Leonardo: contratti con Airbus per supporto avionica Eurofighter

lunedì 19 giugno 2017 15:23:07

Leonardo ha firmato contratti da oltre 100 milioni di euro con Airbus per fornire, per i prossimi cinque anni, un servizio di supporto e manutenzione avionica per le flotte tedesche e spagnole di Eurofighter. Il servizio riguarda tutti gli equipaggiamenti di cui Leonardo ha la responsabilità progettuale e che costituiscono la maggior parte della suite avionica del velivolo, incusi radar, sensore passivo all’infrarosso per la ricerca e il tracciamento degli obiettivi e i sistemi di protezione elettronica. Sono previste attività di supporto avionico per i velivoli Typhoon dell’Aeronautica spagnola (Ejército del Aire) e di quella tedesca (Luftwaffe), in collaborazione con Airbus e con il consorzio Eurofighter. I contratti con la Germania e la Spagna seguono analoghi accordi stipulati con le altre nazioni partner del consorzio Eurofighter, l’Italia e il Regno Unito.
L'Aeronautica Militare italiana è stata la prima forza aerea a dotarsi dal 2008 di un centro, sviluppatoinsieme a Leonardo, dedicato alla manutenzione avionica per la sua flotta di Typhoon. Questo centro esercita le attività di supporto direttamente nella base operativa del velivolo, garantendo tempi di riparazione definiti. L’Aeronautica Militare italiana ha di recente rinnovato il contratto.
Nel 2016, nell’ambito dell’iniziativa TyTAN (Typhoon Total Availability Enterprise), Leonardo ha siglato un accordo di collaborazione analogo con BAE Systems per fornire supporto, per i prossimi dieci anni, agli equipaggiamenti avionici degli Eurofighter della Royal Air Force. Oltre a garantire un’elevata disponibilità delle flotte, questi due contratti di lungo termine consentono considerevoli riduzioni di costi per le nazioni partner del consorzio Eurofighter. Una parte significativa diquesti risparmi verrà, inoltre, reinvestita in programmi che hanno lo scopo di sviluppare ulteriormente le capacità del caccia.
La partecipazione industriale di Leonardo al programma Eurofighter è pari a circa al 36%, comprese le quote relative all’aerostruttura e quelle relative all’avionica e all’elettronica di bordo. L’azienda, alla guida dei consorzi responsabili della fornitura del radar, del sensore passivo all’infrarosso per la ricerca e il tracciamento degli obiettivi e della suite di protezione elettronica, contribuisce per oltre il 60% all’avionica del velivolo. Intanto, in occasione della prima giornata del salone, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti ha visitato le aziende italiane presenti a Parigi.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Industria

Altri articoli della stessa categoria

Anche CAE, GE Canada e Rockwell Collins entrano nel Team Cormorant

mercoledì 28 giugno 2017 10:43:40
Si amplia il Team Cormorant, recentemente ricostituito da Leonardo e IMP Aerospace & Defence (IMP) al fine di offrire la miglior soluzione per...

Sita: tecnologia contro l’ansia da bagagli e controlli

mercoledì 28 giugno 2017 14:22:54
Grazie alla tecnologia, è possibile superare il timore di non trovare il proprio bagaglio sul nastro trasportatore, appena sbarcati da un volo, o di...

Leonardo DRS finalizza acquisizione di Daylight Solutions

lunedì 26 giugno 2017 11:09:41
Leonardo, attraverso la controllata statunitense Leonardo DRS, ha finalizzato l'acquisto di Daylight Solutions, azienda leader nello sviluppo di prodotti laser...

Airbus preme per avere la Francia nel caccia europeo di nuova generazione

lunedì 26 giugno 2017 12:59:21
Due persone vicine al dossier, hanno confermato all’Agenzia Reuters che sono in corso colloqui su un nuovo programma per un velivolo da combattimento...

ATR: nel 2017 già ordini per 2,3 miliardi di dollari

venerdì 23 giugno 2017 11:32:03
Anno positivo per ATR che da gennaio ha ricevuto ordini per 89 aeromobili, per un valore di oltre 2,3 miliardi di dollari, oltre a 20 opzioni. Sale così...