Autostrade del mare: Delrio, indispensabili per una crescita giusta e sostenibile

CONDIVIDI

martedì 16 gennaio 2018

Con oltre 200 milioni di tonnellate trasportate – di cui 101 solo nel segmento Ro-Ro – l'Italia è di gran lunga il primo mercato europeo per lo Short Sea Shipping nel bacino del Mediterraneo. Il dato è sttao ribadito questa mattina a Civitavecchia durante il convegno “Le autostrade del mare per Connettere l’Italia. Il nuovo Marebonus per una logistica sostenibile”. L’evento, organizzato con Ram Logistica, Infrastrutture e Trasporti spa e l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale ha sviluppato un focus specifico sulle Autostrade del Mare, come sistema di infrastrutture e servizi marittimi e portuali, e su Marebonus e interventi rivolti a sostenerne il ruolo già centrale per le connessioni e l’accessibilità al bacino Mediterraneo e ad ampliarne ulteriormente la portata ed il livello di integrazione modale, in qualità di naturale punto di incontro e sintesi tra la “cura del ferro” e la “cura dell’acqua”.

Sono intervenuti Ennio Cascetta, Amministratore Unico Ram Logistica, Infrastrutture e Trasporti spa; Thomas Baumgartner, Presidente FERCAM S.p.A.; Matteo Catani, Amministratore Delegato GNV; Francesco Maria di Majo, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale; Massimo Ferro, Direttore Corporate Strategy Nestlè; Emanuele Grimaldi, Vice Presidente International Chamber of Shipping; Giancarlo Laguzzi, Presidente FerCargo; Peter Weiss, Vice Presidente Supply Chain Europe FCA GROUP.

"Il trasporto via mare è un motore di crescita fondamentale per il Paese - ha spiegato Cascetta nel suo intervento -. L'Italia primeggia nel mondo per le principali flotte di navi ferry e Ro-Ro Pax. Nel periodo 2014-2017 il traffico merci su mare è aumentato del 7,1%. Il traffico delle Autostrade del Mare nel 2017 ha segnato il passaggio di 1,5 miliardi di veicoli-km, pari a circa l’8% dei volumi di traffico autostradale merci in Italia. Si stima un risparmio di 680.000 tonnellate di CO2 equivalente, pari alle emissioni prodotte dal traffico sistematico in una città di 1 milione di abitanti in un anno".

L'Italia è seconda in Europa per traffico Ro-Ro con crescita del 20,7% nel periodo 2014-2017, ed è la prima in Europa per passeggeri non croceristi nel 2016 con 4,8 milioni di passeggeri su tratte internazionali nel 2016, di cui circa 1,3 milioni su relazioni extra-UE.
Per il biennio 2018/2019 Ferrobonus e Marebonus mettono insieme 358 milioni di incentivi per i nuovi servizi marittimi di linea o di miglioramento di quelli esistenti e per lo sviluppo di sistemi di trasporto intermodale. Nei prossimi dieci anni sono previsti 500 milioni l'anno di investimenti per manutenzione, digitalizzazione, ultimo miglio ferroviario e stradale, accessibilità marittima.

“Una crescita giusta e sostenibile è la nostra priorità – ha dichiarato Delrio nel suo intervento che ha chiuso la giornata di lavori – Ferrobonus e Marebonus rappresentano una scelta in questo senso da 350 milioni di euro. Grazie a Connettere l'Italia lavoriamo per superare gli ostacoli che rallentano i traffici mantenendo ben presente il valore della sostenibilità. Le Autostrade del Mare stanno manifestando una crescita importante ma vanno inserite in un discorso più ampio che preveda l'operatività di una grande regia per tutto il settore logistico. Semplificazione, tecnologia e sicurezza sono i nostri principi guida: ci sono mercati enormi che aspettano di assorbire i prodotti italiani ma dobbiamo muoverci in modo sostenibile evitando l'assedio delle città”.

Tag: marebonus

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Marebonus e Ferrobonus: ecco gli importi per il 2021

Ridefiniti gli importi complessivi delle misure per l'intermodalità Marebonus e Ferrobonus. La Corte dei Conti ha registrato il decreto dirigenziale del 6 agosto 2021. 45 milioni di euro per...

Marebonus, determinato il contributo per la seconda annualità. Il Mit eroga le risorse agli armatori

Stabilito l’importo per la seconda annualità del contributo per l’intermodalità marittima Marebonus: per il periodo compreso tra dicembre 2018 e dicembre 2019, il contributo...

Marebonus: 12mln di euro per l'autotrasporto, Confartigianato Trasporti esprime soddisfazione

Dodici milioni di euro in più per i contributi Marebonus che dovranno essere ribaltati al 100% dagli armatori agli autotrasportatori. Lo ha annunciato il Vice Ministro delle Infrastrutture e...

Legge di bilancio 2020: ecco le principali misure per l'autotrasporto

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge di bilancio 2020. Lo ha comunicato l'associazione Anita con una nota.Diverse le misure fiscali di interesse per le imprese del settore. Ecco le...

Manovra: M5S, inseriti provvedimenti per la sicurezza e la sostenibilità dei trasporti

“Consegnare ai cittadini città più sicure e vivibili e infrastrutture moderne ed efficienti è una nostra priorità. Per questo anche nella legge di Bilancio appena...

Marebonus e Ferrobonus: per Trasportounito servono regole chiare per l'erogazione

  Trasportounito chiede una verifica da parte delle istituzioni sulle modalità e utilità con cui vengono erogati gli incentivi legati a Ferrobonus e Marebonus. E annuncia che per...

Autostrade del Mare al centro di un intervento dell’Aitras a Bruxelles

Nel corso di una recente riunione informale a Bruxelles presso il Parlamento europeo, l’A.I.TRAS. Associazione Italiana Trasportatori, radicata in Sicilia, ha focalizzato il tema autostrade del...

Autotrasporto sostenibile: Conftrasporto chiede il rinnovo del parco mezzi e un nuovo mare bonus

“In un anno 1,5 milioni di camion via dalle strade grazie al mare e al ferro. Bene, l’intermodalità contribuisce all’abbattimento di CO2, ma non basta”. Il...