Mare: il porto di Trieste apre all’Ungheria. Firmato contratto per un nuovo terminal

venerdì 5 luglio 2019 17:36:04

Sottoscritto a Trieste il contratto di compravendita tra il Governo Ungherese e i due soggetti privati, Teseco e Seastock, per la realizzazione di un nuovo terminal multipurpose.

Il nuovo accordo, siglato alla presenza del Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell'Interno Matteo Salvini, del Ministro degli Affari Esteri e del Commercio dello Stato Ungherese Péter Szijjártó, del Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e del Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D'Agostino, comporterà un investimento, comprensivo dell'acquisto, della messa in sicurezza ambientale dell'area e dello sviluppo del progetto, di circa 100 milioni di euro. 

Documento strategico per il Friuli Venezia Giulia che, al netto della posizione già influente degli ultimi anni, configurerà ancor più l'area portuale triestina come hub strategico d'Europa, porta marittima e logistica dell'Europa continentale.  

“L'accordo siglato oggi rappresenta il compimento di un lavoro durissimo, iniziato nell'autunno del 2017 e per cui ringrazio sentitamente l'ambasciata italiana a Budapest, guidata dall'ambasciatore Massimo Rustico, la Regione Friuli Venezia Giulia e lo staff dell'Autorità di Sistema. Al contempo, è solo l'inizio di una fase più concreta di sviluppo, un grande risultato per il porto, la Regione e l'intero sistema Italia" - ha dichiarato il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D'Agostino - “Il regime di Porto Franco ha avuto un ruolo essenziale nel convincere l'Ungheria, che è uno dei mercati più dinamici con cui stiamo dialogando. Questo investimento riguarda attività ad altissimo valore aggiunto e apre a una nuova visione del porto di Trieste come area di interesse per gli investimenti di partner europei". 

L'area interessata dall'accordo è caratterizzata da una banchina con un pescaggio di 13 metri e sarà destinata in prevalenza al commercio estero ungherese. Comprensivo di un'ampia area logistica di retro-banchina adatta allo stoccaggio e alla manipolazione dellemerci, è collocato a Sud-Est dello scalo giuliano, è servito dalla ferrovia e misura circa 320.000 mq, di cui circa 60.000 mq di zona demaniale lungo costa amministrata dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale. 

L’accordo siglato gioverà al porto di Trieste su diverse questioni: dalla risoluzione dei fatti relativi allo stato di Sito Inquinato di interesse Nazionale (SIN), alla possibilità di attivare rapidamente sul sito, o su una porzione di esso, il regime di Porto Franco, passando per il ripristino e l'adeguamento dei raccordi ferroviari pubblici esistenti con la stazione Aquilinia.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Gruppo Moby: ricavi in crescita da merci e passeggeri

giovedì 12 settembre 2019 15:01:22
Il Gruppo Moby ha presentato oggi il bilancio semestrale che registra conti in netto miglioramento. Il margine operativo lordo (Ebitda) è balzato da...

Porto Canale Cagliari: revocata la licenza alla Cict. Parte la ricerca per nuovi investitori

martedì 10 settembre 2019 12:54:55
Il Porto Canale di Cagliari ritorna sul mercato per il rilancio del Transhipment in Sardegna. Il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema del...

Porto di Trieste: giovedì 19 settembre apre i battenti il Trieste Intermodal Day

lunedì 9 settembre 2019 14:33:01
Tecnologia, innovazione, ambiente, società, idee, business. Ecco alcuni degli ingredienti del "Trieste Intermodal Day - TID" in scena...

Puglia, firmato il decreto formale che istituisce la Zes Adriatica

giovedì 5 settembre 2019 11:19:54
La Zona Economica Speciale Interregionale "Adriatica" diventa realtà. Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, ha firmato il decreto di...

Terminal Container Cagliari: accordo per la Cassa Integrazione Straordinaria. Uiltrasporti chiede un nuovo futuro

mercoledì 4 settembre 2019 15:20:44
“L’accordo di Cassa Integrazione Straordinaria per i lavoratori portuali del Terminal Container di Cagliari, a cui si è giunti grazie al...