Leonardo: consegnato all’Esercito il primo AW169 da addestramento

martedì 14 luglio 2020 16:57:27

Leonardo ha consegnato all’Esercito italiano il primo dei due AW169 per l’addestramento basico, al quale si aggiungerà il secondo nei prossimi mesi. La cerimonia si è tenuta presso la base del 2° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Sirio”, a Lamezia Terme, in presenza dei rappresentanti della Forza Armata e dell’azienda. L’introduzione dell’elicottero da addestramento di nuova generazione (denominato UH-169B) permette all’Esercito Italiano di preparare gli equipaggi per il futuro passaggio operativo sul nuovo elicottero multiruolo avanzato Light Utility Helicopter (LUH), sviluppato sulla base dell’AW169 ‘dual-use’, programma finalizzato all’ulteriore ammodernamento e razionalizzazione della flotta elicotteristica della Forza Armata. Unitamente ai due AW169 da addestramento, che agevoleranno il processo di familiarizzazione dell’Esercito Italiano con le caratteristiche basiche della macchina durante lo sviluppo del nuovo LUH, viene fornito da Leonardo un pacchetto completo di supporto logistico e formazione per piloti e personale addetto alla manutenzione. Il programma LUH ha l’obiettivo di sostituire progressivamente diversi modelli in servizio ormai da tempo come l’A109, l’AB206, l’AB205, l’AB212 e l’AB412 per rispondere all’evoluzione dei requisiti operativi e beneficia di una catena logistica più efficiente essendo basata su un unico nuovo tipo. L’introduzione dell’AW169 LUH, sviluppato specificatamente per l’Esercito italiano beneficiando della base rappresentata dall’elicottero militare AW169M, permette anche di avvantaggiarsi di sinergie di tipo logistico, operativo, tecnico, certificativo e addestrativo in vista della progressiva crescita della flotta di AW169 degli operatori governativi in Italia. Questo aspetto rafforza la possibilità di effettuare operazioni congiunte efficaci e sicure con altri utilizzatori di questo moderno modello di elicottero e rappresenta un importante salto di qualità in termini di sicurezza nazionale, capacità di risposta alle emergenze e costo/efficacia per la gestione dell’intero ciclo di vita del prodotto per i prossimi decenni. Il programma AW169 LUH presenta una configurazione multiruolo avanzata dotata di sistemi di volo e di missione dedicati, tra cui, per citarne alcuni, pattini e un sistema avanzato di comando, controllo e comunicazione per garantire la piena interoperabilità con altri assetti in ambito NATO.
“Siamo lieti di celebrare con l’Esercito Italiano la consegna del loro primo AW169 in configurazione da addestramento come primo importante elemento di supporto in vista dell'attuazione del nuovo e più ampio programma LUH – ha commentato Gian Piero Cutillo, Managing Director di Leonardo Elicotteri -. Tale programma rappresenterà certamente l’inizio di una nuova era per capacità, supporto tecnico, flessibilità e interoperabilità nella categoria degli elicotteri leggeri. Il nuovo programma si avvale dei molti decenni di collaborazione di successo e continuo scambio di informazioni con la Forza Armata, volto a comprendere appieno le mutevoli esigenze operative e come affrontarle attraverso le possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Siamo impegnati a sostenere l'Esercito Italiano per fare in modo che possa trarre il massimo beneficio dai nuovi elicotteri”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

L’Aeroporto di Torino ottiene Health Accreditation di ACI per misure anti-Covid

L’Aeroporto di Torino ottiene la certificazione Airport Health Accreditation rilasciata da ACI World e da ACI Europe. Il programma internazionale dell’Associazione internazionale degli...

Nuovi bus in servizio a Roma: Atac potenzia i collegamenti per le periferie

Entrano in servizio anche nel quadrante sud-ovest di Roma i nuovi bus della fornitura di 328 mezzi acquistati da Roma Capitale. Parte di queste vetture saranno impiegate anche sulla nuova linea per...

Flotte Aziendali, Osservatorio Top Thousand: aumentano le dotazioni high-tech a bordo delle auto

Le dotazioni high-tech a bordo delle auto aziendali sono in continuo aumento, ma i dati raccolti grazie ai dispositivi spesso non vengono utilizzati adeguatamente. È quanto emerge dalla terza...