Bike Sharing: avviso per operatori interessati a svolgere il servizio a Palermo

CONDIVIDI

mercoledì 23 febbraio 2022

"La scelta di implementare il servizio di bike sharing è in piena continuità con il percorso già avviato da Amat e che ha trovato tanta attenzione da parte della cittadinanza. Mettere a disposizione della città 5.000 biciclette a pedalata assistita, nei prossimi tre anni, contribuirà notevolmente a ridurre il traffico privato e garantirà spostamenti casa/lavoro a migliaia di persone. La nostra città presenta caratteristiche morfologiche e urbanistiche che esaltano l'uso del bike sharing a pedalata assistita per gli spostamenti quotidiani e siamo fiduciosi che ci saranno diversi operatori disponibili a scommettere su Palermo, come già è avvenuto in passato con i monopattini".

Così il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e l'assessore alla Mobilità e all'Ambiente, Giusto Catania, commentano l’approvazione da parte del Comune delle linee guida per l’attività di bike sharing in città.

Tre anni di sperimentazione del servizio

Sul portale istituzionale del Comune è stato pubblicato l’avviso per individuare operatori interessati a svolgere il servizio di bike sharing a flusso libero (senza obbligo di rilascio della bicicletta nello stesso punto di prelievo) e a pedalata assistita.

L’obiettivo è individuare sul mercato fino a un massimo di tre operatori per una sperimentazione della durata di tre anni.

In occasione dell'avvio del servizio, ciascuno dei tre operatori potrà chiedere l’autorizzazione a impiegare una flotta non superiore a 500 bike e 50 biciclette biposto per un massimo complessivo di 1.500 bike e 150 biciclette biposto.

Nel corso del triennio di sperimentazione, l’Amministrazione, si riserva, in base ai risultati raggiunti, di incrementare fino a un massimo di 5.000 unità complessive. 

Indicazioni per la manifestazione di interesse

La manifestazione di interesse deve essere presentata entro le ore 12.00 del 28 marzo 2022 seguendo le indicazioni fornite dal Comune di Palermo nella sezione dedicata del proprio portale istituzionale.

Possono partecipare soggetti pubblici o privati, organizzati in forma di impresa individuale o societaria, in forma di ATI o anche in forma consortile.

La flotta del “bike sharing a flusso libero” deve essere costituita da veicoli con le seguenti caratteristiche:

  • sistema di gestione completamente automatizzato per l’utente, che deve poter visualizzare le biciclette disponibili, prenotarle, sbloccarle a inizio utilizzo e bloccarle al termine, pagare, segnalare guasti, malfunzionamenti o comportamenti scorretti da parte di altri utenti, il tutto tramite una apposita applicazione per smartphone;

  • sistema di pagamento elettronico sicuro e identificabile.

 

Tag: bike sharing, mobilità sostenibile, biciclette

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Obiettivo mobilità integrata e sostenibile: accordo Trenitalia-TIER

TIER, operatore multinazionale di servizi di micro-mobilità condivisa, e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) uniscono le forze per accelerare l’evoluzione della mobilità verso sistemi...

Progetto Next: la mobilità urbana del futuro sarà elettrica, modulare e flessibile

"I progetti in corso in Federico II, compreso quelli legati al neo-costituito Centro Nazionale per la Mobilità Sostenibile, le lauree triennali e magistrali in particolare quella...

Servizi di ricarica elettrica in autostrada: l'Art approva le misure per le subconcessioni

L’Autorità di regolazione dei trasporti (ART) ha approvato le misure per la definizione degli schemi dei bandi relativi alle gare cui sono tenuti i concessionari autostradali per gli...

Ricarica mobile a domicilio per veicoli elettrici: parte il progetto di Enel x Way e E-GAP

Vacanze sostenibili anche dal punto di vista dei trasporti. All’Argentario, in Toscana, e a Santa Margherita Ligure, ad agosto, sarà possibile usufruire di un servizio innovativo grazie...

Sostenibilità: 27 camion a idrogeno Hyundai XCIENT Fuel Cell entrano nelle flotte di sette aziende tedesche

La Germania punta alla neutralità carbonica. Sette aziende tedesche nel settore della logistica, della produzione e della vendita al dettaglio inseriranno 27 camion a idrogeno Hyundai XCIENT...

Emissioni e trasporti: dall'Ue una consultazione pubblica per compiere scelte informate e più sostenibili

Facilitare la misurazione e il confronto delle prestazioni ambientali delle diverse modalità di trasporto. La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica su un'iniziativa volta a...

Turchia: il marchio automobilistico TOGG lancia un nuovo programma di accelerazione della mobilità

Automobile Joint Venture Group (Togg), il consorzio che sviluppa l'auto indigena della Turchia, ha annunciato una cooperazione con Plug and Play, la più grande piattaforma di innovazione...

Moova Space Pass: nasce la community dedicata all’innovazione digitale della mobilità

Promuovere opportunità per favorire l’acquisizione delle nuove competenze e professionalità legate alla trasformazione digitale del mondo dei trasporti, delle infrastrutture e dei...