Mare: il porto di Trieste apre all’Ungheria. Firmato contratto per un nuovo terminal

venerdì 5 luglio 2019 17:36:04

Sottoscritto a Trieste il contratto di compravendita tra il Governo Ungherese e i due soggetti privati, Teseco e Seastock, per la realizzazione di un nuovo terminal multipurpose.

Il nuovo accordo, siglato alla presenza del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell'Interno Matteo Salvini, del Ministro degli Affari Esteri e del Commercio dello Stato Ungherese Péter Szijjártó, del Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e del Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D'Agostino, comporterà un investimento, comprensivo dell'acquisto, della messa in sicurezza ambientale dell'area e dello sviluppo del progetto, di circa 100 milioni di euro. 

Documento strategico per il Friuli Venezia Giulia che, al netto della posizione già influente degli ultimi anni, configurerà ancor più l'area portuale triestina come hub strategico d'Europa, porta marittima e logistica dell'Europa continentale.  

“L'accordo siglato oggi rappresenta il compimento di un lavoro durissimo, iniziato nell'autunno del 2017 e per cui ringrazio sentitamente l'ambasciata italiana a Budapest, guidata dall'ambasciatore Massimo Rustico, la Regione Friuli Venezia Giulia e lo staff dell'Autorità di Sistema. Al contempo, è solo l'inizio di una fase più concreta di sviluppo, un grande risultato per il porto, la Regione e l'intero sistema Italia" - ha dichiarato il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D'Agostino - “Il regime di Porto Franco ha avuto un ruolo essenziale nel convincere l'Ungheria, che è uno dei mercati più dinamici con cui stiamo dialogando. Questo investimento riguarda attività ad altissimo valore aggiunto e apre a una nuova visione del porto di Trieste come area di interesse per gli investimenti di partner europei". 

L'area interessata dall'accordo è caratterizzata da una banchina con un pescaggio di 13 metri e sarà destinata in prevalenza al commercio estero ungherese. Comprensivo di un'ampia area logistica di retro-banchina adatta allo stoccaggio e alla manipolazione dellemerci, è collocato a Sud-Est dello scalo giuliano, è servito dalla ferrovia e misura circa 320.000 mq, di cui circa 60.000 mq di zona demaniale lungo costa amministrata dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale. 

L’accordo siglato gioverà al porto di Trieste su diverse questioni: dalla risoluzione dei fatti relativi allo stato di Sito Inquinato di interesse Nazionale (SIN), alla possibilità di attivare rapidamente sul sito, o su una porzione di esso, il regime di Porto Franco, passando per il ripristino e l'adeguamento dei raccordi ferroviari pubblici esistenti con la stazione Aquilinia.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Assarmatori contraria all'emendamento Confitarma nel Dl Rilancio

lunedì 1 giugno 2020 15:24:19
Assarmatori si dichiara contraria all'emendamento ispirato da Confitarma al Dl rilancio, che permette alle navi da crociera iscritte al Registro internazionale...

Rilancio porto di Civitavecchia: banchina 24 multipurpose e Piano di Sviluppo alla Regione

giovedì 28 maggio 2020 10:15:01
In campo azioni per il rilancio del comparto commerciale del porto di Civitavecchia per far fronte alla devastante crisi derivante dall’emergenza...

Dalla Regione Emilia Romagna 3 milioni per incentivare lo sviluppo dei servizi merci ferroviari e fluvio-marittimi

mercoledì 20 maggio 2020 13:38:25
Nell’ottica di ridurre inquinamento e congestione del traffico, via libera della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna alla graduatoria di un bando...

Una copertura radar europea a tutela delle aree marine protette

mercoledì 20 maggio 2020 14:32:45
Il progetto europeo Impact aggiunge alle proprie attività il potenziamento della rete transfrontaliera di misura e monitoraggio delle correnti...

La Spezia Container Terminal: Alfredo Scalisi è il nuovo AD

venerdì 15 maggio 2020 20:07:51
Alfredo Scalisi è stato nominato amministratore delegato di La Spezia Container Terminal S.p.A. Alfredo Scalisi ricopriva, dal 1 luglio 2019 la...