Veicoli Industriali, Unrae: mercato in flessione a novembre, -2,4%

giovedì 7 dicembre 2017 12:32:31

Il Centro Studi e Statistiche UNRAE, sulla base dei dati di immatricolazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha elaborato le stime relative all’andamento del mese di novembre, dalle quali emerge che il mercato complessivo dei veicoli industriali con massa totale a terra superiore alle 3,5t fa registrare una flessione di 2,4% rispetto allo stesso mese del 2016 (con 2.380 unità immatricolate contro 2.439). Per i primi undici mesi del 2017 il dato cumulato porta ancora un segno positivo del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2016 (con 21.384 unità immatricolate contro 20.502).

Positivo il comparto dei veicoli pesanti con massa totale a terra uguale o superiore alle 16t, che pure se in diminuzione rispetto ad ottobre, registra un andamento in novembre 2017 corrispondente a +5,3% sul novembre 2016 (con 1.960 unità contro 1.862).

Il cumulato dei primi undici mesi del 2017, con 17.206 unità immatricolate contro le 15.839 del 2016, denuncia un incremento dell’8,6% rispetto allo stesso periodo del 2016. "In queste condizioni – ha osservato Franco Fenoglio, presidente della sezione veicoli Industriali di UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – sarà necessario attendere le stime di dicembre per poter avanzare ipotesi attendibili sul mercato complessivo dei veicoli industriali nel 2017 e fare un confronto ragionato col 2016. Molto azzardato comunque un qualsiasi pronostico sull’andamento 2018".

"Di fatto - ha proseguito Fenoglio -, all’interno delle categorie di massa nelle quali è frazionato il dato complessivo, si nota che i veicoli pesanti hanno tenuto su valori positivi, ancorché con incrementi discontinui ad una sola cifra, mentre negli ultimi mesi è calato significativamente il mercato dei veicoli da 3,5t a 6t, cioè dei mezzi adibiti alla distribuzione, nonostante le campagne di sostegno al rinnovo del parco messe in atto da molte amministrazioni locali. Su tutto il settore comunque pesa l’incertezza derivante da un sistema di incentivazioni che non consente alle aziende di programmare l’acquisto di veicoli a medio lungo termine. Il rinnovo effettivo del parco - ha concluso -, sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale che da quello della sicurezza della circolazione e del trasporto non può avvenire con regolarità e in tempi accettabili se le aziende non possono contare su un sostegno finanziario e fiscale di tipo strutturale, che garantisca loro la possibilità di effettuare piani di investimento organici".


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Industriali

Altri articoli della stessa categoria

Federauto Trucks: mercato industriali incerto, pesa il contesto politico

venerdì 25 maggio 2018 14:28:01
Le immatricolazioni di veicoli commerciali e industriali hanno registrato in Italia un incremento del +1,3% con 15.568 immatricolazioni rispetto...

Rimorchi: nel primo quadrimestre mercato in crescita del 10,4%

mercoledì 23 maggio 2018 11:33:22
Nel primo quadrimestre del 2018 incremento delle immatricolazioni del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2017, con 7.130 unità immatricolate...

Veicoli industriali: cresce il mercato del 44,6% grazie agli incentivi

mercoledì 9 maggio 2018 12:12:59
Sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Centro Studi e Statistiche dell’Unrae ha elaborato...

Presentata in Svezia la nuova gamma urbana di Scania

venerdì 4 maggio 2018 10:40:23
Test su strada a Södertälje, in Svezia, per la nuova generazione di camion Scania studiati per l'utilizzo in ambito cittadino. Nelle applicazioni...

TEN-T Days 2018: alla conferenza dedicata alla mobilità sostenibile, i veicoli alimentati a gas naturale di Iveco

giovedì 3 maggio 2018 12:19:20
Iveco ha presentato la propria gamma completa di veicoli alimentati a gas naturale in occasione dei TEN-T Days 2018 (Trans European Networks – Transpor...