Sezione: Merci

Donne e mare: parte un progetto per una partecipazione più attiva

CONDIVIDI

giovedì 26 novembre 2020

Accrescere la presenza delle donne nel settore marittimo in Ue. È questo l’obiettivo che si pongono in una dichiarazione congiunta ECSA e ETF WESS, le organizzazioni delle parti sociali riconosciute dall'UE nel rappresentare gli interessi dei datori di lavoro e dei dipendenti nel Comitato del dialogo sociale per il settore dei trasporti marittimi.
Nell'attuazione delle azioni prioritarie individuate, i due enti saranno supportati da "Image Line Communications" come agenzia principale.

Il progetto ECSA – ETF WESS mira a contribuire a un ambiente di lavoro attraente, intelligente e sostenibile, sostenendo il lavoro per l'occupazione, la crescita e la competitività del mondo della navigazione.

Image Line Communications lavorerà su una campagna di sensibilizzazione e un lavoro di ricerca per identificare buone pratiche di misure per migliorare il reclutamento e la fidelizzazione delle donne nel settore, comprese le misure per affrontare le politiche di genere sul posto di lavoro.

“Un'industria marittima dell'UE più equilibrata tra i sessi migliorerà la cultura, la sostenibilità e la produttività. Siamo orgogliosi di essere i promotori di un simile sforzo industriale congiunto che porterà più donne a bordo ", ha affermato Tim Springett, presidente della commissione per gli affari sociali dell'ECSA e portavoce del dialogo sociale.

“Questo è un lavoro importante, che esamina le barriere che devono affrontare le donne nell'industria marittima e l'uguaglianza di genere. Questo progetto riguarda la parità di rispetto, diritti e opportunità per tutti ", ha aggiunto Mark Dickinson, presidente della commissione UE per i trasporti marittimi dell'ETF e portavoce del dialogo sociale.

Sue Terpilowski, amministratore delegato di Image Line Communications, in associazione con Kate Pike e Julie Lithgow, ritiene che evidenziare i ruoli attuali e futuri delle donne nel settore delle spedizioni sia qualcosa che il team non potrebbe permettere di passare senza coinvolgimento: “Il nostro obiettivo è lo sviluppo di un ambiente di lavoro sostenibile nel settore della navigazione per le donne, nonché la creazione di consapevolezza di quanto siano importanti a beneficio dell'intero settore industriale. La nostra esperienza e conoscenza del mondo della navigazione si basa su molti anni di lavoro nel settore marittimo in materia di comunicazioni, logistica, ricerca e questioni operative. La vittoria di questa gara ci dà l'opportunità di portare questi problemi a un pubblico più ampio e dimostrare la necessità di una maggiore diversità in questo settore globale vitale".

European Community Shipowners 'Associations (ECSA) è stata fondata nel 1965 e rappresenta le associazioni nazionali degli armatori dell'UE, del Regno Unito e della Norvegia. Gli armatori europei controllano il 39,5% della flotta commerciale globale, contribuiscono per 149 miliardi al PIL dell'UE e forniscono 2 milioni di europei con carriere sia a bordo che a terra.

La Federazione europea dei lavoratori dei trasporti (ETF) abbraccia i sindacati dei trasporti dell'Unione europea, dello Spazio economico europeo e dell'Europa centrale e orientale. L'ETF rappresenta oltre 5 milioni di lavoratori dei trasporti provenienti da oltre 200 sindacati dei trasporti e 41 paesi europei.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...

Trasporto pubblico: ad Ancona parte un progetto per formare nuovi manager

Nasce ad Ancona ELPT (Expert in Local Public Transport), un progetto internazionale per la formazione dei nuovi manager per le aziende del Tpl. Promosso da Conerobus Service, partecipata di...

Tassazione Porti: Mit, avviato dialogo con la Commissione Europea

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha avviato un confronto con la Commissione Europea sul tema della tassazione dei porti, per definire una soluzione adeguata. Lo ha dichiarato la...

Anas: un miliardo per le Smart Road

Tra i progetti dell'Unione europea dedicati alla mobilità, quello relativo alla sicurezza stradale è senz'altro uno dei più importanti. Le istituzioni Ue hanno fissato a tal...

De Micheli a Confartigianato Trasporti: autotrasporto settore strategico del Paese

“In questi mesi tutta l’Italia si è resa conto di cosa rappresenta l’autotrasporto nel nostro Paese e della fatica quotidiana che sopportate nell’esercitare la vostra...

Trasporto merci: il Consiglio Ue invita la Commissione a elaborare Piano di emergenza in caso di pandemia

Il Consiglio europeo ha adottato nei giorni scorsi conclusioni nelle quali si invita la Commissione a elaborare rapidamente un Piano di emergenza per il settore europeo del trasporto di merci in caso...

Caos Brexit: nuove dogane interne per evitare code Tir

  Un piano per costruire dieci dogane interne per alleviare la congestione di trasporti pesanti al confine dopo la fine del periodo di transizione della Brexit. Lo ha annunciato il governo...

Piano Europeo di Emergenza Pandemica: De Micheli, tutelare sicurezza e libera circolazione delle merci

  La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli è intervenuta nel corso di una videoconferenza del Consiglio Europeo dei Trasporti dedicato alla definizione di un...