Mercato autocarri a maggio -41,3%, autobus -69,2%

lunedì 22 giugno 2020 19:34:09

Nonostante la riapertura dei concessionari e delle reti di vendita a inizio maggio e il progressivo allentamento delle misure restrittive anti Covid-19, il mercato degli autocarri riporta ancora una significativa flessione a doppia cifra nel mese, anche se in recupero sul tracollo di aprile. Per i veicoli trainati la contrazione è decisamente più contenuta, ma riconducibile anche al confronto con un maggio 2019 risultato in calo del 16,1%. Per entrambi i comparti, il cumulato dei primi 5 mesi del 2020 presenta risultati preoccupanti.
Lo ha comunicato l'Anfia.

A maggio 2020 sono stati rilasciati 1.354 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-41,3% rispetto a maggio 2019) e 944 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con ptt superiore a 3.500 kg (-8,3%), suddivisi in 88 rimorchi (-34,8%) e 856 semirimorchi (-4,4%).
Nei primi cinque mesi dell’anno si contano 7.641 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 29,4% in meno del periodo gennaio-maggio 2019, e 4.426 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (-41,9% rispetto a gennaio-maggio 2019), così ripartiti: 372 rimorchi (-43,5%) e 4.054 semirimorchi (-41,7%).

Guardando, invece, alle alimentazioni, gli autocarri alimentati a gas registrano, a gennaio-maggio 2020, una quota del 5,7%, per un totale di 438 veicoli. A questo proposito, continua a crescere la rete delle stazioni LNG in Italia, con due nuove aperture nel mese di maggio, a Spilamberto (MO) – il primo punto di rifornimento aperto dopo il lockdown - e a Perugia, che portano a 71 il numero dei distributori di metano liquido sul territorio italiano1. Segnaliamo anche la recente inaugurazione, presso il quartier generale di Iveco a Torino, di un nuovo impianto di rifornimento di gas naturale sia in forma compressa (CNG), sia allo stato liquefatto (LNG) per i mezzi industriali pesanti.

Il mercato degli autobus con ptt superiore a 3.500 kg a maggio registra 105 nuove unità, con un decremento del 69,2%. Tutti i comparti chiudono il mese con cali a doppia cifra: -62,5% per gli autobus adibiti al TPL, -81,7% per gli autobus e midibus turistici, -58,9% per i minibus e -64,1% per gli scuolabus.
Nei primi cinque mesi del 2020, sono stati rilasciati 1.404 libretti di autobus contro i 1.625 di gennaio-maggio 2019 (-13,6%). Segno positivo soltanto per i minibus (+30%), mentre registrano un calo gli autobus adibiti al TPL (-20,2%), gli autobus e midibus turistici (-9,6%) e gli scuolabus (-44,6%).
Al fine di raccogliere informazioni e dati aggiornati sul tema della mobilità e del trasporto delle persone, favorendo una lettura integrata dei fenomeni in atto in questa fase, in cui anche le modalità di spostamento delle persone sono in evoluzione, l’Area Studi e Statistiche ANFIA ha realizzato un’edizione aggiornata del Dossier Trasporto Passeggeri, di prossima diffusione.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Veneto: 50 milioni di euro per le aziende del trasporto pubblico locale

Oltre 50 milioni di euro per le aziende venete del trasporto pubblico locale. La Giunta regionale ha approvato due riparti di finanziamento: uno di oltre 42 milioni di euro, stanziati nel Decreto...

Mercato autocarri in recupero a luglio (+33,9%), autobus ancora in flessione ma più contenuta (-17,6%)

A luglio il mercato degli autocarri mostra segni di recupero, registrando un +33,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Si tratta della prima variazione positiva dopo quella di febbraio 2020...

Toscana, nuove regole per il trasporto pubblico: più passeggeri su bus, treni e traghetti

In Toscana, su bus extraurbani e su tutti i treni, ma anche sui veicoli a noleggio con conducente e sui taxi, su navi e traghetti e nel trasporto pubblico non di linea, si potrà tornare a...