Iniziative per il rilancio “Italia 2020-2022”: le proposte del Comitato di esperti per Infrastrutture e Trasporti

mercoledì 10 giugno 2020 20:55:29

Presentato il documento elaborato dal Comitato di esperti in materia economica e sociale, preseduto da Vittorio Colao, nominato dalla Presidenza del Consiglio per stilare un programma di proposte per favorire la ripresa economica del nostro Paese dopo l’uscita dalla fase più critica dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Le Iniziative per il rilancio “Italia 2020-2022” si articolano in sei punti strategici, uno dei quali rappresentato da “Infrastrutture e Ambiente, volano del rilancio”, sezione che si occupa anche di trasporti e mobilità, in cui è dedicata un'attenzione particolare al rilancio dei porti e all'espansione della rete ferroviaria per il trasporto merci. Le altre aree di intervento sono: Impresa e lavoro; Turismo, Arte e Cultura; Pubblica Amministrazione; Istruzione, Ricerca e Competenze; Individui e Famiglie.

Per quanto riguarda le infrastrutture, il documento ravvisa la necessità di identificare chiaramente quelle “di interesse strategico” – reti di telecomunicazioni, infrastrutture energetiche e per la salvaguardia dell’ambiente e per la messa in sicurezza del territorio, e infrastrutture di trasporto/logistica – e creare un presidio di esecuzione che garantisca la rimozione di ostacoli alla loro realizzazione attraverso leggi/protocolli nazionali non opponibili da enti locali. L’obiettivo è garantirne una rapida esecuzione, attraverso una Unità di presidio presso la Presidenza del Consiglio. A questa “unità”, dotata di pieni poteri di coordinamento tra i Ministeri competenti e decisione per i prossimi 3 anni, verrebbero assegnati i seguenti compiti: analisi volta a consentire al Governo decisioni strategiche (in stretto coordinamento con settori individuati dall'Ue, per le logiche di funding e di priorità); segnalazione, sollecitazione e risoluzione (anche con poteri di sostituzione), in caso di reiterato ritardo o carenze organizzative; assistenza e consulenza (best practice, capitolati, bandi e atti tipo; etc.); assistenza nelle valutazioni tecniche (commissioni di gara, verifiche dell’anomalia dell’offerta, etc.); supporto tecnico ai provvedimenti del CIPE o di altri organi di direzione politica governativi: ad es., per monitorare lo stato di avanzamento dei procedimenti e delle opere, riattivare i lavori laddove necessario, e garantire l’accesso e l’utilizzo dei fondi europei.

Passiamo adesso a esaminare più nello specifico le proposte dedicate al settore Trasporti

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Allarme di Federlogistica-Conftrasporto: la Cina spia i dati italiani di merci e logistica

Federlogistica-Conftrasporto lanciano un allarme sul disegno geopolitico economico della Cina, alla luce delle ultime notizie apparse negli organi di stampa, invitando il Governo ad un’azione...

Mobilità sostenibile: prorogato al 15 ottobre termine del bando della Regione Toscana

La Regione Toscana ha prorogato al 15 ottobre i termini per la presentazione delle domande di finanziamento relative al bando per la realizzazione di interventi urgenti volti a favorire la...

MIT: da aziende del trasporto pubblico dati positivi dopo il primo giorno di riapertura delle scuole

I numeri sui flussi di passeggeri del trasporto pubblico locale rilevati nel primo giorno di scuola corrispondono alle previsioni del ministero dei Trasporti. Questi i dati emersi in un primo...