Autorità portuali: integrazioni e correzioni per il decreto sulla nuova disciplina dei porti

lunedì 11 settembre 2017 10:50:44

Arrivano misure integrative e correttive per il decreto legislativo 169 del 2016 che aveva sancito la nascita delle 15 Autorità portuali con nuovi compiti e funzioni. Le misure, nel rispetto dei principi e criteri direttivi della delega relativamente alla riorganizzazione, razionalizzazione e semplificazione della disciplina concernente le autorità portuali, fanno riferimento in particolare alla governance e alla semplificazione.
Le direttive sono contenute nello schema di decreto approvato in esame preliminare dal Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione e di concerto con il ministro dell’economia e delle finanze e ministro delle infrastrutture e dei trasporti.

Ecco i punti di maggiore interesse.

Nuova classificazione dei porti
Si prevede una riqualificazione dei porti introducendo, rispetto all’attuale, un criterio più snello e semplificato. Vengono, pertanto, previste tre sole categorie:
-        Porti finalizzati alla difesa militare e alla sicurezza dello Stato;
-        Porti commerciali di rilevanza internazionale o nazionali costituenti nodi delle  grandi reti dei trasporti e della navigazione;
-        Porti di rilevanza interregionale e regionale nei quali le Regioni esercitano funzioni gestorie.

Adeguamento delle funzioni del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale in materia di governance del lavoro portuale
Allo stesso sono prevalentemente trasferite le funzioni che prima erano svolte dall’Ente gestore. In particolare:
il Presidente adotta il Piano dell’organico del porto dei lavoratori delle imprese di cui agli articoli 16, 17 e 18 della legge 84/94 sulla base dei piani di impresa, degli organici e del fabbisogno lavorativo comunicati da dette imprese;   
A queste si affiancano le funzioni che il Presidente può adottare circa le misure di politiche attive del lavoro indirizzate a migliorare i fattori di criticità del mercato del lavoro tramite dei piani. Tali piani hanno per oggetto:
la formazione professionale per la riqualificazione o la riconversione del personale interessato; eventuali misure di sostegno al reddito volto ad accompagnare, per un periodo massimo di cinque anni, i lavoratori interessati ai trattamenti previdenziali di legge; la ricollocazione del personale inidoneo a ciascuna delle mansioni previste e richieste nell’ambito della fornitura del lavoro portuale.

Estensione del decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39 ai membri del Comitato di gestione dell’AdSP
E’ previsto che ai membri del Comitato di gestione si applichino le disposizioni vigenti in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico. Si prevede, inoltre, che il Comitato di gestione sia comunque regolarmente costituito con la metà più uno dei componenti.


   


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Mare

Altri articoli della stessa categoria

Fedarlinea-Conftrasporto contro l'abolizione del superticket sanitario "a spese dei marittimi"

venerdì 24 novembre 2017 12:53:40
"Eliminare il superticket sanitario a spese delle imprese marittime e dei lavoratori?" Fedarlinea-Conftrasporto lancia l’allarme attraverso una nota...

Adsp Tirreno settentrionale e Ancona firmano accordo per la cooperazione

venerdì 24 novembre 2017 14:08:38
E’ stato sottoscritto questa mattina, presso la sala Convegni dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar tirreno Centro Settentrionale...

Riforma porti: Uiltrasporti, soddisfazione per le integrazioni approvate alla Camera

giovedì 23 novembre 2017 12:00:34
“Esprimiamo una cauta soddisfazione per il parere espresso dalla IX Commissione della Camera sullo schema correttivo porti preso in esame per...

Taranto, Piastra Portuale: dall'Autority ottimismo per le raccomandazioni della Corte dei Conti

giovedì 23 novembre 2017 14:54:04
L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio ha reso noto un commento alla recente relazione della Corte dei Conti con riferimento alla realizzazione...

Trieste: ecco il consorzio per lo sviluppo e l'innovazione industriale dell’area giuliana

mercoledì 22 novembre 2017 18:04:05
E' nato il Consorzio di sviluppo economico locale dell’area giuliana, che andrà a sostituire nelle competenze il vecchio Ente per la Zona...