Conftrasporto, Uggè: tra Via della Seta e Tav legame pericoloso

lunedì 18 marzo 2019 19:25:38

Tra la Via della Seta che vede protagonista la Cina e la via dell’alta velocità che vede al centro la questione Tav ci sarebbe un legame pericoloso: a sostenerlo è il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè che chiede un intervento istituzionale al presidente Sergio Mattarella.

Il vice della confederazione afferma che la Tav non solo sia strumentale ad arginare la possibile egemonia asiatica, ma che "possa essere addirittura la Cina stessa a orientarne e favorirne la realizzazione. Mentre l’Italia temporeggia, alla fine sarà la Cina a premere per la Tav. Se si consente alla Cina una sorta di invasione e poi non si rafforzano le vie d’uscita dal Paese, non è difficile pensare alle  conseguenze: i prodotti cinesi resteranno nel nostro mercato sostituendo il made in Italy - dichiara Uggè - L’altra ipotesi è che sarà la stessa Cina a premere per la realizzazione della Tav.”.

Il rischio, d’altronde, è legato alla possibilità di controllo infrastrutturale: “Se, per la superficialità della gran parte dei politici italiani, Pechino otterrà anche il controllo delle infrastrutture strategiche, in particolare di alcuni porti, per il sistema Italia i tempi saranno ancor più bui - continua Uggè - Non si dimentichi che siamo in presenza di un’azione a tenaglia che prevede “l’invasione” del continente europeo sia dal nord, sia attraverso l’hub cinese del Pireo, che potrebbe rafforzarsi per il possibile collegamento con una linea ferroviaria balcanica, che per i porti liguri, il tutto valutando l’ipotesi, non poi così remota, di un possibile passaggio al Polo Nord dove i ghiacci si stanno sciogliendo. La Tav è quindi funzionale a questi obiettivi".

Per Conftrasporto-Confcommercio dunque, ottenute le vie d’accesso ai mercati europei, la Cina starebbe libera di scegliere la strada più conveniente e questo legittima le preoccupazioni di chi chiede garanzie precise a un Paese, la Cina, pronto a sottoscrivere impegni sull’ambiente, sulle regole sociali e sulla libertà dei mercati, senza però garantirne la piena attuazione.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Infrastrutture

Altri articoli della stessa categoria

Ue: sicurezza, nuove norme per migliorare i progetti delle infrastrutture stradali

lunedì 7 ottobre 2019 15:34:55
Ridurre le vittime della strada attraverso progetti migliori per strade, tunnel. In funzione di questo obiettivo, il Consiglio ha adottato norme riviste che...

Riapre ai mezzi pesanti il Viadotto Puleto sulla E45

venerdì 4 ottobre 2019 11:29:14
Riapre a tutti i mezzi pesanti il viadotto “Puleto”, sulla strada statale 3bis “Tiberina” (E45) tra Valsavignone e Canili, in provincia...

Regione Calabria, attiva la fruizione del credito di imposta per gli investimenti nella Zes

martedì 1 ottobre 2019 11:40:12
Importanti novità per le imprese della Regione Calabria. È attiva, da pochi giorni, la possibilità di beneficiare del credito d'imposta...

Reti TEN-T: 4 milioni di euro al Porto di Civitavecchia per completare ultimo miglio ferroviario

lunedì 30 settembre 2019 11:22:16
La Commissione Europea aggiudica all’Autorità di Sistema Portuale dei porti di Roma altri 4 milioni di euro per potenziare l’ultimo miglio...

Lombardia, 10 mln di euro per 73 progetti sulla sicurezza stradale

lunedì 30 settembre 2019 12:41:31
Stanziati 10 milioni di euro per 73 progetti legati alla sicurezza stradale della regione Lombardia. Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione il...