Grimaldi Armatori. Storia di una Famiglia e di un’impresa: un libro per celebrare 70 anni di attività

venerdì 2 dicembre 2016 11:02:57

Il viaggio lungo 70 anni di una grande famiglia di armatori, che ha fatto la storia della navigazione italiana dal dopoguerra ad oggi. Lo racconta il libro “Grimaldi Armatori. Storia di una Famiglia e di un’impresa”, scritto dai giornalisti Bianca d’Antonio e Justin Stares e nato da un’idea dei fratelli Gianluca e Emanuele Grimaldi: i figli del fondatore Guido Grimaldi, che oggi guidano l’azienda insieme al cognato Diego Pacella.

Da 70 anni la famiglia Grimaldi è a capo di un gruppo armatoriale italiano, che oggi dà lavoro a 13.000 persone e che nel 2015 ha trasportato in tutto il mondo via mare tre milioni di auto e tre milioni di passeggeri, grazie a una flotta di 130 navi di età media inferiore ai 12 anni. Nonostante le dimensioni globali, il Gruppo Grimaldi è ancora un’eccellenza esclusivamente italiana e saldamente legata a Napoli.

Il libro racconta la storia di questa famiglia, le cui radici affondano nel Medioevo e, in particolare, nella Genova del XIV secolo. Sin dall’inizio la vera forza dell’azienda risiede nella famiglia, da sempre coesa e unita di fronte alle difficoltà. E’ quanto emerge nel libro dal racconto di Donna Paola, vedova del fondatore Guido Grimaldi e madre degli attuali armatori Gianluca e Emanuele, nonché di Consuelo, Cosimo ed Amelia, che rievoca la lunga vita del marito – scomparso nel 2010. 

I cinque fratelli Grimaldi debuttano sin da subito nel traffico merci a cui presto abbineranno il trasporto passeggeri di linea: sono infatti gli anni del secondo dopoguerra, caratterizzati da una forte crescita dell’emigrazione, e la concorrenza del trasporto aereo – che in un secondo tempo li spingerà a convertire le navi passeggeri di linea in navi da crociera – è ancora lontana.

L'intuizione risale alla fine degli anni ’60, quando Guido Grimaldi inventa i collegamenti marittimi a corto raggio (antenati delle attuali Autostrade del Mare) per trasportare veicoli tra l’Italia e il resto dell’Europa. Gli anni successivi, fino ad oggi, sono un lungo percorso di espansione per un’azienda che ha superato eventi storici che hanno spesso sconvolto l’economia mondiale, quali la chiusura del Canale di Suez, l’innalzamento del costo del petrolio o la crisi dei noli.
Il libro è edito da Grimaldi & C. Editori.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Italian Cruise Day: Msc Crociere, nel 2019 4 milioni di crocieristi in 13 porti

venerdì 18 ottobre 2019 14:26:33
MSC Crociere chiuderà il 2019 superando la soglia dei 4 milioni di crocieristi movimentati grazie a 877 scali in 13 porti Italiani trainando la crescita...

Porto di Salerno, + 5,35% per il traffico ro-ro nei primi otto mesi del 2019

mercoledì 16 ottobre 2019 14:06:24
Il Porto di Salerno si consolida eccellenza nel traffico rotabile. Lo confermano i dati resi pubblici in questi giorni...

Cruise 2030: Call For Action. L'impatto ambientale delle navi da crociera in un incontro a Venezia

martedì 15 ottobre 2019 15:03:01
L’impatto economico e ambientale dell’industria crocieristica. Di questo discuteranno il 18 ottobre a Venezia i rappresentanti di alcuni tra i...

Via della seta, l'impegno di Assoporti per il rafforzamento delle catene logistiche

venerdì 11 ottobre 2019 11:18:05
Assoporti firma a Shenzhen dichiarazione d’intenti per il rafforzamento delle catene logistiche e l’innovazione nell’ambito della via della...

Cagliari: dal Gruppo Onorato contributo del 3,2% al PIL sardo

venerdì 11 ottobre 2019 16:14:15
Un contributo del 17 percento al fatturato turistico della Sardegna con 1,1 miliardi di spesa complessiva sull’Isola. E un contributo del 3,2% al PIL...