Leonardo: accordo con la polacca PGZ per l’AW249

mercoledì 11 luglio 2018 15:15:25

Si rafforza ancora la partnership tra Leonardo e la polacca Polska Grupa Zbrojeniowa (PGZ). Le due aziende hanno firmato una Lettera di Intenti per collaborare insieme sul programma AW249, l'unico nuovo elicottero da combattimento attualmente in sviluppo a livello internazionale. L’AW249 è pensato per le esigenze dell’Esercito italiano che entro il 2026 dovrà sostituire la flotta di AW129. La variante polacca avrà invece l’obiettivo di soddisfare il requisito dell’esercito polacco per il programma Kurk.
Leonardo e PGZ potranno valutare varie aree di collaborazione tra cui progettazione, produzione, assemblaggio, commercializzazione e supporto post-vendita per l'AW249.
L'AW249 sarà dotato di tutte le più recenti soluzioni tecnologiche nel suo segmento di mercato beneficiando della grande esperienza operativa accumulata dall'AW129 di Leonardo.
Con un peso massimo al decollo attorno alle 7-8 tonnellate e un carico utile superiore a 1800 kg, l'AW249 avrà velocità e autonomia che gli consentiranno di svolgere le più complesse operazioni di supporto aereo ravvicinato e scorta. Sarà dotato di sistemi di missione e di comunicazione all'avanguardia e sarà in grado di gestire velivoli senza pilota. Inoltre sarà dotato di numerosi sistemi in grado di aumentare la consapevolezza della situazione operativa sul campo riducendo in tal modo il carico di lavoro dell’equipaggio e aumentando la sicurezza. Grazie alle avanzate tecnologie e alla sua filosofia di progettazione, l'AW249 beneficerà di una significativa riduzione dei costi lungo l'intero ciclo di vita del prodotto rispetto agli elicotteri della generazione precedente.
Oltre al cannone in torretta sotto il muso, l'AW249 avrà notevole flessibilità nella scelta degli armamenti con sei punti di attacco per varie combinazioni di missili aria- superficie o aria-aria, razzi guidati o non guidati o serbatoi di carburante esterni. Due potenti motori consentiranno operazioni in tutte le condizioni ambientali (freddo o caldo, in quota o sul mare).
"Questo accordo rappresenta una tappa fondamentale nella cooperazione tra le industrie della difesa italiana e polacca, e coinvolge quest'ultima nel più importante programma esistente per un nuovo elicottero da combattimento – ha commentato Gian Piero Cutillo, responsabile della divisione Elicotteri di Leonardo -. Leonardo, tramite PZL-Swidnik, collabora da anni con il Ministero della Difesa polacco e questo accordo apre nuove prospettive per il programma “Kruk”, permettendoci di posizionarci al meglio per il soddisfacimento delle future esigenze della difesa polacca insieme a PGZ". Qualora Leonardo dovesse essere selezionata dal Ministero della Difesa polacco, le società del Gruppo PGZ prenderanno parte alla produzione e alla manutenzione degli elicotteri per vari requisiti. 


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Industria

Altri articoli della stessa categoria

Airbus: consegnato a Turkish Airlines il primo A321neo con configurazione Cabin Flex

lunedì 16 luglio 2018 10:11:37
Turkish Airlines ha preso in consegna presso il sito Airbus di Amburgo il primo A321neo nella configurazione Cabin Flex. Questa versione è l'ultima...

Boeing: completati i flight test del programma KC-46 per l'U.S. Air Force

lunedì 16 luglio 2018 11:24:26
I team Boeing e dell’U.S. Air Force hanno raggiunto un importante traguardo nel programma KC-46, completando tutti i test di volo richiesti per la prima...

Farnborough: pioggia di ordini per Boeing e Airbus

lunedì 16 luglio 2018 14:41:35
Il salone di Farnborough, a Londra, si è appena aperto e subito Boeing e Airbus hanno cominciato ad annunciare i primi ordini. La società...

Embraer: oltre 10mila aerei in 20 anni nel segmento fino a 150 posti

lunedì 16 luglio 2018 12:37:13
600 miliardi di dollari: tanto varrà il mercato dei velivoli fino a 150 posti nei prossimi venti anni. Sono le previsioni di Embraer, secondo cui vi...

Due ATR 72-600 per Air Botswana

venerdì 13 luglio 2018 12:01:11
Il vettore africano Air Botswana ha siglato un ordine fermo per due ATR 72-600. La compagnia opera con velivoli ATR della serie -500 fin dal 1996 ed ora...