Iata: emissioni di carbonio per passeggero diminuite di oltre il 50% dal 1990

lunedì 16 dicembre 2019 14:13:32

L’Associazione Internazionale del trasporto aereo (Iata) conferma che le emissioni di carbonio per passeggero sono diminuite di oltre il 50% dal 1990. Gran parte del miglioramento si è verificato perché l'industria ha ottenuto un miglioramento annuale del consumo di carburante del 2,3% nel periodo dal 2009. I progressi sono dovuti a una combinazione di investimenti in aeromobili più efficienti ed efficienze operative.
"Ridurre della metà le emissioni per passeggero è un risultato straordinario della competenza tecnica e dell'innovazione nel settore dell'aviazione – ha dichiarato Alexandre de Juniac, direttore generale e Ceo Iata –. Ma abbiamo ambizioni ancora più grandi. Dal 2020 limiteremo le emissioni nette. E entro il 2050 ridurremo le emissioni a metà del 2005: questi obiettivi significano investimenti continui in nuove tecnologie, carburanti sostenibili e miglioramenti operativi".
Le compagnie aeree hanno investito circa 1 trilione di dollari in nuovi aeromobili dal 2009 e inoltre hanno firmato accordi di acquisto a termine per carburante per aviazione sostenibile (SAF) per un importo di circa 6 miliardi di dollari. Inoltre, l'introduzione del sistema di compensazione e riduzione del carbonio per l'aviazione internazionale (Corsia) garantirà una crescita a emissioni zero sui voli internazionali dal 2020 e raccoglierà circa 40 miliardi di dollari in finanziamenti per il clima.
L'analisi della Iata mostra che gli sforzi per ridurre deliberatamente i viaggi aerei attraverso tasse punitive sui passeggeri sono inefficienti e in gran parte inefficaci nel ridurre il carbonio.
L'efficacia del sistema Corsia risiede nella sua portata globale. Si stima che ridurrà le emissioni di circa 2,5 miliardi di tonnellate nel corso del ciclo di vita del sistema. Ma la volontà globale di attuare Corsia è stata compromessa dai governi che introducono un mosaico di tasse sulle emissioni. Una serie di decisioni o proposte sono state prese negli ultimi mesi per imporre tasse sui passeggeri del trasporto aereo, anche in Francia, Germania, Paesi Bassi e Svizzera.
"La tassazione volta a impedire alle persone di esercitare la propria libertà di volo renderà i viaggi più costosi ma farà molto poco per ridurre le emissioni – ha aggiunto de Juniac –.
È una soluzione di benessere per i politici, senza assumersi la responsabilità dell'impatto negativo che ha sull'economia o sulle restrizioni di mobilità si impone alle persone con redditi più bassi".
A lungo termine, l'aviazione mira a ridurre le emissioni con una tecnologia più pulita. Ciò richiederà un settore finanziariamente solido in grado di finanziare gli investimenti significativi che saranno necessari per rendere il volo sostenibile.
"I governi devono concentrare correttamente i loro sforzi. Volare è un fattore chiave di prosperità – ha concluso de Juniac –. Non è il nemico. Ridurre le emissioni di Co2 deve essere obiettivo primario. E la leadership dei governi è necessaria per incentivare la commercializzazione di carburanti per l'aviazione sostenibili, promuovere l'efficienza nella gestione del traffico aereo e sostenere la ricerca di fonti di energia a basse emissioni per le prossime generazioni".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Aeroporto di Trapani: dal 1° novembre voli in continuità per Perugia, Trieste e Ancona

Aperte le vendite dei voli operati da Trapani con tariffe onerate da Tayaranjet. Si parte domenica 1° novembre con il collegamento Trapani-Trieste, che sarà attivo anche il venerdi. Lunedi...

Trasporto pubblico locale: a Napoli bando per attivazione nuove linee riservato a NCC e operatori turistici

Su sollecitazione del Comune di Napoli, Anm ha attivato un bando aperto a Ncc e operatori turistici per l’attivazione di sette nuove linee e per trasportare almeno 15.000 persone in più...

Trenitalia: da inizio novembre in vendita i biglietti dell’orario invernale

La pianificazione invernale di Trenitalia entrerà in vigore domenica 13 dicembre. Dagli inizi di novembre è previsto il caricamento sui sistemi di vendita abituali dell’azienda...