Genova, ponte Morandi: la Procura indaga 20 persone

giovedì 6 settembre 2018 18:30:55

Per il crollo del viadotto Morandi a Genova, sono 20 le persone indagateLa Procura di Genova ha deciso di contestare, per il crollo del ponte, anche l'omicidio colposo stradale plurimo, togliendo invece l'attentato alla sicurezza dei trasporti. Viene contestato anche il disastro colposo e l'omicidio colposo plurimo con l'aggravante delle violazione della normativa antinfortunistica

Nella lista della Procura di Genova ci sono, quindi, una ventina di indagati nell’ambito dell’inchiesta sul crollo del ponte Morandi, che il 14 agosto ha provocato la morte di 43 persone: fra loro ci sono vertici e tecnici di Autostrade per l’Italia - sia top manager sia dirigenti di medio livello delle sedi di Genova e Roma - oltre dirigenti del ministero delle Infrastrutture e del Provveditorato alle Opere pubbliche di Liguria, Piemonte e Val d’Aosta; la società è stata anche iscritta sulla base della legge sulla responsabilità delle imprese.
Le accuse a vario titolo sono quelle di omicidio colposo plurimo, la più grave perché aumenta le pene potenziali, aggravata dal mancato rispetto delle norme anti-infortunistica, oltre all’omicidio stradale colposo e al disastro colposo; la Procura di Genova ha invece tolto l’accusa di attentato alla sicurezza dei trasporti.

La svolta nelle indagini, coordinate dai sostituti procuratori Massimo Terrile, Walter Cotugno e dall’aggiunto Paolo D’Ovidio, è arrivata grazie a due informative della guardia di Finanza e della squadra Mobile della polizia, che hanno individuato una ventina di nominativi e le loro presunte responsabilità nella vicenda.
L’iscrizione nel registro degli indagati è fondamentale per chiedere al giudice la fissazione dell’incidente probatorio che dovrebbe accertare le cause del crollo.

A questo proposito, il procuratore capo di Genova, Francesco Cozzi, ha detto che «a breve chiederemo anche l’incidente probatorio» e che «l’iscrizione viene fatta proprio contestualmente per la necessità di effettuare un atto garantito». La lista degli indagati, ha continuato Cozzi, «al momento è questa, poi qualora emergessero ulteriori profili dalla prosecuzione delle indagini sarà valutato anche magari in corso di incidente probatorio come prevede il codice».


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Infrastrutture

Altri articoli della stessa categoria

Incontro AdSP Mar Tirreno-Assoferr: potenziare i collegamenti ferroviari dei porti di Livorno e Piombino

mercoledì 19 febbraio 2020 16:21:08
Realizzare interventi infrastrutturali per rilanciare i traffici e l’intermodalità nel Mar Tirreno Settentrionale. L’intenzione è...

Regione Puglia, approvato piano regionale della mobilità ciclistica

martedì 18 febbraio 2020 11:16:37
La giunta della Regione Puglia ha adottato la proposta di Piano regionale della Mobilità Ciclistica (PRMC); lo rende noto l'assessore ai Trasport...

Sicilia: 2 milioni e mezzo di euro per interventi sull'autostrada A20 Messina-Palermo

lunedì 17 febbraio 2020 16:27:18
Due milioni e mezzo di euro per interventi sull'autostrada A20 Messina-Palermo. Per migliorare la sicurezza sulle strade siciliane, il governo della Regione...

Toscana: 6 milioni per la manutenzione delle strade regionali nel 2020

giovedì 13 febbraio 2020 10:27:42
Sei milioni di euro per la manutenzione delle strade toscane. I fondi sono stati assegnati con delibera di giunta alla Città metropolitana di Firenze e...

Toscana: Quarrata, via libera al progetto del raccordo fra via Firenze (SP44) e via Piero della Francesca

martedì 11 febbraio 2020 15:43:47
Creare un collegamento diretto tra la rete viaria e l'autostrada. Nasce con questo obiettivo il progetto per la realizzazione di un raccordo stradale fra via...