Mercato rimorchi e semirimorchi, Unrae: continua la contrazione, a settembre -24,5%

lunedì 21 ottobre 2019 14:41:44

Il mercato dei rimorchi e semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5 t continua a registrare un andamento negativo. Per i primi nove mesi del 2019 si attesta un calo del 6,3% rispetto allo stesso periodo del 2018 (11.026 unità immatricolate contro 11.766), con una caduta particolarmente grave a settembre -24,5% sul settembre del 2018 (674 unità contro 892).

Lo si evince dalle elaborazioni del Centro Studi e Statistiche di UNRAE sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

I dati, secondo Sandro Mantella, Coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e allestimenti di UNRAE, l’Associazione delle Case estere, confermano “la gravità che sta assumendo la mancanza di misure concrete a sostegno degli investimenti per il rinnovo del parco nel trasporto di merci”.

“Nonostante i ripetuti interventi - continua Mantella - fatti presso il Parlamento e il Governo per denunciare le difficoltà del settore  ogni anno l’avvio del periodo di finanziamento a valere sul fondo investimenti registra ritardi e confusioni”.

“Insieme con la lontananza della politica, dobbiamo purtroppo registrare anche le difficoltà della burocrazia, che tanto più sono sentite da chi opera in particolari settori del trasporto […].L’attuale scarsità di risorse in cui versa l’Amministrazione competente sta provocando ritardi insostenibili nello svolgimento delle pratiche relative, tanto che comincia a risentirne anche la produzione, mentre i costruttori esteri tendono ad abbandonare il mercato italiano proprio a causa delle vischiosità burocratiche”.

“Infine - conclude Mantella - per quanto riguarda in particolare il comparto dei veicoli rimorchiati ed allestiti per trasporti specifici, si sente la mancanza di disposizioni normative tendenti a favorire il miglioramento delle condizioni del parco circolante, tanto per quanto riguarda la sicurezza e la qualità complessiva del trasporto, e quindi dell’ambiente, quanto per ciò che concerne la sicurezza della circolazione. Dobbiamo purtroppo insistere sul fatto che ancora troppi veicoli rimorchiati obsoleti e privi dei dispositivi di sicurezza oggi prescritti continuano a circolare sulle nostre strade”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Industriali

Altri articoli della stessa categoria

Veicoli industriali, Anfia: alta la preoccupazione per gli impatti da Covid-19

venerdì 20 marzo 2020 14:14:29
Rallentamenti della produzione, chiusura di alcuni stabilimenti e blocco dell’iter di immatricolazione sono alcuni delle conseguenze derivanti...

Coronavirus: Scania interrompe la produzione in Europa

giovedì 19 marzo 2020 10:53:26
Scania ferma le attività produttive nella maggior parte degli impianti produttivi d'Europa a partire da mercoledì 25 marzo, a causa della carenza...

Rimorchi e semirimorchi, Unrae: mercato in caduta libera, a febbraio -18,6%

giovedì 19 marzo 2020 14:04:48
Il mercato dei Rimorchi e Semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5t registra una flessione del 18,6% rispetto al febbraio del 2019 quando...

Renault nel 2019 mantiene la posizione nel mercato degli industriali

venerdì 13 marzo 2020 11:17:08
Renault Trucks mantiene la posizione nel 2019, nonostante il mercato dei veicoli industriali sia stato turbolento. Rimane salda in Francia con 27,9% sul...

Volvo Trucks lancia la nuova generazione di veicoli pesanti

giovedì 27 febbraio 2020 11:07:46
Volvo Trucks presenta quattro nuovi veicoli pesanti, Volvo FH, FH16, FM e FMX, che mettono in primo piano il conducente. Lo sviluppo dei nuovi modelli si...