Germania: l'Ue boccia il pedaggio sulle autostrade per i soli stranieri

CONDIVIDI

sabato 22 giugno 2019

Dopo il ricorso di Austria e Paesi Bassi, la Corte di Giustizia Ue ha giudicato discriminatoria la volontà di far pagare il pedaggio sulle autostrade ai soli veicoli stranieri, definendo il provvedimento contrario al diritto dell'Unione.

Nel 2015 la Germania ha predisposto la normativa per l'introduzione di un canone per l'uso delle strade federali, comprese le autostrade, per modificare il sistema di finanziamento delle infrastrutture. Secondo la normativa, tutti i proprietari di veicoli immatricolati in Germania dovranno versare il canone, sotto forma di bollo annuo, per un importo massimo pari a 130 euro: il provvedimento prevede però una esenzione dalla tassa sugli autoveicoli per un importo simile a quello del canone da essi versato, beneficio non previsto per i veicoli stranieri.

L'Austria ha deciso di presentare, quindi, ricorso alla Corte di giustizia ritenendo tale provvedimento contrario al diritto dell'Unione. I giudici europei hanno risposto che il canone per l'uso delle infrastrutture, combinato con l'esenzione dalla tassa sugli autoveicoli di cui beneficiano i proprietari di veicoli immatricolati in Germania, costituisce una discriminazione indiretta basata sulla cittadinanza e una violazione dei principi della libera circolazione delle merci e della libera prestazione dei servizi.

La Corte ha riconosciuto che con questi presupposti la tassa fa sì che l'onere economico gravi, di fatto, sui soli proprietari e conducenti di veicoli immatricolati in altri Stati membri, rappresentando quindi una violazione del divieto di discriminazione contemplato dal diritto europeo.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Riduzione emissioni CO2: ACEA, pronti a obiettivi Ue più severi ma servono punti di ricarica e stazioni

Secondo l'Associazione europea dei produttori di automobili ACEA, la revisione del regolamento sulle emissioni di CO2 per le autovetture e i furgoni, ora sul tavolo dell'Ue,  dovrà...

2021 Anno europeo delle ferrovie: verso la realizzazione dello Spazio unico europeo

Il 2021 è l'“Anno europeo delle ferrovie” (European Year of Rail 2021). L'iniziativa parte da Bruxelles per accendere i riflettori su una delle modalità di...

Patenti: ecco tutte le novità in arrivo dalla Ue

L'ETSC (European Transport Safety Council - Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti) ha presentato uno studio che evidenzia le criticità normative nell'ordinamento dell'U...

Brennero, limitazioni alla circolazione: incontro tra Fai-Conftrasporto e Goetze (Commissione Ue)

Le difficoltà di transito lungo l’asse del Brennero sono state al centro di un recente incontro tra Fai-Conftrasporto e il capo di Gabinetto della Commissaria ai Trasporti della...

Pacchetto mobilità Ue: il ministero dell’Interno fornisce chiarimenti sulla riforma

Arrivano chiarimenti sul nuovo Pacchetto Mobilità dell’Ue. Il ministero dell’Interno ha pubblicato una circolare interpretativa che illustra le novità introdotte dalla...

Covid-19: la Germania proroga i controlli alle frontiere con Repubblica Ceca e Tirolo

A causa dell'alto numero dei contagi e della maggiore circolazione delle varianti, la Germania ha deciso di prolungare i controlli alle frontiere con la Repubblica Ceca e la regione del Tirolo...

Sostenibilità: carbon neutrality entro il 2050, 9 Paesi chiedono all'Ue di eliminare i motori a combustione interna

Fissare un cronoprogramma per l'eliminazione graduale della vendita di nuove autovetture e veicoli commerciali leggeri con motori a combustione interna in linea con l'obiettivo di una carbon...

Germania: controlli anti-Covid alle frontiere fino al 17 marzo

I controlli alle frontiere con l’Austria e la Repubblica Ceca resteranno in vigore fino al 17 marzo. La misura prevista dalle autorità tedesche a causa dell’ampia diffusione del...