turkish Aerospace e Boeing hanno firmato un contratto per la produzione e la fornitura di coperture per motori dei velivoli della famiglia Boeing 737 a corridoio singolo.Il contratto prevede che...

La Bers acquista una partecipazione nella società di termovalorizzazione turca Biotrend

La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers) si impegna per promuovere il know-how del settore privato nella gestione dei rifiuti in Turchia, investendo in una partecipazione di...

Mobilità elettrica: in Ue pochi punti di ricarica

Lungo le reti stradali nella maggior parte degli Stati membri dell'Ue scarseggiano punti di ricarica elettrica. Lo dicono i nuovi dati dell'Associazione europea dei produttori di automobili (Acea). I...

Prometeon Tyre Group inaugura un nuovo centro di ricerca e sviluppo in Turchia

Prometeon Tyre Group, la società di pneumatici focalizzata sul settore Industrial, per trasporto di merci, persone e sul segmento Agro e OTR (Off The Road), ha inaugurato il suo nuovo Hub...