Mobilità sostenibile: Fiab chiede al Senato di approvare subito la legge sulla ciclabilità

CONDIVIDI

giovedì 23 novembre 2017

Nella seduta dello scorso 14 novembre la Camera ha approvato all’unanimità la Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica che ora passa al Senato: ora la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) chiede a palazzo Madama di approvare la legge entro la fine della legislatura per ''non interrompete un sogno che vorremmo diventasse velocemente realtà'', ha spiegato la presidente Giulietta Pagliaccio. E per questo, la Federazione insieme con altre associazioni, ha promosso una simbolica pedalata che, partendo da Montecitorio, ha portato la Legge a Palazzo Madama per chiedere la veloce approvazione del testo necessario per sostenere i Comuni e i loro amministratori che, per primi, devono dare risposte ai cittadini in termini di vivibilità, benessere, salute ed efficienza della città.

La bicicletta, sottolinea FIAB, è infatti un mezzo di trasporto in grado di dare risposte efficaci in tempi brevi e con investimenti contenuti. Basta pensare che l'investimento in piste ciclabili, con un costo medio tra i 20 e i 400 euro al metro, genera nel solo Trentino, con i suoi 500 km di piste, un indotto di 150 milioni di euro all'anno.

In considerazione dei tempi stretti, FIAB invita i senatori a superare posizioni ideologiche e a operare "con lo sguardo rivolto al futuro fatto, inevitabilmente, di una mobilità nuova sempre più condivisa, in cui le due ruote rivestono un ruolo strategico". ''Ci sono milioni di cittadini che già da tempo hanno scelto la bicicletta come stile di mobilità rispettosa dello spazio pubblico e dell'aria che respiriamo: sono scelte coraggiose che vanno premiate perché ne va della qualità della vita di tutti. Il premio più grande è l'approvazione di questa Legge. E da questa Legge ripartiremo anche come FIAB nella nostra prossima 'campagna elettorale in bicicletta' perché, a quanto scritto, segua la concretezza dei fatti nel prossimo Governo", ha concluso Giulietta Pagliaccio.

Tag: mobilità sostenibile, cicloturismo, piste ciclabili

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mobilità: Firenze è la città più sostenibile. A seguire Milano e Torino

Qual è la città più sostenibile d’Italia? A dircelo è il quindicesimo rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città...

Scania: Fedel nominato Executive Vice President e Head of Sales & Marketing

Stefano Fedel, attualmente Regional Director Eurasia, Middle East and Africa di Scania, è stato nominato Executive Vice President e Head of Sales & Marketing. Primo italiano a entrare...

Mobility as a service for Italy: aperto l'avviso pubblico per individuare tre progetti pilota

Le nuove tecnologie digitali aprono nuovi scenari anche nel mondo dei servizi dedicati alla mobilità. Il MaaS è un nuovo concetto di mobilità urbana che prevede...

Helbiz presenta ONE-S: in anteprima a EICMA il primo monopattino in sharing made in Italy

Helbiz presenta in anteprima mondiale a EICMA, ONE-S, primo monopattino in sharing made in Italy. Si tratta dell’esordio di Helbiz all’Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e...

Mobilità sostenibile: Audimob, vendute 157mila bici elettriche ma il parco auto italiano è troppo vecchio

La svolta green sembra essere al centro dell'orientamento degli italiani per la mobilità post-emergenza Covid. Molto amate le e-bike, ma il trasporto pubblico rimane a margine....

Guida autonoma: ASTM e Volkswagen testano su strada il dialogo diretto veicolo-infrastruttura

L’autostrada del futuro sarà sostenibile, intelligente e connessa e soprattutto capace di dialogare con le auto a guida autonoma, per farci viaggiare più sicuri e...

Manovra: nasce il Fondo per la strategia di mobilità sostenibile

Contribuire al raggiungimento degli obiettivi del pacchetto green della Commissione europea per ridurre, entro l'anno 2030, le emissioni nette di almeno il 55%, rispetto ai livelli registrati...

Eurobollo: via libera dell'Ue alla riforma della tariffazione stradale

Un nuovo sistema in materia di emissioni di CO2 al fine di ridurre l'impronta di carbonio dei trasporti in linea con il Green Deal europeo e con l'accordo di Parigi. Il Consiglio Ue ha dato il via...