MSC Crociere, continua l’impegno in chiave ambientale. Avviata la produzione di 5 navi alimentate a GNL

lunedì 4 novembre 2019 13:22:18

Continua l’impegnodi MSC Crociere in chiave ambientale per raggiungereuna flotta a impatto zero. Consegnata MSC Grandiosa, una delle navi più avanzate al mondo dal punto di vista ecologico e avviata la costruzione di MSC Europa, la prima nave World Class alimentata a GNL, cui seguiranno altre 4 navi con un investimento complessivo di 5 miliardi.

“MSC Crociere – spiega Pierfrancesco Vago, Presidente Esecutivo di MSC Cruises presente al tradizionale taglio della lamiera della MSC Europa - ha assunto fin dall’inizio un forte impegno per ridurre al minimo il nostro impatto ambientale sia in mare che a terra grazie all’utilizzo di soluzioni innovative e ad efficaci tecnologie di cui sono dotate le nostre navi”.

Vago ha concluso: “Il nostro percorso di sostenibilità e di attenzione verso le comunità portuali in cui operiamo non si ferma qui. Ogni nuova nave travalica i confini dell’innovazione in termini di tecnologia ambientale […]. È in corso lariqualificazione e l’aggiornamento della nostra flottaesistente - una delle più moderne - con le ultime tecnologie disponibili realizzate per migliorare le prestazioni ambientali di tutte le nostre navi”.

MSC Grandiosa

La cerimonia di consegna della nuova ammiraglia di MSC Crociere da parte di Chantiers de l’Atlantique, società tra i leader mondiali nella costruzione navale, si è svolta alla presenza di Gianluigi Aponte, presidente del gruppo MSC.

“La consegna di MSC Grandiosa e l’inizio ufficiale della costruzione della prima nave della World Class – commenta Laurent Castaing, General Manager di Chantiers de l’Atlantique - sono due pietre miliari nella storia della nostra partnership con MSC Crociere. In Chantiers de l’Atlantique, siamo felici e orgogliosi di fornire ai nostri clienti privilegiati soluzioni all’avanguardia che riducono significativamente l’impatto ambientale delle navi. MSC Crociere può quindi beneficiare del risultato dei programmi di ricerca e sviluppo che abbiamo portato avanti negli ultimi dieci anni sui sistemi di risparmio energetico e tecnologie ecocompatibili”.

La nave è equipaggiata con tecnologie d’avanguardia e orientate a ridurre le emissioni e migliorare le prestazioni ambientali complessivesia in mare che a terra. Oltre a un sistema di pulizia ibrida dei gas di scarico a circuito chiuso (EGCS) che riduce le emissioni di zolfo delle navi del 97%, MSC Grandiosa sarà anche la prima nave di MSC Crociere a disporre di un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) che aiuta a ridurre l’ossido di azoto dell’80 per cento. Questa tecnologia di controllo attivo delle emissioni filtra l’ossido di azoto prodotto dal motore attraverso un catalizzatore convertendolo in azoto innocuo e acqua.

MSC Europa

La nave MSC Europa, appartiene alla World Class alimentata a GNL, sesto nuovo prototipo sviluppato da MSC Crociere. Le navi si caratterizzano per la loro architettura rivoluzionaria, con prestazioni ambientali e design ad alta efficienza energetica, inclusa una prua capace di migliorare ulteriormente la stabilità della nave e offrire un comfort ancora maggiore per gli ospiti. 

MSC Europa di stazza lorda di 205.700 tonnellate, entrerà in servizio a maggio 2022 e sarà la prima di quattro navi futuristiche della stessa classe che saranno costruite nel cantiere francese, le altre consegne sono attese per il 2024, il 2025 e il 2027.

Anche una nave della classe Meraviglia-Plus prevede la propulsione a GNL ed entrerà in servizio nel 2023.

PACBOAT

Innovativo progetto di ricerca e sviluppo presentato da MSC Crociere e Chantiers de l’Atlantique, l’annuncio è stato dato contestualmente alla firma dell’accordo tra i vari partner coinvolti.

Il PACBOAT si concentra sull’integrazione di una nuova tecnologia a celle a combustibile(fuel cell). Questo sistema produrrà elettricità e calore usando il GNL. L’ntegrazione della tecnologia SOFC (Solid Oxide Fuel Cell) a bordo di una nave da crociera è una novità di livello mondiale. La tecnologia SOFC offre un’ottima efficienza elettrica che arriva fino al 60% e, poiché il calore prodotto può essere riutilizzato a bordo, la sua efficienza complessiva - calore ed elettricità - è molto più elevata e comporta una riduzione diretta del consumo di energia. Questa soluzione alimentata a GNL ridurrebbe l’emissione di gas serra di circa il 30% rispetto a un motore GNL convenzionale, senza alcuna emissione di ossidi di azoto, ossidi di zolfo o polveri sottili. Inoltre, ha il vantaggio di essere compatibile con diversi tipi di carburante (GNL/metano, metanolo, ammoniaca, idrogeno, ecc.) e quindi anche con le loro future versioni a bassa emissione.

Leggi anche