Porti: a Civitavecchia il convegno di Intesa San Paolo per presentare il 5° rapporto Italian Maritime Economy

giovedì 11 ottobre 2018 16:59:32

Le vie del mare asset strategici per lo sviluppo del territorio laziale. I porti italiani crescono grazie alla crescente importanza della componente internazionale del trasporto marittimo. Nello Short Sea Shipping siamo sempre leader nel Mediterraneo. L'Italia ha le potenzialità per proporsi come punto strategico di imbarco e sbarco e come hub logistico per le 'Silk 
Ships' (Navi che percorrono la Via della Seta). È quanto emerso dal 5° rapporto 'Italian Maritime Economy' di Srm, presentato nel corso di un convegno dedicato all'Economia del mare e organizzato da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con il centro studi, l'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e l'Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Civitavecchia, svoltosi presso la Sala Convegni del Molo Vespucci a Civitavecchia.

In particolare, il focus di Srm ha messo in evidenza il grande ruolo che il sistema marittimo e portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta svolge per la crescita del territorio e ha sottolineato quali sono in prospettiva i nuovi driver da sviluppare per far sì che lo scalo sia sempre più protagonista con investimenti infrastrutturali e l'attrazione di investimenti imprenditoriali. "Nel Lazio le imprese agganciate al sistema marittimo sono oltre 33mila e generano qualcosa come 7,5 miliardi di euro di valore aggiunto e 134mila posti di lavoro. Civitavecchia ha registrato nel 2017 la movimentazione di 17 milioni di tonnellate cargo e, con 2,2 milioni di passeggeri, è il primo scalo crocieristico d'Italia ed il secondo d'Europa", ha spiegato Pierluigi Monceri, direttore regionale Lazio, Sardegna Sicilia Intesa Sanpaolo.

"La cosiddetta economia del mare costituisce un asset di crescita e 
sviluppo sempre più strategico e la connessione tra tutti gli attori coinvolti deve essere sempre più forte. La geografia non basta e i competitor sono sempre più agguerriti: occorre consapevolezza del nostro ruolo e delle nostre potenzialità per non perdere le opportunità connesse a questo grande settore. Il Gruppo Intesa Sanpaolo sostiene il settore dei trasporti e della logistica convinto che imprese e infrastrutture di questo settore rappresentino un patrimonio dell'Italia e, nel caso specifico al centro dei lavori di oggi, di Civitavecchia e del Lazio", ha concluso Monceri.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Sardegna: Mit, ripartono i collegamenti marittimi per i passeggeri

venerdì 5 giugno 2020 09:56:47
A partire da oggi, venerdì 5 giugno, riapre il traffico passeggeri non residenti da e per la Sardegna. In principio, stando a specifiche richieste...

Confitarma, traghetti per la Sardegna: il decreto del 2 giugno è da rivedere

giovedì 4 giugno 2020 13:08:18
Confitarma invita il governo a rivedere il decreto n. 227 del 2 giugno 2020 che limita fino al 12 giugno il trasporto marittimo di viaggiatori di linea da e...

Traghetti Sardegna: anche Conftrasporto chiede di intervenire sul decreto del 2 giugno

giovedì 4 giugno 2020 14:10:04
Anche il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè ribadisce la necessità di intervenire sul decreto del 2 giugno scors...

Economia del mare: incontro tra De Micheli e operatori per rilanciare il comparto dopo il Covid19

giovedì 4 giugno 2020 16:33:05
Rimettere in moto l’economia del mare dopo la crisi da Covid19 con un protocollo di regole sanitarie e organizzative condiviso e misure economiche di...

Federlogistica-Conftrasporto: decreto in extremis mette a rischio turismo marittimo da e per Sardegna

mercoledì 3 giugno 2020 14:59:12
Il decreto firmato  a sorpresa ieri in extremis dai ministri Speranza e De Micheli che impedirebbe  il trasporto marittimo da e verso la Sardegna a...