Eva+, attive in Italia e Austria 200 stazioni per la ricarica elettrica veloce

CONDIVIDI

venerdì 13 settembre 2019

Completata l’attivazione delle infrastrutture di ricarica veloce sulle strade a lunga percorrenza di Italia e Austria. Attive 200 stazioni con una potenza pari 50kW per un totale di 400 punti di ricarica disponibili per i clienti finali.

L’iniziativa fa parte del progetto di mobilità elettrica EVA+ coordinato da Enel e co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Connecting Europe Facility Transport.

Le infrastrutture di ricarica di EVA+ presenti sul territorio italiano sono interamente sviluppate e installate da Enel X. Permettono di fare un pieno di energia a due veicoli contemporaneamente in circa 30 minuti. Ogni stazione è compatibile con tutti i modelli di auto elettriche attualmente sul mercato e rispetta gli standard internazionali nell’ambito dell’e-mobility: CCS, CHAdeMO e Type 2. 

Grazie al recente accordo di interoperabilità tra Enel X e SMATRICS, gli utenti delle due aziende potranno accedere ai punti di ricarica di EVA+ e delle rispettive reti di ricarica nazionali in totale libertà e senza limiti territoriali nei due Paesi. Inoltre, grazie alle funzionalità avanzate di Juicepass, la nuova app per la mobilità elettrica di Enel X, è ancora più semplice ricaricare il proprio veicolo presso le stazioni fast del progetto.

Electric Vehicles Arteries

EVA+ è il progetto europeo per lo sviluppo della mobilità elettrica nato nel 2016, che prevedeva entro tre anni l’installazione di 200 infrastrutture di ricarica veloce, 180 in Italia e 20 in Austria, lungo le strade a lunga percorrenza extraurbane dei due Paesi. 

Il programma ha visto la collaborazione di Enel in qualità di coordinatore, con Verbund, principale utility austriaca, SMATRICS, il più importante operatore austriaco di reti di ricarica. Hanno partecipato anche alcuni tra i più importanti marchi automobilistici a livello mondiale come Renault, Nissan, BMW Group e Volkswagen Group Italia (con le marche Volkswagen e Audi).

Tag: mobilità elettrica

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Dkv cresce nel mercato della mobilità elettrica e acquisisce GreenFlux

Dkv torna a supportare i conducenti delle flotte e delle loro organizzazioni nel passaggio a un trasporto a basse emissioni di carbonio. L'azienda ha, infatti, acquisito GreenFlux Assets BV, il...

Ue: dal 2035 possibile stop per la vendita di auto a benzina e diesel

Il 2035 potrebbe essere l'ultimo anno in cui le case automobilistiche sarannno autorizzate a vendere auto a benzina o diesel in Europa. Un nuovo punto del Pacchetto clima del 14 luglio dell'Unione...

Piano per la mobilità elettrica: ecco i requisiti per i comuni

Oggi mobilità elettrica è sinonimo di sostenibilità, ecco perché sono sempre più numerosi i comuni che scelgono di usufruire del supporto di Enel X per ampliare i...

Innovazione: Movyon e Elis lanciano la piattaforma Argo Innovation Lab

Coinvolgere università, centri di ricerca, start up e aziende per formulare e sviluppare idee utili a una mobilità sempre più sostenibile e sicura. È questo lo scopo con...

Raccolta rifiuti più sostenibile e silenziosa a Copenaghen grazie ai veicoli elettrici Scania

Copenaghen ha un piano ambizioso per arrivare a emissioni zero già entro il 2025 e con l’introduzione dei nuovi veicoli elettrici per la raccolta rifiuti, la città fa un...

Trasporto pubblico: a Torino nuovi bus elettrici per la flotta di GTT

Sono entrati in servizio i primi 4 autobus di nuova concezione recentemente acquistati da Gtt e realizzati da BYD. Si tratta di veicoli elettrici a emissioni zero.Saranno in servizio sulla linea 58...

Sostenibilità: Acea definisce gli obiettivi della rete di rifornimento per i camion

Raggiungere la neutralità del carbonio nel trasporto merci su strada entro il 2050. Ecco l'impegno del position paper dei produttori europei di autocarri Acea - European Automobile...

Report Bloomberg: veicoli elettrici più economici delle auto a benzina entro il 2027

Un nuovo report ha affermato che entro il 2027 le auto elettriche saranno più economiche da produrre rispetto ai modelli con motori a benzina e diesel, a causa dell’abbassamento dei...