Sezione: Merci

Civitavecchia: al porto arriva Pino Musolino

CONDIVIDI

lunedì 21 dicembre 2020

“Onorato e felice di essere stato nominato presidente di questa Adsp. Sento già un grande calore ma al contempo grande preoccupazione da parte del territorio: sento una grande responsabilità che onorerò con tutto il mio impegno e le competenze di cui dispongo”.
Lo ha detto oggi Pino Musolino nella conferenza stampa di presentazione del suo nuovo incarico come presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, l'ente pubblico che rappresenta i porti di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

“La situazione non è facile: viviamo una crisi di cui non vediamo alcuna definizione. Ancora oggi le mutazioni del virus non ci fanno sperare in una rapida fine della pandemia e gravi difficoltà che ricadono sulla filiera logistica e sull’autotrasporto. È necessario lavorare per recuperare la piena attività”.

Musolino ha spiegato che è già stato fatto molto rispetto allo sviluppo, ma “ora serve definire l’identità: i porti del Lazio devono avere un ruolo netto per lo sviluppo dell’economia regionale, ma è necessario guardare oltre i confini. Ci sono questioni non risolte da affrontare; prima di insediarmi ho allacciato rapporti con le amministrazioni del territorio e con gli stakeholder perché ritengo che trasparenza e condivisione debbano essere alla base. Il massimo risultato si ottiene solo con un lavoro di sinergia e condivisione dei percorsi di sviluppo”.
 
“Veniamo da un momento di grande difficoltà ed è necessario quindi motivarci prendendo coscienza di essere una realtà non marginale all’interno dei 16 sistemi portuali italiani, in una squadra non deve esserci spazio per gli egoismi. Dobbiamo lavorare per migliorare le potenzialità dei porti di Civitavecchia, Gaeta e Fiumicino coinvolgendo quindi tutto il sistema legato a interporti, ferrovie, infrastrutture, shift modale e intermodalità. I porti hanno il compito di compensare anche gli effetti negativi della loro presenza sul territorio: un porto moderno deve costruire percorsi sostenibili dal punto di vista sociale, economico, ambientale ma anche culturale. L’identità storica e di sviluppo delle città portuali non va trascurata, dobbiamo riannodare questo rapporto affinché le tre città di riferimento si sentano orgogliose”.
Sul fronte bilancio, Musolino ha spiegato che “la situazione non mi fa partire con cuore leggerissimo, ma sono ottimista: arriveremo al traguardo più leggeri. Presenteremo presto al ministero le ipotesi per il superamento di questa fase, legata a contenziosi pregressi ma anche agli squilibri dettati dalla pandemia. Partiamo da un momento di criticità, quindi occorre che i player istituzionali ci diano una mano: ci sono interlocuzioni aperte con il governo, con la regione, e con le città. Abbiamo le condizioni per superare fase di criticità”.

In merito alla questione del nuovo regime di tassazione richiesto dall’Ue, Musolino ha detto che si sta lavorando per ridurne l’impatto e per spiegare al meglio le ragioni del sistema porti: “Sicuramente sarà difficile non concedere qualcosa, quello che auspichiamo è che non si apra una nuova riforma portuale che ci metta in difficoltà, considerando che ancora non è stata completamente applicata la precedente”.
Mentre gli aspetti legati alla realizzazione della zona logistica semplificata del Tirreno Centro Settentrionale, il nuovo presidente ha detto che è stato individuato un coordinamento pieno con tutti gli attori coinvolti per quanto concerne la fase teorica, in vista della messa in cantiere: “Ora dobbiamo accelerare gli aspetti di elaborazione pratica coordinandoci con i player: l’obiettivo è far lavorare meglio imprenditori e industria”. Il segretario generale dell’Adsp non è ancora stato individuato, “ma stiamo facendo un ragionamento complessivo con territori e istituzioni con un identikit già tracciato”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Porto di Civitavecchia: sottoscritto accordo di programma col Mit e aggiudicate gare

Si sono concluse le gare e sono stati firmati i decreti di aggiudicazione di due interventi riguardanti la progettazione definitiva ed esecutiva relativa alla riorganizzazione del sistema ferro...

Porto di Civitavecchia, accordo con Rfi per potenziamento del penultimo miglio ferroviario

Firmato l’accordo tra AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale e Rete Ferroviaria Italiana S.p.A per il potenziamento del penultimo miglio ferroviario del Porto di Civitavecchia. A siglare...

Nuovo traffico commerciale nel porto di Gaeta

“Prysmian Group” di Milano ha ottenuto, per il tramite della Società Futura srl, che ne cura la logistica, la possibilità di operare e servirsi del porto commerciale di...

Porti del Lazio all’insegna dell’ecosostenibilità: interamente alimentati con lampade a LED

Porti di Roma e del Lazio sempre più ecosostenibili. Firmato un addendum tra il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Francesco Maria...

Porto di Civitavecchia, procedono i lavori del nuovo pontile per le Autostrade del Mare

Ripresi a pieno ritmo i lavori della nuova banchina della darsena traghetti nel Porto di Civitavecchia, nell’ambito del progetto ‘‘BClink: MoS for the future”. Il...

Porto di Civitavecchia: l’UE approva il progetto “YEP-MED”

Il progetto "YEP-MED” (Youth Employment in Ports of MEDiterranean), in cui l'AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale è l'unico partner italiano presente, si aggiudica la...

Coronavirus, l’impegno dell’AdSP Mar Tirreno Centro Settentrionale per il cluster portuale locale

L’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale al fianco del cluster portuale locale per fronteggiare le conseguenze derivanti dall'epidemia di Coronavirus.  “I porti del Network...

Porto di Civitavecchia: di Majo apre un tavolo di crisi e ringrazia tutti gli operatori

L’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale chiede un Tavolo del Porto “per fare il punto innanzitutto sulla situazione attuale e, poi, sulle conseguenze a breve e lungo termine...