Sezione: Infrastrutture

Regione Marche, presentato il progetto della ciclovia Tenna

CONDIVIDI

mercoledì 14 novembre 2018

Presentato il prgetto della ciclovia Tenna dall'assessore Cesetti agli amministratori locali interessati, nel corso di un incontro che si è svolto presso la Sala consiliare della Provincia di Fermo, convocato dalla vicepresidente della Regione Anna Casini.

Il progetto prevede la realizzazione di un tratto di ciclopedonabile di 15 chilometri, con un percorso lineare, sicuro e continuativo, grazie a 3,3 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020.

L’ipotesi progettuale presentata dalla Regione prevede un percorso che segue l’asta fluviale e, dove, possibile, il recupero della rete ferroviaria dismessa. Verranno privilegiate le connessioni agli abitati e alle infrastrutture viarie esistenti, insieme all’utilizzo delle aree demaniali per ridurre i tempi di realizzazione. Potenzialmente interessati alla ciclovia sono i comuni di Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare, Fermo, Monte Urano, Rapagnano, Magliano di Tenna, Grottazzolina, Montegiorgio, Belmonte Piceno, Servigliano, Falerone, Penna San Giovanni, Monte San Martino, Santa Vittoria in Matenano, Montefalcone Appennino, Smerillo, Amandola.

Insieme a quelle dell’Aso e dell’Ete Vivo, fa parte delle ciclopiste fermane che compongono la nuova rete ciclabile regionale: un investimento da 46,3 milioni di euro per realizzare 247 chilometri di nuovi percorsi che collegheranno la costa con le aree interne. Pensata come una infrastruttura leggera a “pettine”, unirà la ciclovia Adriatica nazionale, che coinvolge tutto il tratto litorale marchigiano, alle tredici direttrici di sviluppo ciclopedonabile corrispondenti alle principali vallate fluviali regionali.

“Un piano di investimento sulla mobilità dolce mai realizzato nelle Marche e che ora trova concretezza grazie ai fondi già disponibili, che verranno implementati con le risorse europee, nazionali e regionali che si renderanno utilizzabili - ha detto l’assessore Cesetti agli amministratori e ai tecnici presenti all’incontro – .

L’obiettivo è quello di creare un sistema di trasporto che integri quello pubblico locale. Non verranno realizzate solo le piste, ma tutte le infrastrutture utili (come bike officine, parcheggi dedicati, punti ristori, infopoint cicloturistici), per rendere concreta e vantaggiosa l’intermodalità con gomma e ferro.

Sarà normale, a quel punto, per gli interessati e gli appassionati, scoprire le Marche utilizzando, contemporaneamente, bicicletta, treno, autobus. Un modo piacevole, ecologico, di visitare borghi, luoghi di cultura e d’arte, decongestionando la viabilità e migliorando la qualità ambientale delle città”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Mobilità ai tempi del Covid: i timori incentivano l'uso dei mezzi privati a discapito della mobilità collettiva

La mobilità ai tempi del Covid-19 si caratterizza per una predilezione dei mezzi privati a discapito dei sistemi di mobilità collettiva. 1 italiano su 4 evidenzia timori legati alla...

Mobilità sostenibile: a Parma via al progetto Bike to Work

“Bike to work, è un progetto che vuole incentivare la ciclabilità e nello specifico lo spostamento casa-lavoro, ma è anche un modello che vede ancora una volta una rete tra...

La Polizia Municipale di Torino realizza video tutorial per l’utilizzo sicuro di bici e monopattini

Nell’ambito dell’attività di Sicurezza Stradale condotta per contrastare atteggiamenti sbagliati e pericolosi alla guida delle diverse categorie di veicoli, la Polizia Municipale...

Piste ciclabili: a Parma al via i cantieri per tre nuovi tratti sull’asse Nord-Sud

La rete di piste ciclabili sul territorio del Comune di Parma, che si estende per 137 chilometri, si arricchisce di tre nuovi tratti che verranno realizzati in viale Rustici, via Pastrengo e via...

Mobilità sostenibile: prorogato al 15 ottobre termine del bando della Regione Toscana

La Regione Toscana ha prorogato al 15 ottobre i termini per la presentazione delle domande di finanziamento relative al bando per la realizzazione di interventi urgenti volti a favorire la...

Bonus Mobilità, dal 4 novembre al via i rimborsi: 210 milioni per acquistare bici e monopattini

Il decreto attuativo per il bonus mobilità, registrato il 30 agosto alla Corte dei Conti, sarà pubblicato sabato 5 settembre in Gazzetta ufficiale, lo rende noto il ministro...

Censiti e mappati 8 mila chilometri di percorsi ciclabili nel Veneto

“Abbiamo completato la mappatura dei percorsi ciclabili del Veneto: il database è disponibile sul sito della Regione. Da oggi i cittadini, gli appassionati di bici, gli escursionist...

Regione Veneto: completata la mappatura degli itinerari ciclabili

Conoscere lo stato delle piste ciclabili esistenti e ottimizzare la pianificazione di nuovi interventi: sono questi gli obiettivi dello studio avviato a dicembre 2017 dalla Regione Veneto in...