Porto Marghera: in gara la gestione del punto franco

mercoledì 6 luglio 2016 11:17:55

Dopo una prima fase di start up, il punto franco di Porto Marghera, posizionato tra la fine di via dell’Azoto, lo scalo ferroviario ed il varco di accesso al Porto, è pronto per ulteriori sviluppi. L’attuale concessione scadrà il 18 di agosto e sono già state ricevute due istanze, da parte di Autamarocchi e di Sidersped (attuale gestore), per l’assegnazione e la gestione dell’area. Le due istanze saranno vagliate dall’Autorità Portuale assieme ad altre che potranno pervenire entro il prossimo 20 luglio.

La concessione verrà assegnata per almeno 5 anni e ricadrà sulla società che meglio saprà sfruttare e far fruttare il beneficio di essere uno dei porti italiani a godere di un’area a regime doganale “speciale”.  La riattivazione del Punto Franco è un privilegio che l’Unione Europea riconosce in Italia solo a Venezia, oltre che a Trieste, e un asset sul quale è necessario puntare in un momento nel quale l’economia italiana e del Nord Est è fortemente ‘sbilanciata’ su traffici extracomunitari e, in particolare, su quelli relativi alla sponda sud del Mediterraneo, dal Marocco alla Turchia.

Da maggio 2016 ad oggi l’area è stata utilizzata per merci sia in import che in export. In questo periodo l’Autorità e gli operatori locali hanno fortemente voluto puntare su questa peculiarità proprio per far fronte a mutate necessità di espansione delle imprese sui mercati esteri a differenza del passato. In particolare sono state realizzate operazioni di lavorazione di merci allo stato estero e sono stati depositati e assemblati per la spedizione colli eccezionali in attesa di essere spediti verso mercati extraeuropei e Medio Oriente.

Il mese scorso le istituzioni locali e Confindustria Venezia-Rovigo, anche grazie al supporto del Viceministro Enrico Zanetti, hanno chiesto al Governo di poter estendere la zona franca anche in altre aree di Porto Marghera, uno sviluppo che consentirà quindi di offrire nuovi servizi alle imprese e alle merci, nonché di attrarre nuovi traffici al Porto di Venezia.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Venezia: concessione fino al 2024 per Pilkington. Rilancio per lo stabilimento a Porto Marghera

Si è concluso positivamente l’iter che ha condotto alla stipula della concessione pluriennale che l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale ha...

Venezia: siglato accordo con Tianjin per sviluppo congiunto dei porti

Alla presenza del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha firmato l’accordo di cooperazione con Shan Zefeng (Vice Governatore di Tianjin Binhai) per lo...

Venezia: nuove banchine per Cereal Docks e Grandi Molini

L’Autorità Portuale di Venezia ha affidato i lavori, co-finanziati dal Ministero per lo Sviluppo Economico con l'approvazione del Comune di Venezia e della Regione Veneto, per la...