Sita: entro il 2025 la maggioranza dei passeggeri gestirà il viaggio via smartphone

venerdì 13 settembre 2019 17:00:49

Entro il 2025 sette passeggeri aerei su dieci (68%) saranno totalmente “digitali”, cioè gestiranno e monitoreranno tutte le fasi del viaggio da dispositivi mobili: dalle notifiche sulla posizione del bagaglio, alle informazioni sull’imbarco, ai pagamenti. È quanto emerge dal report 2025: Air Travel for a Digital Age di Sita, il fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo, secondo il quale i viaggiatori chiedono più servizi automatizzati e il pieno controllo su ogni fase del proprio percorso, per un viaggio sempre più self-service.
“Abbiamo a che fare con un vero e proprio cambiamento demografico: oggi le persone gestiscono ogni aspetto della vita quotidiana da smartphone e tablet, e si aspettano di fare lo stesso per il viaggio aereo – ha commentato Barbara Dalibard, ceo di Sita -. Come rilevato da Sita, per l’83% dei responsabili IT di compagnie aeree e aeroporti questo mutamento di abitudini sarà l’elemento più influente sulla definizione della strategia per le soluzioni per i passeggeri nei prossimi sei anni, fino al 2025”. Inoltre, secondo Dalibard gli operatori – aerolinee, scali e altri stakeholder – devono mettere in atto una sempre maggiore collaborazione per operazioni sempre più efficienti e per consentire ai passeggeri di vivere l’esperienza di viaggio positiva e senza intoppi che chiedono.
Le irregolarità nella gestione dei bagagli causano fastidio ai passeggeri e costi per gli operatori: se il numero di bagagli disguidati è diminuito nell’ultimo decennio – da 14,7 ogni mille passeggeri nel 2008 a 5,69 nel 2018 – ancora lo scorso anno l’industria del trasporto aereo ha speso 2,4 miliardi per problematiche con borse e valigie. La gestione del bagaglio è un esempio della necessità di collaborazione fra operatori, considerando che in un singolo viaggio una valigia può transitare in una dozzina di mani diverse, fra una o più compagnie aeree, aeroporti, fornitori di assistenza a terra, agenzie doganali. Se i dati non sono condivisi correttamente fra gli operatori, è difficile tenere traccia della valigia o fornire informazioni al passeggero che chiede notizie sulla posizione del proprio bagaglio.
La biometria è un’alleata chiave per una sempre maggiore automatizzazione delle operazioni e un passaggio fluido tra le diverse fasi del viaggio. Entro il 2021 il 63% delle aerolinee implementerà gate self-service che utilizzano tecnologia biometrica e il riconoscimento delle identità, il 48% gate che sfruttano la sola biometria; il 58% degli aeroporti installerà gate biometrici. E tale tecnologia è destinata a espandere le proprie funzionalità: il 54% dei responsabili IT di compagnie aeree e aeroporti ritiene che “token” di viaggio biometrici duraturi – cioè non più validi per un solo viaggio o aeroporto, ma per più spostamenti – siano un elemento chiave per definire la passenger experience del futuro.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Industria

Altri articoli della stessa categoria

Boeing: contratto per la produzione dei rocket stages per la missione Artemis della Nasa

lunedì 21 ottobre 2019 12:37:36
La Nasa e Boeing hanno dato il via a un contratto per la produzione di 10 core stage dello Space Launch System e fino a otto Exploration Upper Stages per...

Airbus: il satellite CHEOPS in volo verso la Guyana

venerdì 18 ottobre 2019 12:16:42
CHEOPS (CHaracterising ExOPlanet Satellite), costruito da Airbus a Madrid, è stato caricato nell'aereo da trasporto che lo ha portato a Kourou, nella...

Telespazio-Hughes: accordo per la fornitura di reti e servizi per le comunicazioni satellitari

venerdì 18 ottobre 2019 17:16:23
Hughes Europe e Telespazio hanno siglato un accordo per proseguire la collaborazione nella fornitura di reti e servizi per le comunicazioni satellitari....

Airbus-Delta svilupperanno nuove soluzioni predittive di manutenzione

mercoledì 16 ottobre 2019 17:35:04
Airbus e Delta Air Lines stanno creando un'alleanza digitale per sviluppare nuove soluzioni predittive per la manutenzione e il monitoraggio dello stato di...

Airbus: accordo con Air Austral per tre A220

lunedì 14 ottobre 2019 17:02:14
Air Austral, il vettore francese con sede nell'Isola de La Réunion, ha siglato un ordine fermo con Airbus per tre A220, diventando il primo cliente...

Iata: studio su competitività dell’industria del trasporto aereo in Italia


Uno studio pubblicato dall’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) dimostra che un settore del trasporto aereo più competitivo in Italia potrebbe generare circa...