Enac-Assaeroporti: fondamentale per la sicurezza modificare il codice della navigazione

mercoledì 15 novembre 2017 10:52:53

Modificare il codice della navigazione perché così com’è rischia di diminuire la sicurezza aeroportuale. E’ quanto chiedono Enac e Assaeroporti in una nota spiegando che già due anni fa l’intero settore aeroportuale ha condiviso una modifica del codice della navigazione idonea a uniformare la normativa nazionale ai contenuti del regolamento CE 216/2008 e del correlato Regolamento UE 139/2014 in termini di sicurezza operativa aeroportuale (safety). Il testo condiviso, presentato all’inizio del mese dal capogruppo del Partito Democratico presso la commissione Bilancio del Senato come emendamento da inserire nel decreto legge Fiscale, è stato stravolto con una nuova riformulazione in palese contrasto con i princìpi sanciti dai richiamati regolamenti europei, nonché dal Regolamento UE 376/2014.
La nuova riformulazione del testo è stata respinta ma sarebbe inaccettabile – affermano Enac e Assaeroporti - non operare alcuna modifica all’attuale versione del codice della navigazione.
“È assolutamente indispensabile quindi che sia nuovamente introdotta una formulazione del codice aderente alle normative europee – peraltro direttamente applicabili ai singoli Stati membri – come quella originariamente proposta, con la mera finalità di allineare la normativa nazionale al dettato della richiamata normativa europea che, come noto, negli ultimi anni ha rivoluzionato il tema della safety aeroportuale. È indispensabile – continua la nota - dotare il gestore aeroportuale delle leve e dei poteri utili a esercitare la responsabilità che gli viene attribuita dai regolamenti predetti. Per questo si rende necessario attribuire al gestore le giuste leve normative per coordinare tutti i soggetti che operano sullo scalo, mantenendo il più elevato grado di sicurezza operativa per gli operatori e per i passeggeri, approccio che, come si è evidenziato, è già in essere presso un elevato numero di scali europei. L’Italia non può rimanere indietro rispetto a una riforma così importante che serve, soprattutto, a garantire la sicurezza dei passeggeri in un momento storico in cui la globalizzazione rende sempre più necessario il volo”.

 


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Istituzioni

Altri articoli della stessa categoria

Il trasporto aereo volano per l’economia

venerdì 16 febbraio 2018 08:30:06
L’impatto dell’aviazione civile sull’economia italiana è di 70 miliardi di euro, ovvero sette volte il fatturato delle compagnie aeree. Sono i dati di...

Aer Club d'Italia: Pierluigi Matera nominato commissario straordinario

giovedì 15 febbraio 2018 13:08:15
Pierluigi Matera è stato nominato commissario straordinario dell’Aero Club d’Italia. L’AeCi esce quindi, finalmente, dalla situazione...

A Bruxelles conferenza sulle opportunità offerte dallo spazio

venerdì 9 febbraio 2018 15:29:40
Si è svolta a Bruxelles la conferenza dal titolo “Crescita, Innovazione ed Investimenti nelle Regioni Europee: le opportunità offerte dallo...

Enav: 22 milioni di risparmio grazie al Free Route nel 2017

martedì 6 febbraio 2018 10:39:14
Nel 2017 le compagnie aeree che hanno volato sui cieli italiani hanno risparmiato complessivamente circa 30 milioni di kg di carburante con una minore...

Cira: Paolo Annunziato nuovo presidente

giovedì 1 febbraio 2018 14:06:50
Paolo Annunziato è il nuovo presidente del Cira, Centro italiano ricerche aerospaziali. Lo ha deciso all'unanimità l'assemblea dei soci...