Smart mobility: in Parlamento una proposta dell’Aniasa

CONDIVIDI

giovedì 14 febbraio 2019

Portare in Parlamento la richiesta di regolamentazione delle più moderne forme di “smart mobility” con nuovi dati alla mano. È quanto fatto dall’Aniasa, Associazione interna a Confindustria con competenza nel settore servizi di mobilità, presso la Commissione Trasporti, Poste e Comunicazioni della Camera dei Deputati.

Tema dell’audizione “Modifiche al codice della strada”, in riferimento a un impianto normativo datato 1992 che, secondo il presidente Aniasa Massimiliano Archiapatti, è oggi anacronistico e inadeguato  ai nuovi modelli di fruizione dei veicoli.
Modelli messi in luce dai numeri della nuova smart mobility: tra il 2000 e il 2018 il settore del noleggio ha registrato l’immatricolazione di oltre 6,3 milioni di veicoli (23% delle immatricolazioni nazionali), ogni giorno per business o turismo oltre 900.000 persone utilizzano il noleggio a lungo termine, 94.000 il noleggio a breve termine e oltre 19.000 il car sharing.

L’Associazione ha dunque presentato in Commisione una proposta in tre punti che prevede, al punto uno, l’inserimento in Codice e la regolamentazione della fattispecie “Vehicle sharing” tale da disciplinare i servizi correlati come l’accesso alle ZTL, l’uniformità della segnaletica stradale, l’accesso alle corsie preferenziali, la previsioni di stalli dedicati. Nei punti due e tre i rappresentanti ANIASA hanno proposto la possibilità per taxi e servizi di NCC di prendere a noleggio il proprio veicolo e l’opportunità di noleggiare veicoli con portata superiore a 60 quintali, oggi prevista solo tra imprese iscritte all’Albo in conto terzi.

“La mobilità a noleggio oggi può rappresentare” – ha dichiarato Archiapatti – “un volano dell’evoluzione verso modelli più sostenibili e sicuri e un acceleratore della svolta elettrica”. Questo perché i veicoli a noleggio sono di ultima generazione, dotati di sistemi di sicurezza all’avanguardia, inquinano meno e rappresentano ad oggi la metà delle immatricolazioni di vetture elettriche (circa 2.500 nel 2018).

Tag: smart mobility, aniasa

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mobilità: il 2020 delle smart road, tra passi avanti e rallentamenti causati dal Covid

Com'è andato il 2020 delle infrastrutture intelligenti? Ce lo racconta l'Osservatorio tecnico di supporto per le smart road.  Massimo De Donato ne ha parlato con Mario Nobile, direttore...

L’Italia in pandemia lascia a casa le automobili e viaggia sui mezzi pesanti

I mezzi pesanti sorpassano quelli leggeri. Lo mostrano i dati del Mobility DataLab. Nel mese di marzo di quest’anno i dati relativi alla mobilità rivelano un aumento della circolazione...

Noleggio: Aniasa in audizione alla Commissione Lavori Pubblici del Senato sul DL Trasporti

  Un confronto tra il MIMS e la filiera automotive per superare le attuali criticità e rendere disponibile un servizio realmente utile a cittadini ed imprese. Lo chiede l'associazione...

Nokia lancia l’ampliamento del portafoglio Wavence 5G

Nokia annuncia l’ampliamento del suo portafoglio di prodotti di trasporto mobile con una nuova gamma di soluzioni sicure ed ottimizzate, per scenari sia indoor che outdoor, destinati a...

Noleggio, Aniasa: un piano d'emergenza per salvare la stagione estiva

Il noleggio in tempo di Covid-19, con specifico riferimento a quello a breve termine che si associa spesso al turismo, ha subito una flessione davvero consistente. È per questo che, a ridosso...

Smart mobility: firmato il protocollo d'intesa tra Mims e TTS

Lavorare in sinergia sulla smart mobility per passeggeri e per merci e favorire la piena diffusione del progetto Mobility as a Service (Maas) in ambito nazionale: è questo lo scopo principale...

In Sicilia porti più smart con l'efficientamento energetico e l’introduzione di tecnologie IoT

I porti della Sicilia occidentale lanciano la formula Smart port. È stata siglata la concessione del valore di oltre 22 milioni di euro tra l’AdSP del Mare di Sicilia occidentale e RT...

Aniasa: il Covid-19 ha colpito soprattutto il noleggio a breve termine

Quello appena trascorso è stato un anno particolarmente difficile non sono per il settore auto ma, in generale, per tutto il mercato legato alla mobilità. Il Covid-19, infatti, ha...