Ue: sicurezza, nuove norme per migliorare i progetti delle infrastrutture stradali

lunedì 7 ottobre 2019 15:34:55

Ridurre le vittime della strada attraverso progetti migliori per strade, tunnel. In funzione di questo obiettivo, il Consiglio ha adottato norme riviste che stabiliscono un approccio più sistematico all'infrastruttura stradale più sicura. Ne ha dato notizia Confartigianato Trasporti.

La riforma nel piano dell'UE per dimezzare il numero di vittime della strada entro il 2020, rispetto al 2010, e avvicinarsi a zero morti entro il 2050.

La direttiva riveduta estenderà il campo di applicazione delle norme attuali alle autostrade e alle altre strade principali oltre la rete transeuropea di trasporto (TEN-T). Le statistiche suggeriscono che ciò contribuirà a rendere significativamente più sicura l'infrastruttura stradale in tutta l'UE. Le regole riguarderanno anche le strade al di fuori delle aree urbane costruite utilizzando i finanziamenti dell'UE.

Gli Stati membri dovranno effettuare una valutazione della sicurezza stradale su tutta la rete almeno ogni cinque anni. La valutazione a livello di rete è un'istantanea dell'intera rete stradale coperta dalla direttiva e viene utilizzata per valutare il rischio di incidenti.
Le autorità utilizzeranno i risultati per effettuare ispezioni più mirate sulla sicurezza stradale o adottare misure correttive dirette. Le prime valutazioni della sicurezza stradale su tutta la rete sono previste entro il 2024.

Diventerà obbligatorio tenere conto sistematicamente di pedoni, ciclisti e altri utenti della strada vulnerabili nelle procedure di gestione della sicurezza stradale. Questi utenti della strada hanno rappresentato quasi la metà delle vittime della strada nell'UE nel 2017.

Il voto del Consiglio conclude la procedura legislativa. Il 21 febbraio 2019 è stato raggiunto un accordo provvisorio tra la presidenza rumena e il Parlamento europeo. La direttiva sarà ora pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell'UE.
Entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Gli Stati membri avranno quindi due anni per adottare le disposizioni nazionali per metterlo in pratica.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Infrastrutture

Altri articoli della stessa categoria

Autostrade per l'Italia: 7,5 miliardi di euro di investimenti nel piano strategico 2020-2023

venerdì 17 gennaio 2020 10:25:17
7,5 miliardi di euro, tra investimenti e manutenzioni; crescita del 40% per le spese di manutenzione rispetto al quadriennio precedente; priorità a...

A14: caos traffico, ecco come chiedere il rimborso del pedaggio

mercoledì 15 gennaio 2020 09:56:40
La chiusura del Viadotto Cerrano alla circolazione dei mezzi pesanti sulla A14, ha causato nelle scorse settimane notevoli disagi al traffico. Gli...

Viadotto Cerrano: Aspi, in atto piano di emergenza per il monitoraggio

mercoledì 15 gennaio 2020 10:05:44
Dopo il parere favorevole del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti alla riapertura del viadotto Cerrano ai mezzi pesanti, la Direzione di Tronco di...

A14: il viadotto Cerrano riapre ai camion. Parere favorevole del MIT

martedì 14 gennaio 2020 16:43:21
L'A14 riapre al traffico dei veicoli pesanti. Arriva il parere favorevole dal Mit per il ripristino della circolazione dei mezzi pesanti sul viadotto Cerrano...

Limitazioni A14: l'autotrasporto chiede il ripristino dell'autostrada

lunedì 13 gennaio 2020 14:52:24
Da diversi giorni sulla fascia adriatica, i mezzi pesanti sono dirottati sulla statale 16 per la chiusura ai Tir del tratto di A14 fra Atri-Pineto e Pescara...