Sezione: Merci

Porto di Trieste: traffico ro-ro in crescita del 3%, container in calo del 2%

CONDIVIDI

venerdì 27 novembre 2020

Segnali di ripartenza ad ottobre al porto di Trieste che dimostrano la tenuta dello scalo e il recupero avviato, nonostante la pesante contrazione dei traffici mondiali, dovuta al Covid-19. In cima alla lista e in controtendenza sui dati generali, il segmento Ro-Ro cresce nei primi 10 mesi dell'anno, mettendo a segno un significativo +3% e 195.000 unità transitate.

Sostanziale tenuta dei container con un calo del 2% e 638.000 TEU movimentati. Una flessione negativa lieve tenuto conto del momento storico, riconducibile al decremento del traffico TEU presente sui traghetti Ro-Ro da/per la Turchia. Va rilevato che il terminal container (molo VII), driver del valore totale del comparto, ha retto molto bene la crisi, attestandosi sui valori raggiunti nello stesso periodo del 2019. Guardando inoltre il singolo mese di ottobre relativo alla movimentazione contenitori del porto, e confrontandolo con lo stesso mese del 2019, si registra una variazione positiva del 2% con 66.000 TEU. Risultato che porta ad una inversione del trend nel secondo semestre dell'anno in corso, anche per questo fondamentale settore legato ai traffici con il Far East e il Mediterraneo.

In linea invece con lo scenario che sta interessando tutti i porti, il volume di merce movimentata complessivamente nei primi 10 mesi del 2020, supera i 45 milioni di tonnellate, riportando una contrazione del 12% sui valori dell'anno precedente. Alla performance negativa registrata in termini di volumi totali, hanno contribuito principalmente le rinfuse liquide (-12%), con 31.800.000 tonnellate ed infine quello delle rinfuse solide (-71 %). Se da un lato il segno meno del comparto delle rinfuse liquide è riconducibile alla recessione innescata dagli effetti della pandemia in corso, per le rinfuse solide invece, il dato negativo è legato al decremento generalizzato dei prodotti metallurgici, minerali e del carbone, dovuto alla chiusura dell'impianto siderurgico della Ferriera di Trieste.

Per quanto riguarda la parte ferroviaria va evidenziato un arretramento del 20%, con 6.680 treni lavorati. Anche in questo caso ha pesato il ridimensionamento della lavorazione dei treni alla Siderurgica Triestina che nel 2019 erano stati circa 1.500.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Analisi Fedespedi: nella fase pre-Covid i terminal container italiani in crescita dell'1,4%

Nel 2019 i terminal italiani hanno registrato un aumento del traffico dell'1,4% rispetto al 2018. Il dato emerge dallo studio “I Terminal container in Italia: un’analisi...

Valichi Italia-Francia: possibili nuovi divieti e maltempo mettono a rischio il transito dei camion

Le relazioni commerciali fra Italia e Francia si basano in gran parte sul traffico delle merci attraverso valichi chiave come il Monte Bianco e il Frejus, ma anche attraverso alcuni passi...

Zeno D’Agostino confermato alla guida dei porti di Trieste e Monfalcone

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli ha confermato Zeno D’Agostino presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale per...

E-commerce: accordo tra Alibaba e l'Istituto per il commercio estero, il Made in Italy cresce in Cina

Il colosso cinese dell’ecommerce Alibaba e l’Ice, l'Istituto per il commercio estero, hanno siglato un accordo per portare le piccole e medie imprese italiane su un mercato da 800 milioni...

Sicurezza stradale: Pomponio (Polizia Stradale), necessario partire da responsabilità personale e cultura della sicurezza

Lo scorso 15 novembre si è celebrata la Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, una ricorrenza per sensibilizzare su questo tema che ricorda anche gli impegni presi dai vari...

Veicoli industriali, a fine ottobre mercato in calo del 17%. Starace (Unrae): servono misure strutturali

  L’anno in corso è certamente un anno difficile per il settore dei veicoli industriali, uno dei più colpiti dalla crisi economica scatenata dalla pandemia. Lo scorso giugno...

Il GNL nel futuro green dei trasporti: Italia primato europeo degli impianti di distribuzione

Il gas naturale liquefatto è una delle opzioni migliori fra le soluzioni green per coniugare il rispetto per l’ambiente e le esigenze del mondo dei trasporti in tema di carburanti. Poco...

Maersk: profitto di 947 milioni di dollari tra luglio e settembre 2020

Nonostante l'impatto della pandemia di coronavirus, la compagnia di spedizione di container Maersk ha registrato un aumento dei profitti nel terzo trimestre. Aiutata dall'aumento dei noli e dal calo...