Air Italy: tavolo di crisi al Mise. La Regione Sardegna chiede garanzie di crescita

mercoledì 1 agosto 2018 12:51:54

“La nostra posizione è chiara e lo è da molto tempo. Sulla questione prima Meridiana e poi Air Italy abbiamo profuso tutti un grande impegno, la Regione, lavoratori, sindacati, facendo sacrifici importanti, lavorando con grande determinazione su un progetto condiviso. E con un obiettivo altrettanto chiaro: la prospettiva di successo per l’azienda, per la quale tutti abbiamo fatto la nostra parte, deve essere pari modo una prospettiva di successo per Olbia e per la Sardegna.” Con queste parole il presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru ha commentato l'esito della riunione del tavolo di crisi su Air Italy aperto al ministero dello Sviluppo economico su richiesta della Regione e al quale hanno preso parte i vertici della compagnia e le rappresentanze sindacali. “Abbiamo chiesto e continuiamo a chiedere la cosa più ovvia del mondo - ha spiegato il presidente Pigliaru -. In un’azienda che ha un ambizioso piano di crescita, si garantisca la crescita della base sarda. La sua centralità, riconosciuta da tutti ma finora solo a parole, oggi è resa sempre più possibile dalla tecnologia: da Olbia si può lavorare benissimo, meglio che nel passato, anche a sostegno di sviluppi di traffico localizzati altrove. Chiediamo che la Sardegna sia protagonista di quella crescita. Le condizioni ci sono tutte, ogni altra prospettiva non positiva sarebbe non solo inaccettabile ma anche del tutto ingiustificata. Non vogliamo pensare che il governo sottovaluti questa vertenza - ha concluso il Presidente Pigliaru in riferimento all’assenza dei massimi livelli politici ministeriali al tavolo di crisi - e da parte nostra continueremo a lavorare per raggiungere l’obiettivo.”
“Come promesso dal ministro Toninelli - ha aggiunto l’assessore ai Trasporti Carlo Careddu, presente al tavolo - insistiamo perché il Governo sostenga le richieste che sono state avanzate dalla Regione e dalle parti sociali al tavolo odierno per avere finalmente i dettagli di un piano industriale che garantisca crescita occupazionale e nuovi  traffici aerei per la Sardegna. Vogliamo sperare che il lungo rinvio che il direttore del tavolo ministeriale ha accordato venga utilizzato dai ministri competenti per interloquire con l'azienda insieme alla Regione e utilizzare tutte le leve della politica nazionale per disegnare un futuro di certezze che sappia superare definitivamente tutti i sacrifici e gli sforzi finora sostenuti, in particolare dai lavoratori”.



© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Istituzioni

Altri articoli della stessa categoria

Enac: l’Aeroporto di Firenze opera secondo Regolamento comunitario

venerdì 14 dicembre 2018 08:24:01
A seguito di notizie di stampa diffusesi nei giorni scorsi in merito alla sicurezza dell’Aeroporto di Firenze, l’Enac ha ritenuto opportuno...

Convenzione su voli Alitalia Genova-Roma per aziende e professionisti

giovedì 13 dicembre 2018 18:00:33
È prevista per il 21 dicembre la firma dell’accordo fra Regione, Camera di commercio di Genova e Alitalia per consentire a chi viaggia per...

Collaborazione Enav-Iata per l’ Italian National Airspace Strategy

mercoledì 12 dicembre 2018 08:22:26
Enav e Iata hanno presentato la prima edizione dell’Italian National Airspace Strategy, sviluppata con la collaborazione di Alitalia e Assaeroporti. La...

Aeroporto di Firenze: Conferenza servizi aggiornata al 29 gennaio

martedì 11 dicembre 2018 08:30:20
La Conferenza di Servizi relativa al Master Plan dell’Aeroporto “Amerigo Vespucci” di Firenze è stata aggiornata al 29 gennaio...

DG Enac a Parigi per due appuntamenti Ecac

giovedì 6 dicembre 2018 08:35:05
Alessio Quaranta e Maria Elena Taormina, direttore generale e direttore Sviluppo Studi Economici e Tariffe dell'Enac, hanno partecipato a due importanti...