A Pavia dipendenti pagati con valuta rumena, Conftrasporto: intervenire subito

martedì 4 aprile 2017 16:38:48

Lavoratori italiani pagati con moneta rumena. È questa la situazione a Pavia, dove una grande multinazionale che opera nel settore della logistica e dei trasporti applica ai dipendenti un contratto rumeno che prevede uno stipendio in parte in euro, in parte in leu, la valuta rumena. Così in un mese i dipendenti guadagnano poco più di 300 euro, senza contributi. La notizia è balzata all’attenzione dei media nazionali dopo che i sindacati avevano proclamato uno sciopero per venerdì scorso.

“Alleluia: dopo tre anni che lo diciamo ora tutti se ne accorgono”, ha commentato oggi Paolo Uggè, presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio. L’associazione aveva dato l’allarme anni fa, rilanciandolo a più riprese e proponendo lo ‘status del lavoratore mobile’ contro il dumping sociale, con - tra le altre regole da estendere almeno ai Paesi dell’Ue - un salario minimo al di sotto del quale non dovrebbe essere lecito scendere.

“Mentre alcuni Paesi europei, ultimo in ordine di tempo l’Austria, hanno introdotto per legge il salario minimo per i lavoratori, compresi i conducenti stranieri che svolgono operazioni di autotrasporto internazionale nel loro territorio, in Italia siamo ancora all’anno zero – ha spiegato Uggè –. La questione è urgente: per un motivo di dignità innanzitutto, ma anche di correttezza del mercato, bisogna porre fine a insostenibili fenomeni distorsivi della concorrenza, che sono in atto da tempo nel nostro Paese e ai quali non si è dato finora il giusto peso. La cosa da fare è dare applicazione al protocollo ‘Road Alliance’ sottoscritto a Parigi dai ministri dei Trasporti di diversi Paesi europei – ha concluso il presidente di Conftrasporto - e introdurre norme che impediscano l’attuazione di questa vergogna sociale".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Logistica

Altri articoli della stessa categoria

Interporto Bologna: accordo per nuovo ruolo e potenziamento ferroviario

giovedì 20 luglio 2017 11:30:44
Accogliere treni con una lunghezza di oltre 750 m e supportare così la naturale vocazione dell’Interporto di Bologna quale “gateway...

Logistica: nuova sede in Tunisia per Fercam

giovedì 6 luglio 2017 10:41:46
Fercam Tunisie Sarl ha inaugurato la sua nuova sede tunisina nella zona industriale di Rades, in prossimità del porto, nel tardo pomeriggio di ieri alla...

Pesatura container (Solas): le soluzioni CLS per velocizzare le operazioni

martedì 4 luglio 2017 13:25:11
Ridurre sensibilmente i costi delle operazioni di pesatura container, integrandole all’interno dei processi di movimentazione delle merci. È...

Logistica: nuovo collegamento ferroviario Italia-Cina in 18 giorni

venerdì 30 giugno 2017 10:22:54
Nuovo collegamento dal Polo Intermodale di Mortara (Pavia) al polo logistico Hi-tech Park di Chengdu, capoluogo della provincia cinese del Sichuan, che conta...

Torino: consegne a basse emissioni con il progetto CityLogin

venerdì 23 giugno 2017 12:47:50
L'operatore FM Logistic effettuerà, nell'ambito del progetto CityLogin, le spedizioni di Sephora Italia a Torino e in altre 4 città del...