Porti: a Civitavecchia il convegno di Intesa San Paolo per presentare il 5° rapporto Italian Maritime Economy

giovedì 11 ottobre 2018 16:59:32

Le vie del mare asset strategici per lo sviluppo del territorio laziale. I porti italiani crescono grazie alla crescente importanza della componente internazionale del trasporto marittimo. Nello Short Sea Shipping siamo sempre leader nel Mediterraneo. L'Italia ha le potenzialità per proporsi come punto strategico di imbarco e sbarco e come hub logistico per le 'Silk 
Ships' (Navi che percorrono la Via della Seta). È quanto emerso dal 5° rapporto 'Italian Maritime Economy' di Srm, presentato nel corso di un convegno dedicato all'Economia del mare e organizzato da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il centro studi, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e l'Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Civitavecchia, svoltosi presso la Sala Convegni del Molo Vespucci a Civitavecchia.

In particolare, il focus di Srm ha messo in evidenza il grande ruolo che il sistema marittimo e portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta svolge per la crescita del territorio e ha sottolineato quali sono in prospettiva i nuovi driver da sviluppare per far sì che lo scalo sia sempre più protagonista con investimenti infrastrutturali e l'attrazione di investimenti imprenditoriali. "Nel Lazio le imprese agganciate al sistema marittimo sono oltre 33mila e generano qualcosa come 7,5 miliardi di euro di valore aggiunto e 134mila posti di lavoro. Civitavecchia ha registrato nel 2017 la movimentazione di 17 milioni di tonnellate cargo e, con 2,2 milioni di passeggeri, è il primo scalo crocieristico d'Italia ed il secondo d'Europa", ha spiegato Pierluigi Monceri, direttore regionale Lazio, Sardegna Sicilia Intesa Sanpaolo.

"La cosiddetta economia del mare costituisce un asset di crescita e 
sviluppo sempre più strategico e la connessione tra tutti gli attori coinvolti deve essere sempre più forte. La geografia non basta e i competitor sono sempre più agguerriti: occorre consapevolezza del nostro ruolo e delle nostre potenzialità per non perdere le opportunità connesse a questo grande settore. Il Gruppo Intesa Sanpaolo sostiene il settore dei trasporti e della logistica convinto che imprese e infrastrutture di questo settore rappresentino un patrimonio dell'Italia e, nel caso specifico al centro dei lavori di oggi, di Civitavecchia e del Lazio", ha concluso Monceri.



© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Napoli, Shipping and the Law: Mattioli ottimista sulla ripresa del settore

lunedì 15 ottobre 2018 15:56:20
Lo shipping italiano guarda con ottimismo alle opportunità di crescita dei mercati marittimi e fondamentale è che possa contare sul...

Grimaldi potenzia i collegamenti merce tra Nord Italia e regione Sardegna

venerdì 12 ottobre 2018 10:16:06
Nuova linea merci tra Genova e Porto Torres a partire dal prossimo 13 ottobre. Il Gruppo Grimaldi potenzia i propri collegamenti per il trasporto merci tra...

Sostenibilità: MSC Crociere elimina la plastica monouso e introduce prodotti eco-friendly

giovedì 11 ottobre 2018 12:54:27
MSC Crociere ha presentato oggi un nuovo capitolo del suo programma di gestione ambientale, annunciando l'impegno ad eliminare la plastica monouso dall'intera...

Trasporto sostenibile: a Pisa la prima infrastruttura mobile del Mar Mediterraneo dedicata al Gnl

giovedì 11 ottobre 2018 14:14:36
Prende avvio la rete italiana del Gas Naturale Liquefatto. Consegnati negli stabilimenti di Gas and Heat Spa a Pisa, due serbatoi criogenici che verranno...

Porti: a Civitavecchia il convegno di Intesa San Paolo per presentare il 5° rapporto Italian Maritime Economy

giovedì 11 ottobre 2018 16:59:32
Le vie del mare asset strategici per lo sviluppo del territorio laziale. I porti italiani crescono grazie alla crescente importanza della componente...