Sezione: Merci

Piano nazionale di ripresa: Assarmatori contro il taglio dei fondi per la flotta delle navi traghetto

CONDIVIDI

venerdì 8 gennaio 2021

"Un errore fatale perché viene sprecata un’occasione storica di rinnovare la flotta italiana di navi traghetto, di renderla efficace ed efficiente rispetto alle esigenze di rilancio dell’economia nazionale, e di farne una punta di diamante nel quadro della nuova sostenibilità ambientale rendendo la flotta italiana sempre più compatibile con le nuove norme europee che anticipano al 2030 i limiti alle emissioni originariamente previsti per scadenze molto più lontane".
È questo il commento del Presidente di Assarmatori, Stefano Messina, sull’ultima bozza del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) in cui è stato cancellato l’investimento pubblico di 2 miliardi di euro per rinnovare le flotte nel corto e nel lungo raggio, che già nel precedente documento era stato ridimensionato in 670 milioni (a fronte di un allargamento della platea dei beneficiari a navi da crociera e a ben 60 mezzi delle Capitanerie di Porto).


L'appello di Assarmatori al Governo

Il Presidente di Assarmatori ha lanciato un appello al Governo, affinché quello che è stato definito "un Piano Marshall per lo shipping italiano non sia azzerato vanificando le possibilità di rivitalizzare il settore del trasporto marittimo che, nonostante sia stato duramente colpito dalla crisi derivata dalla pandemia da Covid, continua però a garantire i servizi e l’occupazione dei marittimi".

"È necessario – afferma Stefano Messina – ritornare all’impianto originale del PNRR, con il sostegno all’investimento privato, sia per il corto che per il lungo raggio (500 milioni per il primo segmento e 1,5 miliardi di euro per il secondo), cifre che consentirebbero di far leva con gli investimenti degli armatori, il sostegno di Cassa Depositi e Prestiti e del sistema bancario, in modo da avviare la costruzione di decine di unità per un investimento complessivo che potrebbe superare i 7 miliardi di euro in gran parte coinvolgendo la cantieristica nazionale e l’indotto locale".

"Il PNRR – conclude Messina – è infatti un’occasione imperdibile anche per rilanciare questo settore con il suo indotto e la sua occupazione specializzata che ad oggi ha un grande bisogno di commesse per la disponibilità delle sue competenze e per la sua tradizione".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Assarmatori-Confitarma: firmato accordo di rinnovo CCNL del settore marittimo

Confitarma, Assarmatori, Assorimorchiatori e Federimorchiatori hanno sottoscritto oggi a Roma con Filt-CGIL, Fit-CISL e Uiltrasporti l’accordo per il rinnovo di tutte le sezioni del contratto...

Navi cargo: esercitazione anti pirateria della Marina Militare Italiana

Nelle acque del Golfo di Guinea, su una nave MSC, è stato sperimentato il protocollo anti-pirati della Marina Militare Italiana. Un esercitazione antipirateria ha coinvolto la fregata...

Assarmatori: all'assemblea annuale i progetti alla luce delle risorse del Recovery Fund

Si è tenuto oggi, alla presenza della ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, l’annual meeting di Assarmatori, la confederazione che riunisce gli armatori...

Firmato contratto di affidamento per la realizzazione dell’ Hub Portuale di Ravenna

Firmato questa mattina il contratto di affidamento per la realizzazione del Progetto “Hub Portuale di Ravenna”. Il compito di avviare l’opera, strategica per il territorio in...

Contship Italia presenta gli obiettivi al 2024: impegno strategico per La Spezia Container Terminal

Incrementare, entro il 2024, l’offerta verso i vettori globali con oltre 1,8 milioni di TEU di nuova capacità di movimentazione nei propri terminal gateway e di transhipment.Raggiunger...

Naples Shipping Week: presentato il 7° Rapporto Italian Maritime Economy, al centro l'impatto del Covid-19

Gli impatti della pandemia Covid-19 sul nostro sistema logistico-marittimo. Questo il focus del Settimo Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy” che Srm, il Centro Studi collegato al...

Messina (Assarmatori): presenza di navi della Marina Militare garanzia e sollievo per unità mercantili a rischio pirateria

“In uno scenario globale, dove le zone a “rischio di pirateria” per unità mercantili stanno diventando sempre più numerose e dove gli attacchi alle navi stanno...

GNV: due nuove unità per potenziare il comparto merci per la Sicilia

GNV potenzierà le linee da e per la Sicilia grazie al noleggio delle due navi Forza e Tenacia che entreranno a far parte della flotta della compagnia a partire dal 15 ottobre. Le due...