Marche, 46,3 milioni destinati alla rete ciclabile regionale

venerdì 21 settembre 2018 09:56:49

In occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile presentato il progetto della rete ciclabile regionale per lo sviluppo della mobilità ciclistica marchigiana, illustrato in conferenza stampa dal presidente Luca Ceriscioli e dalla vicepresidente Anna Casini.

Stanziati 46,3 milioni di euro (oltre 17 milioni europei del Por Fesr e più di 29 nazionali del Fondo di sviluppo e coesione) per uno sviluppo “a pettine” che collega le aree interne con la fascia costiera. 247 km di ciclabile, per un totale di 432 km di percorsi disponibili: più del doppio di quelli già esistenti (162 km).

Il sistema delle ciclovie marchigiane prevede la realizzazione di una rete di infrastrutture ciclabili, interconnesse tra loro e con il sistema di trasporto pubblico locale, ferroviario e automobilistico. Una rete integrata con parcheggi dedicati, nodi di scambio intermodali, velostazioni, bike officine, punti di informazione cicloturistica e ristoro.

Le principali direttrici di sviluppo coinvolgono la litoranea (individuata come Ciclovia adriatica, nell’ambito del progetto nazionale delle ciclovie turistiche) e le dodici vallate regionali attraversate dai fiumi: Foglia, Matauro, Cesano, Misa, Esino, Musone, Potenza, Chienti, Tenna, Ete Vivo, Aso, Tronto.

L’obiettivo è contribuire a ridurre l’inquinamento, a rilanciare le città, a promuovere una migliore fruizione del territorio dal punto di vista ambientale, paesaggistico e culturale

Al tratto marchigiano della “Adriatica” sono destinati altri 4,4 milioni di fondi ministeriali. Si sommano ai 6 milioni Por Fesr stanziati dalla Regione con un recente bando che consente di realizzare 58 km di tracciato, coinvolgendo 21 comuni raggruppati in sei progetti.

“Si tratta di un bel salto di qualità. Fa delle Marche una regione importante che sa coniugare un paesaggio straordinario a una mobilità dolce che si lega perfettamente alla bellezza del territorio”, ha commentato il presidente Ceriscioli.

Quello avviato dalle Marche, ha proseguito Ceriscioli, “è un progetto complessivo, di rete, molto ampio, che segna un cambiamento profondo di strategia e di sviluppo: non si tratta più di realizzare un tratto che collega due punti mappali, ma una vera e propria rete che va a unire gran parte del territorio”.

In conferenza stampa presentato anche il progetto della Ciclovia Adriatica che unisce Trieste a Santa Maria di Leuca, in Puglia, con uno sviluppo di 1.300 Km e il coinvolgimento di sette regioni adriatiche.

Al tratto marchigiano della “Adriatica” sono destinati altri 4,4 milioni di fondi ministeriali. Si sommano ai 6 milioni Por Fesr stanziati dalla Regione con un recente bando che consente di realizzare 58 km di tracciato, coinvolgendo 21 comuni raggruppati in sei progetti.

“Siamo capofila – sottolinea il presidente Ceriscioli - nella realizzazione della Ciclovia adriatica: nella pianificazione nazionale, rappresenta una infrastruttura con pari dignità rispetto a quelle viarie tradizionali”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Infrastrutture

Altri articoli della stessa categoria

Autostrade per l'Italia: 7,5 miliardi di euro di investimenti nel piano strategico 2020-2023

venerdì 17 gennaio 2020 10:25:17
7,5 miliardi di euro, tra investimenti e manutenzioni; crescita del 40% per le spese di manutenzione rispetto al quadriennio precedente; priorità a...

A14: caos traffico, ecco come chiedere il rimborso del pedaggio

mercoledì 15 gennaio 2020 09:56:40
La chiusura del Viadotto Cerrano alla circolazione dei mezzi pesanti sulla A14, ha causato nelle scorse settimane notevoli disagi al traffico. Gli...

Viadotto Cerrano: Aspi, in atto piano di emergenza per il monitoraggio

mercoledì 15 gennaio 2020 10:05:44
Dopo il parere favorevole del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti alla riapertura del viadotto Cerrano ai mezzi pesanti, la Direzione di Tronco di...

A14: il viadotto Cerrano riapre ai camion. Parere favorevole del MIT

martedì 14 gennaio 2020 16:43:21
L'A14 riapre al traffico dei veicoli pesanti. Arriva il parere favorevole dal Mit per il ripristino della circolazione dei mezzi pesanti sul viadotto Cerrano...

Limitazioni A14: l'autotrasporto chiede il ripristino dell'autostrada

lunedì 13 gennaio 2020 14:52:24
Da diversi giorni sulla fascia adriatica, i mezzi pesanti sono dirottati sulla statale 16 per la chiusura ai Tir del tratto di A14 fra Atri-Pineto e Pescara...