Leonardo: contratti con Airbus per supporto avionica Eurofighter

lunedì 19 giugno 2017 15:23:07

Leonardo ha firmato contratti da oltre 100 milioni di euro con Airbus per fornire, per i prossimi cinque anni, un servizio di supporto e manutenzione avionica per le flotte tedesche e spagnole di Eurofighter. Il servizio riguarda tutti gli equipaggiamenti di cui Leonardo ha la responsabilità progettuale e che costituiscono la maggior parte della suite avionica del velivolo, incusi radar, sensore passivo all’infrarosso per la ricerca e il tracciamento degli obiettivi e i sistemi di protezione elettronica. Sono previste attività di supporto avionico per i velivoli Typhoon dell’Aeronautica spagnola (Ejército del Aire) e di quella tedesca (Luftwaffe), in collaborazione con Airbus e con il consorzio Eurofighter. I contratti con la Germania e la Spagna seguono analoghi accordi stipulati con le altre nazioni partner del consorzio Eurofighter, l’Italia e il Regno Unito.
L'Aeronautica Militare italiana è stata la prima forza aerea a dotarsi dal 2008 di un centro, sviluppatoinsieme a Leonardo, dedicato alla manutenzione avionica per la sua flotta di Typhoon. Questo centro esercita le attività di supporto direttamente nella base operativa del velivolo, garantendo tempi di riparazione definiti. L’Aeronautica Militare italiana ha di recente rinnovato il contratto.
Nel 2016, nell’ambito dell’iniziativa TyTAN (Typhoon Total Availability Enterprise), Leonardo ha siglato un accordo di collaborazione analogo con BAE Systems per fornire supporto, per i prossimi dieci anni, agli equipaggiamenti avionici degli Eurofighter della Royal Air Force. Oltre a garantire un’elevata disponibilità delle flotte, questi due contratti di lungo termine consentono considerevoli riduzioni di costi per le nazioni partner del consorzio Eurofighter. Una parte significativa diquesti risparmi verrà, inoltre, reinvestita in programmi che hanno lo scopo di sviluppare ulteriormente le capacità del caccia.
La partecipazione industriale di Leonardo al programma Eurofighter è pari a circa al 36%, comprese le quote relative all’aerostruttura e quelle relative all’avionica e all’elettronica di bordo. L’azienda, alla guida dei consorzi responsabili della fornitura del radar, del sensore passivo all’infrarosso per la ricerca e il tracciamento degli obiettivi e della suite di protezione elettronica, contribuisce per oltre il 60% all’avionica del velivolo. Intanto, in occasione della prima giornata del salone, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti ha visitato le aziende italiane presenti a Parigi.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Industria

Altri articoli della stessa categoria

Lo strumento italiano MA_MISS pronto per la missione Exomars 2020

venerdì 20 aprile 2018 12:56:27
E’ stato completato ed è pronto per la consegna lo strumento MA-MISS, il primo strumento scientifico della missione ExoMars 2020. L’annuncio...

Thales Alenia Space inaugura un FabLab a Roma

venerdì 20 aprile 2018 15:20:22
Thales Alenia Space ha inaugurato nello stabilimento di Roma un nuovo FabLab (Fabrication Laboratory), un laboratorio di fabbricazione digitale su piccola...

Lockheed intende offrire al Giappone un caccia basato su F-22 e F-35

venerdì 20 aprile 2018 16:03:11
Lockheed Martin vorrebbe offrire al Giappone un caccia di quinta generazione basato sia sull’F-22 Raptor sia sull’F-35. In sostanza una sorta di...

SITA: in dieci anni diminuiti del 70% i bagagli “disguidati”

giovedì 19 aprile 2018 11:49:48
Le compagnie aeree continuano a migliorare le performance nella consegna dei bagagli. Con un numero di passeggeri in progressiva crescita - nel 2017 hanno...

NanoRacks, Altec, Thales Alenia Space: partnership per la Stazione Spaziale

giovedì 19 aprile 2018 15:02:07
Altec, Thales Alenia Space e NanoRacks insieme per lo sviluppo della Stazione Spaziale Internazionale. Le società forniranno una serie di soluzioni...