Sezione: Merci

Porti Sicilia Orientale: un progetto per sviluppare la sostenibilità e l'efficienza energetica

CONDIVIDI

mercoledì 2 dicembre 2020

Mobilità sostenibile ed efficienza energetica in ambito portuale. Nell’ottica dello sviluppo di azioni volte alla creazione di misure per la tutela ambientale e lo sviluppo sostenibile, nonché nel rispetto delle direttive Europee ed internazionali (IMO), l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, ha indetto un avviso pubblico, per l’individuazione della migliore idea progettuale per la costruzione di un deposito costiero onshore o galleggiante di Gas Naturale Liquefatto (GNL) all’interno del Porto di Augusta, Porto Core della rete Ten-T.

A seguito della citata evidenza pubblica è stata acquisita la manifestazione di interesse della Restart Consulting Srl.

L’area oggetto del progetto proposto è inserita all’interno del porto di Augusta (SR), presso il Pontile Consortile. Il progetto contempla diverse modalità di rifornimento di Gas Naturale Liquefatto, quello destinato: principalmente ai i mezzi di trasporto navali ed ai mezzi di trasporto terrestri. È noto, infatti, che l’industria navale ha orientato da tempo l’interesse a questa fonte di propulsione ed a tal fine, per un Porto industriale quale quello di Augusta, offrire stazioni di rifornimento, nell’arco temporale di 18 mesi, costituisce un’occasione imperdibile per lo sviluppo economico diretto ed indiretto della Sicilia Orientale e del Paese.

Successivamente, il progetto potrà prevedere, nelle aree del retroporto, la realizzazione della catena del freddo da porre a disposizione degli operatori locali e la produzione di energia elettrica, per l’ulteriore elettrificazione delle banchine.

“Siamo molto orgogliosi della realizzazione di questo progetto in tempi brevi” afferma Andrea Annunziata, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, “Saranno investiti circa 50 milioni di euro per la creazione di un deposito costiero di GNL che, oltre a risolvere molti problemi di natura ambientale, avrà anche una notevole ricaduta occupazionale, dato che offrirà opportunità di lavoro a 50 unità che opereranno direttamente e ad altre 250 che lavoreranno nell’indotto. Stiamo operando una vera e propria rivoluzione ambientale. Sicurezza e ambiente sono due elementi fondamentali per il recupero della centralità logistica dei nostri Porti nel Mediterraneo e un ulteriore asso nella manica per un’isola come la Sicilia, naturalmente votata al turismo, che grazie allo sviluppo di un vero e proprio modello di gestione integrata, uso del GNL e rifornimento di energia da fonti rinnovabili, potrà diventare un polo di convergenza delle rotte che attraversano il corridoio Scandinavo-Mediterraneo”.

“Già da tempo” prosegue Annunziata, “ci siamo attivati per diventare Green Ports. Solo per citare un esempio, abbiamo partecipato al Gainn4Core, una costola del progetto Gainn.It che si propone di concepire ed implementare, nel periodo 2017-2030, la rete infrastrutturale italiana per l’impiego di carburanti alternativi per i trasporti terrestri, garantendo la continuità della catena transnazionale di distribuzione dei carburanti alternativi”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

La Regione Lazio adotta il Piano della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica

La Regione Lazio ha adottato il Piano della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica. La redazione del documento, supportata dall’Università La Sapienza, è iniziata nella...

MAN: un video sui benefici dell’elettrico per usare meglio il van eTGE

Video tutorial per sensibilizzare e raccontare le potenzialità della mobilità a zero emissioni: è l’iniziativa che MAN ha abbinato al nuovo eTGE, il suo furgone elettric...

Sostenibilità: nuovi camion privi di fossili entro il 2040, industria e scienza uniscono le forze

In una dichiarazione senza precedenti, i produttori di autocarri europei concordano che entro il 2040 tutti i nuovi camion venduti dovranno essere privi di fossili per eliminare il carbonio entro il...

Il car sharing crea spazio urbano: lo studio del MIT di Boston

I numeri dello sharing in Italia stanno crescendo.Secondo gli studi più recenti, infatti, la condivisione, se si considerano tutti i modi di trasporto, conta attualmente ben 5 milioni di...

Dal Mise 100 milioni di euro per sostenere le imprese che investono nella mobilità sostenibile

Sostenere gli investimenti delle imprese produttrici di beni e servizi nella filiera dei mezzi di trasporto pubblico su gomma e di sistemi intelligenti per il trasporto. Una direttiva del Ministro...

Trasporto pubblico: in arrivo 1,150 miliardi ai Comuni per rinnovare il parco autobus

Risorse per complessivi 1,150 miliardi di euro a favore di tutti i comuni sopra i 100 mila abitanti per rinnovare il parco autobus del trasporto pubblico. La Conferenza Stato Regioni ha dato il...

Torino: la flotta Gtt cresce con 20 nuovi autobus Mercedes Conecto

Il trasporto pubblico nella Città di Torino si arricchisce di 20 nuovi autobus Mercedes Conecto, 12 veicoli autosnodati da 18 metri ad alimentazione tradizionale Euro VI e 8 veicoli da 12...

Utility Day 2020: Enel X presente alla sesta edizione. Soluzioni smart, sostenibilità ed elettrificazione al centro degli interventi

Enel X ha partecipato all’ultima edizione dell'Utility Day 2020. Andrea Scognamiglio, Head of Global eHome, è interventuto per illustrare le nuove soluzioni smart e sostenibili per...