Napoli: Trasportounito, incontro su misure urgenti per i mezzi pesanti nei porti

venerdì 10 agosto 2018 09:51:36

Si è svolto presso l’Autorità portuale di Napoli, il tavolo di confronto tra una delegazione di Trasportounito e i rappresentanti dell’Agenzia delle Dogane, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto, dei Terminal Conateco, Flavio Gioia e Soteco. Al centro del dibattito, i problemi operativi per la circolazione dei mezzi pesanti nel porto di Napoli legati, in particolare, alle lunghe ore di attesa per effettuare le operazioni di import ed export: situazione che nei periodi di picco dell’anno rischia di incidere in modo negativo sull’operatività dell’intero sistema, e di avere ripercussioni rilevanti sulla sicurezza all’interno dello scalo partenopeo.

Dopo le segnalazioni e le lettere di denuncia dei giorni scorsi, i rappresentanti di Trasportounito hanno evidenziato alle Istituzioni e agli operatori il "grandissimo stato di difficoltà" in cui le imprese sono costrette a lavorare. Tra i maggiori disservizi segnalati, quelli relativi ai tempi per accedere al porto e al terminal Conateco attraverso i gate-in, e quelli legati all’uscita dei contenitori a causa del cattivo funzionamento dei varchi commerciali del Porto di Napoli.

I partecipanti alla riunione hanno stabilitoquindi alcune misure da attuare nel brevissimo periodo, che prevedono la riapertura del varco Sant’Erasmo per permettere l’uscita dei vuoti, il rafforzamento del varco Bausan per l’uscita dei contenitori stessi,  l’estensione della fascia oraria del terminal Conateco.

Infatti la Conateco dal mese di settembre si è resa disponibile ad allungare l’orario di apertura del terminal fino a ipotizzare un’operatività H24 e per la settimana di Ferragosto si è impegnata a valutare la possibilità di allungare di un’ora l’apertura dei terminal. Soddisfazione è stata espressa dal segretario regionale di Trasportounito Attilio Musella che, nel ribadire la necessità di costituire un tavolo permanente con l’intento di analizzare costantemente lo stato dell’arte dello scalo partenopeo, ribadisce la necessità di interventi strutturali per risolvere le inefficienze croniche che si riscontrano nel porto di Napoli. Le parti si sono date appuntamento alla prima settimana di settembre per aggiornarsi sullo stato delle operazioni.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Napoli, Shipping and the Law: Mattioli ottimista sulla ripresa del settore

lunedì 15 ottobre 2018 15:56:20
Lo shipping italiano guarda con ottimismo alle opportunità di crescita dei mercati marittimi e fondamentale è che possa contare sul...

Grimaldi potenzia i collegamenti merce tra Nord Italia e regione Sardegna

venerdì 12 ottobre 2018 10:16:06
Nuova linea merci tra Genova e Porto Torres a partire dal prossimo 13 ottobre. Il Gruppo Grimaldi potenzia i propri collegamenti per il trasporto merci tra...

Sostenibilità: MSC Crociere elimina la plastica monouso e introduce prodotti eco-friendly

giovedì 11 ottobre 2018 12:54:27
MSC Crociere ha presentato oggi un nuovo capitolo del suo programma di gestione ambientale, annunciando l'impegno ad eliminare la plastica monouso dall'intera...

Trasporto sostenibile: a Pisa la prima infrastruttura mobile del Mar Mediterraneo dedicata al Gnl

giovedì 11 ottobre 2018 14:14:36
Prende avvio la rete italiana del Gas Naturale Liquefatto. Consegnati negli stabilimenti di Gas and Heat Spa a Pisa, due serbatoi criogenici che verranno...

Porti: a Civitavecchia il convegno di Intesa San Paolo per presentare il 5° rapporto Italian Maritime Economy

giovedì 11 ottobre 2018 16:59:32
Le vie del mare asset strategici per lo sviluppo del territorio laziale. I porti italiani crescono grazie alla crescente importanza della componente...