Terremoto: oggi riapre al traffico la ex strada statale 209 Valnerina

CONDIVIDI

mercoledì 31 gennaio 2018

Riapre al traffico oggi la ex strada statale 209 "Valnerina", nel comune di Visso, sul confine tra Umbria e Marche. Il terremoto del 30 ottobre 2016 aveva stravolto l'assetto idrogeologico dell'intero versante causando il crollo di parte del costone roccioso e deviando il corso del fiume Nera. La riapertura è stata annunciata nel corso di un sopralluogo sui cantieri delle aree del centro Italia colpite dal sisma, al quale hanno preso parte il ministro alle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, l'amministratore delegato di Anas Gianni Vittorio Armani, e il Capo del Dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli, che hanno eseguito una visita tecnica nei principali cantieri per il ripristino della viabilità in tutta l'area del sisma. Nel corso della giornata sono intervenuti anche i presidenti delle regioni Marche e Lazio, Luca Ceriscioli e Nicola Zingaretti, l'assessore alle infrastrutture della Regione Umbria, Giuseppe Chianella, i presidenti delle province di Ascoli Piceno, Perugia e Macerata, Paolo D'Erasmo, Nando Mismetti e Antonio Pettinari, nonché il Commissario Straordinario di Ussita Mauro Passerotti e i sindaci di Visso, Giuliano Pazzaglini, di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci, di Norcia, Nicola Alemanno e di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci.

I lavori necessari alla riapertura della strada ex S.S. 209 "Valnerina" hanno avuto inizio lo scorso agosto, dopo una complessa fase di indagini geologiche e di progettazione. Un'ampia parte del versante roccioso, per effetto delle scosse sismiche, era infatti crollata travolgendo sia la strada che il corso del fiume Nera con 60mila metri cubi di materiale che avevano occupato un'area di 18mila metri quadrati e con accumuli fino a 15 metri di spessore.  Inoltre, 4,5 km limitrofi di strada sono stati interessati da una diffusa caduta massi, con pezzature anche di oltre un metro cubo di grandezza. I lavori, per un investimento di oltre 10 milioni di euro, hanno richiesto l'impiego di rocciatori specializzati e hanno riguardato: la bonifica delle pendici rocciose dai massi pericolanti, il ripristino delle reti paramassi, la realizzazione di nuove barriere in quota e reti a protezione della sede stradale, la realizzazione di una bretella provvisoria che ha consentito il transito del traffico locale a partire da ottobre 2017, la rimozione e la riprofilatura della massa franata, la demolizione di una galleria, la ricostruzione di un ponte, la ricostruzione dell'alveo del fiume Nera (inizialmente canalizzato in un alveo provvisorio per consentire i lavori) oltre al ripristino definitivo della sede stradale.
Da domani il transito sarà consentito a tutti i veicoli senza limitazioni di orario, con regolazione a senso unico alternato in un breve tratto per consentire il completamento degli interventi, previsto entro marzo.

Dopo il sopralluogo si è svolto un tavolo tecnico a Micigliano (Rieti) per fare il punto sullo stato delle opere di ripristino della viabilità nel cratere del terremoto del 2016. Nelle aree del sisma sono in corso interventi su oltre 500 siti, per uno stanziamento complessivo di 474 milioni di euro. A questo si aggiungeranno altri 121 interventi stanziati a dicembre. "Quello che si sta realizzando è un intervento ampio e articolato non solo su strade statali, ma anche su arterie provinciali e comunali, per un totale di 124 strade - ha dichiarato l'amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, al termine dei lavori -. Per il ripristino della viabilità colpita dal sisma Anas ha investito fin da subito il massimo delle proprie forze, sia nella fase di emergenza che nella fase di ricostruzione, con l'obiettivo di restituire a questo territorio Infrastrutture fondamentali per il ritorno alla normalità nel più breve tempo possibile, nonostante i danni gravi e diffusi causati dal terremoto".

Tag: anas

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Anas: dall’Italia alla Svezia Smart Road a confronto

Una delegazione composta dalla principessa Victoria di Svezia, il principe Daniel, il ministro del Commercio Estero Svedese, Anna Hallberg, e l’ambasciatore di Svezia in Italia, Jan...

Anas: traffico in crescita a settembre. Superati i flussi 2020

La ripresa delle attività economiche in Italia dopo le chiusure dovute al contenimento della pandemia determina anche una crescita della mobilità sulla rete stradale e autostradale del...

Anas: primo week end di rientro dalle vacanze. Traffico intenso sulle principali tratte turistiche

Al via il primo fine settimana di rientro dalle vacanze. A partire dal pomeriggio di oggi, Anas prevede un incremento di traffico lungo la propria rete stradale per il controesodo verso i grandi...

Anas: via al weekend di traffico più intenso dell’estate

Iniziato il weekend di Ferragosto, caratterizzato dalle ultime partenze verso le località di villeggiatura. A partire dal pomeriggio di oggi Anas prevede sulla propria rete traffico molto...

Anas: weekend di traffico intenso. Attenti a queste strade

Quello che sta per iniziare sarà un weekend di traffico molto intenso.A partire dal pomeriggio di oggi, infatti, lungo la rete Anas si prevede una considerevole congestione in direzione su...

Anas: a luglio 2021 traffico in aumento del 10%

A luglio 2021 il traffico sulle strade che fanno parte della rete Anas ha confermato il suo trend di crescita. Come messo in rilievo dall’Osservatorio della società del Gruppo Fs...

Anas: un weekend ad alto tasso di traffico. Ecco gli itinerari più a rischio

Quello che ci apprestiamo vivere non sarà un weekend semplice per il traffico. A partire da oggi pomeriggio, infatti, lungo la rete Anas è previsto traffico molto...

Anas, via al Piano Mobilità estiva 2021: previsto traffico intenso verso le località di villeggiatura

È operativo il piano mobilità estiva 2021 sulla rete Anas (Gruppo FS Italiane). Nel fine settimana è previsto traffico intenso, in direzione sud, sulle principali direttrici...